Rassegna stampa del 19 novembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Bollettini

Condoni a incassi parziali

La corte dei conti traccia il bilancio delle sanatorie varate nel 2002 e 2003. Ancora da recuperare 5,2 miliardi di versamenti incompleti

Più di 12 milioni di annualità chiuse con il condono per circa 3 milioni di contribuenti interessati. Con un incasso che supera i 20 miliardi di euro. Sono grandi cifre quelle dei condoni del 2003-2004. Un'occasione di entrate straordinarie per lo Stato in un periodo in cui per le casse pubbliche non c'era da stare molto allegri, soprattutto per l'esaurirsi delle misure una tantum varate precedentemente. Eppure un successo da non ripetere. Successo peraltro offuscato dal fatto che all'appello dei circa 26 miliardi "promessi" dai contribuenti con le adesioni, alle casse dello Stato mancano 5,2 miliardi.
E' questa la fotografia del biennio dei condoni, delineata dalla Corte dei conti nella relazioine su "Risultati e costi del condono, del concordato e delle sanatorie fiscali", resa nota ieri dai magistrati contabili.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 33

Invio online anche per Regioni e Comuni

Dall'agenzia delle Entrate ulteriori abilitazioni all'invio telematico delle dichiarazioni

L'agenzia delle Entrate individua altri soggetti incaricati della presentazione telematica delle dichiarazioni (Iva, redditi, Irap, 770). Con decreto del direttore delle Entrate Attilio Befera sono stati inseriti nell'elenco degli abilitati le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 165/2001.
In particolare amministrazioni dello Stato, compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, aziende e amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, Regioni, Province, Comuni, comunita montane, istituzioni educative, aziende ed enti del servizio sanitario nazionale, Aran, agenzie fiscali. I nuovi incaricati sono tenuti a presentare le dichiarazioni fiscali e contributive degli enti pubblici, degli uffici o delle strutture funzionalmente riconducibili o da esse costituiti, anche in forma associata. Per l'invio telematico devono usare Entratel.

Il Sole 24 Ore - T. Mor. - art. pag. 34

Acconti fiscali con taglio e rinvio

Non solo riduzione degli importi nel pacchetto imprese-famiglia allo studio dell'Economia. Sforbiciata del 3%. Versamenti verso la proroga al 15/12

Una sforbiciata intorno al 3% per gli acconti di imposta delle imprese con uno slittamento, per i versamenti al 15 dicembre (a oggi la scadenza è al 1° dicembre). La misura sarà contenuta nel pacchetto fiscale per l'impresa e la famiglia, allo studio del Mineconomia, che sarà approvato il 26 novembre.
Secondo quanto risulta a ItaliaOggi, la soluzione del rinvio per gli acconti di imposta si sta facendo spazio in considerazione dei vincoli imposti dal calendario dei versamenti. Ancora ieri i tecnici del dipartimento delle politiche fiscali erano blindatissimi e al lavoro per mettere a punto la fattibilità delle misure. Anche se in queste settimane gli studi, in mancanza di notizie ufficiali, stanno comunque preparando per i propri clienti i calcoli con i software con le percentuali standard.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 41

Sas, esente la donazione di quote

Risoluzione dell'Agenzia delle entrate sul trattamento fiscale dei passaggi generazionali. Non c'è realizzazione di plusvalenza in capo al donante

La donazione delle quote di partecipazione al capitale sociale di una società di persone è esente dall'imposta sulle successioni e donazioni, purché ricorrano le condizioni di legge e a patto che nell'atto di donazione sia stata resa apposita dichiarazione circa la volontà di proseguire l'attività di impresa, mentre non entra in gioco l'esenzione di cui all'art. 3, comma 4-ter del dlgs n. 346/1990 se il pacchetto azionario donato, relativo ad una società per azioni, non consente di acquisire ovvero integrare il controllo diretto di cui al n. 1, primo comma, dell'art. 2359 del c.c. Sono questi alcuni dei chiarimenti forniti dall'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 446/E di ieri, in merito a una complessa operazione posta in essere in più fasi, da parte di un contribuente che intende attuare il passaggio generazionale della compagine societaria alla figlia.

Italia Oggi - S.Viscione - art. pag. 45

For You Bollettini