Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 2 dicembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

Hai tempo fino al 31 dicembre per la Conservazione Sostitutiva delle dichiarazioni.
(leggi l'informativa)
ArchiviOK Professionisti - Lo strumento Potente Affidabile ed Economico.

Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Super-archivio unico contro le frodi fiscali

Lotta all'evasione. Allo studio l'incrocio dei dati di Sogei, Entrate ed enti locali

Un "unico grande contenitore", in cui far confluire il maggior numero possibile di informazioni, in primo luogo le consistenze patrimoniali e finanziarie. Attraverso l'incrocio dei dati in possesso dei diversi archivi informatici, rielaborati dagli uffici finanziari, si potrà ricostruire "un reddito imponibile fondatamente attribuibile al contribuente".
Commissione parlamentare sull'Anagrafe tributaria, Sogei e agenzia delle Entrate tentano di giocare la carta decisiva della sinergia telematica per combattere l'evasione fiscale, attraverso la creazione di un "sistema integrato di verifica" esteso agli enti locali. I contatti sono in corso, il progetto è in avanzato stato di elaborazione e dovrebbe poter operare in tempi rapidi senza alcuna modifica normativa.
I principi guida dell'operazione sono contenuti in un "promemoria" messo a punto da Maurizio Leo, presidente della bicamerale di controllo sull'Anagrafe Tributaria.

Il Sole 24 Ore - D. Pesole - art. pag. 32

Nell'accertamento prova contraria a base familiare

La collaborazione con i Comuni

Per contrastare i comportamenti evasivi e elusivi tra cui il fenomeno delle residenze fittizie all'estero e nel far emergere disponibilità di beni sintomatici di capacità contributiva sconosciuti al Fisco decisive si rivelano le segnalazioni fornite dai comuni, specialmente ora che sono state fissate le modalità tecniche con cui essi trametteranno telematicamente alle Entate tutte le informazioni suscettibili di utilizzo ai fini dell'accertamento dei tributi statali.
Le "attenzioni" degli organi di controlli si soffermeranno principalmete nei confronti di soggetti che non hanno evidenziato, nella dichiarazione dei redditi, alcun debito d'imposta e per i quali esistono elementi che possono indurre a una concreta valutazione di capacità contributiva. Tutte le volte che il redditometro evidenzia un'incongruità tra il reddito dichiarato e tenore di vita, l'amministrazione finanziaria potrà dunque procedere alla verifica delle movimentazioni finanziare del contribuente.

Il Sole 24 Ore - G. Malinconico - art. pag. 32

Bonus per 8 milioni di famiglie

IL DECRETO ANTICRISI/ Per i nuclei a basso reddito incentivo in busta paga entro febbraio. Una tantum fino a 1.000 euro. E prestiti agevolati per i neonati

Sono 8 milioni le famiglie italiane destinatarie del bonus straordinario previsto dal governo per i nuclei a basso reddito. Il prestito agevolato per i neonati, invece, dovrebbe riscontrare circa 175 mila richieste.
È quanto scrive l'esecutivo nella relazione tecnica sul dl n. 185/2008.
La misura prevista all'articolo 1 del provvedimento interessa contribuenti residenti, non titolari di partita Iva, con reddito da lavoro dipendente, pensione, lavoro autonomo occasionale o fondiario, e attribuisce per il solo 2009 un beneficio economico determinato in relazione al numero dei componenti della famiglia e all'ammontare del reddito complessivo.
Il bonus varia da 200 a 1.000 euro. Tra i beneficiari, la fascia più rilevante abbraccia oltre 3,5 milioni di pensionati con un reddito minore di 15 mila euro, mentre sono quasi tre milioni le famiglie con due componenti e redditi fino a 17 mila euro. In totale, lo stanziamento del governo a copertura dell'intervento è pari a 2,4 miliardi di euro. Il bonus, che non costituisce base imponibile né ai fini fiscali né previdenziali (non intaccando, quindi, la possibilità di accedere alla social card), sarà erogato in busta paga dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico (rispettivamente entro il mese di febbraio e marzo 2009) a seguito di apposita richiesta prodotta dagli interessati, ove si autocertifica il possesso dei requisiti di legge.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 33

Social card, la domanda in posta

L'Istituto di previdenza detta le prime istruzioni sulla Carta acquisti introdotta dalla legge n. 133/2008. La verifica dei requisiti all'Inps che dà il via all'accredito

La semplice ricezione della lettera informativa che stanno ricevendo i potenziali beneficiari della famosa social card non costituisce titolo all'utilizzo della carta acquisti, ma dovranno, al pari degli altri interessati, presentare domanda alle poste.
Lo specifica l'Inps nel messaggio n. 26673/2008, con il quale l'ente interviene sull'argomento essendo coinvolto nell'operazione.
L'articolo 81, comma 32, della legge n. 133/2008 ha istituito la Carta acquisti finalizzata all'acquisto di beni e servizi, con onere a carico dello stato. Si tratta di una carta di debito sulla quale verranno accreditati, a favore degli aventi diritto, 40 euro mensili con cui potranno essere acquistati generi alimentari, ovvero essere pagate bollette di pubblici servizi.
Le regole di attuazione, contenute nel decreto n. 89030/2008, modificato con il decreto n. 104376 del 7 novembre 2008, affida all'Inps l'avvio degli accrediti a favore dei titolari delle carte, previa verifica della compatibilità delle informazioni acquisite con i requisiti richiesti per ottenere il beneficio.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 57

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter