Rassegna stampa del 16 dicembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

Hai tempo fino al 31 dicembre per la Conservazione Sostitutiva delle dichiarazioni.
(leggi l'informativa)
ArchiviOK Professionisti - Lo strumento Potente Affidabile ed Economico.

Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Vidimazione software in prima linea

Libro unico

Le Software House come anello di collegamento tra imprese e pubblica amministrazione. AssoSoftware ha ottenuto dal ministero del Lavoro che le software house siano l'interlocutore dell'Inail per la vidimazione del Libro unico del lavoro, il cui debutto è previsto nel 2009 (nota Inail del 9 dicembre).
Una soluzione che evita agli utenti già autorizzati (imprese, consulenti e associazioni di categoria) di richiedere una nuova autorizzazione.
E' stato dunque previsto il rilascio di un'autorizzazione preventiva direttamente alle case di software sui vari tracciati dalle stesse elaborati e posti in uso (dal 22/12/2008 sarà attivo il repository web Assosoftware nel quale i soci - e non solo - potranno depositare i layout da loro utilizzati per richiedere l'autorizzazione preventiva all'Inail).

Il Sole 24 Ore - art. pag. 33

Prova ampia per le cessioni Ue

Chiarimenti delle Entrate. L'Agenzia integra le indicazioni della risoluzione 345/2007. Ogni documento idoneo a garantire la non imponibilità Iva

Nelle cessioni intracomunitarie franco fabbrica, in cui i beni vengono consegnati al vettore indicato dal cliente, la prova valida per la non imponibilità della vendita può essere fornita con qualsiasi documento idonea a dimostrare che le merci sono state inviate in altro Stato membro.
L'agenzia delle Entrate (risoluzione 477/E del 15 dicembre) ha confermato che non esiste un vincolo rigido sulla prova da fornire e che quanto indicato nella precedente risoluzione (345 del 28 novembre 2007, esibizione del documento di trasposto) aveva solo titolo esemplificativo.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - art. pag. 35

Durc, un solo pass per gli incentivi

Il ministero del lavoro chiarisce le procedure di regolarità contributiva per l'accesso ai benefici. Le agevolazioni con un'autocertificazione valida per tutti gli enti

Pass unico per l'accesso agli incentivi contributivi. Le imprese, infatti, dovranno presentare una sola autocertificazione alla direzione provinciale del lavoro e una volta soltanto (fino a variazioni), valida per tutti gli enti previdenziali (Inps e Inail in primo luogo). Servirà ad attestare di non avere a carico procedimenti per violazioni alle norme sulla sicurezza sul lavoro, condizione necessaria per fruire delle agevolazioni contributive in base alla nuove regole sul Durc.
Il primo appuntamento è fissato al 30 aprile 2009, termine entro cui dovranno provvedervi anche le imprese che stanno già fruendo di incentivi, e anche se abbiano presentato i modelli di Inps (SC37) e Inail da ritenersi decaduti. Per ora l'autocertificazione va fatta secondo un modello cartaceo, in attesa che venga predisposta una procedura telematica ad hoc. L'autocertificazione, inoltre, non riguarderà il rispetto dei Ccnl perché a tanto provvederanno gli ispettori in sede di vigilanza. Lo stabilisce tra l'altro la circolare diramata ieri del ministero del lavoro (la n. 34/2008).

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 29

Consulenti con la carta del futuro

Il Consiglio nazionale anticipa l'obbligatorietà della Pec. Le istruzioni della Fondazione Studi. Dai Consigli provinciali il Documento unico di iscrizione (Dui)

Il Documento unico di iscrizione (Dui) è la proposta dei Consulenti del lavoro in ossequio all'introduzione dell'obbligo dell'utilizzo della Posta elettronica certificata (Pec). Il recente decreto anticrisi (articolo 16 del dl n. 185/08) prevede infatti anche per i professionisti il dovere di dotarsi di casella Pec. Questo nuovo obbligo è dettato dalla necessità di ridurre i costi amministrativi delle parti nella fase della gestione delle pratiche con tutte le pubbliche amministrazioni.
Il progetto del Consiglio nazionale, attivo già dal luglio scorso e relativo al rilascio del Documento unico di iscrizione in formato tessera, risponde quindi tempestivamente alle nuove disposizioni in materia di trasmissione certificata delle comunicazioni verso tutte le p.a. in quanto, oltre alla firma digitale, contiene il certificato di ruolo e costituisce documento d'identità, il tutto associato a una casella Pec.

Italia Oggi - art. pag. 36

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile