Rassegna stampa del 26 gennaio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PrivacyXp Aggiornamenti Richiedi informazioni

Unico 2009 accoglie l'anti-crisi

L'agenzia delle Entrate ha aggiornato parte dei modelli di quest'anno. Arrivano bonus famiglia e nuovo 55% - Tassa etica, primo test

Molte sono le novità contenute nelle prime bozze dei modelli Unici per le società di persone e per gli enti non commerciali, oltre che nell'aggiornamento di quelle per le persone fisiche, rese disponibili ieri dalle Entrate.
Diventa definitivo poi il modello che dovrà essere utilizzato dai sostituti d'imposta, con domicilio fiscale in determinate province, per comunicare entro il 31 marzo 2009 all'agenzia delle Entrate l'utenza telematica presso la quale l'agenzia renderà disponibili i dati relativi ai modelli 730-4.

Il Sole 24 Ore - sabato 24 gennaio - L. De Stefani - art. pag. 24

Iva con limiti alle triangolazioni

Risoluzione su un contratto estimatorio con cliente sammarinese. Cessione interna imponibile se non c'è rivendita immediata

Il trattamento di non imponibilità previsto per la cessione triangolare con trasporto dei beni a San Marino a cura del primo cedente non è applicabile se il rapporto tra il cessionario residente e il proprio cliente è un contratto estimatorio. E' quanto si evince dalla risoluzione dell'agenzia delle entrate n. 17 del 23 gennaio 2009, che parrebbe subordinare l'applicazione alla prima cessione interna della disposizione dell'art. 8, lett. a), del dpr 633/72, all'esistenza di una seconda cessione con effetti traslativi immediati.
L'impresa commerciale italiana Alfa ha concluso con un cliente stabilito nella Repubblica di San Marino un contratto in base al quale acquista la merce dai fornitori nazionali, i quali inviano i beni direttamente al proprio cliente sammarinese, emettendo nei confronti di Alfa fattura non imponibile ex art. 8. Il cliente riceve i beni “in conto estimatorio” e alla fine di ogni mese invia ad Alfa l'estratto conto delle vendite, in relazione alle quali Alfa emette fattura non imponibile ex art. 8. In relazione alle predette operazioni, l'impresa istante chiedeva all'agenzia di conoscere gli adempimenti procedurali da porre in essere.

Italia Oggi - sabato 24 gennaio - F. Ricca - art. pag. 35

Anche i libri contabili abbandonano la carta per l'online

Il Dl 185 accelera la spinta all'uso della telematica nei rapporti con la Pa

Decisa accelerazione sul versante della smaterializzazione dei processi di gestione documentale e sull'utilizzo della telematica nelle comunicazioni tra cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni.
Questa è la via scelta dal decreto anti-crisi che, con le modifiche apportate in sede di conversione dalla Camera, arricchisce, tra l'altro, il quadro normativo di riferimento introducendo nuove regole, non del tutto coerenti con le vigenti disposizioni e con i processi operativi già adottati dalle imprese, per la gestione totalmente informatizzata dei libri sociali e contabili per i quali esistono obblighi specifici di numerazione, vidimazione e bollatura.
Più in dettaglio il Dl 185/2008, dopo l'esame del primo ramo del Parlamento, ha previsto una serie di misure che implementano l'utilizzo di strumenti già esistenti. A una diffusione generalizzata della posta elettronica certificata (Pec), il cui utilizzo è equiparato alla notifica a mezzo posta, si accompagnano infatti disposizioni che semplificano la gestione documentale riaffermando da un lato la piena efficacia probatoria di libri e registri tenuti in modalità informatica e, dall'altro, riconoscendo la conformità delle copie informatiche all'originale cartaceo di qualsiasi documento analogico senza che sia necessario l'intervento del pubblico ufficiale.

Il Sole 24 Ore del lunedì, Norme e Tributi - B. Santacroce - art. pag. 3

I motivi delle riprese per iscritto

I paletti e gli adempimenti fissati dal Garante per contenere l'uso della videosorveglianza. Telecamere: uso proporzionato. Le ragioni in un documento

Telecamere sotto controllo. La videosorveglianza si può usare solo quando è necessario e qualche volta deve essere preventivamente autorizzata dal garante (per esempio quando si incrociano le immagini con dati di altra natura, come i dati biometrici, oppure con dispositivi di identificazione della voce o codici identificativi di carte elettroniche). Inoltre le immagini non possono essere conservate senza limiti di tempo, ma al massimo per una settimana.
Le coordinate sull'uso della videosorveglianza sono fornite dal Garante della privacy, che in materia ha emanato prima un decalogo e poi il provvedimento generale sulla videosorveglianza, datato 29 aprile 2004. Il documento, in assenza di disposizioni legislative, fornisce le prescrizioni generali aggiornando appunto il precedente decalogo risalente al novembre 2000. Nel provvedimento si segnalano condizioni e adempimenti per poter realizzare legittimamente un sistema di videosorveglianza in luoghi chiusi o in luoghi aperti.

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 6

C/c, è stretta sulle truffe on-line

Dal tribunale di Milano una delle prime sentenze in Italia sul phishing, il furto di dati in rete. I reati vanno dalla sostituzione di persona alla ricettazione

Phishing alla sbarra: scatta la condanna per riciclaggio a carico di chi fa l'intermediario per il giro fondi. Con una delle prime sentenze in Italia, il Tribunale di Milano (sentenza Gip del 29 ottobre 2008) ha condannato incauti professionisti e dipendenti pubblici coinvolti nel giro, anche se non a conoscenza di tutto il disegno criminoso.
Per phishing si intende lo spillaggio di dati attraverso la posta elettronica. L'autore dell'illecito manda e-mail simulate, riproducenti logo e grafica di siti di istituzioni autorevoli, che inducono il destinatario a rivelare propri dati personali, compresi numero di conto corrente, numero di carta di credito, password, pin e altri codici di identificazione. Il phisher usa i dati per le proprie truffe: fa acquisti con la carta di credito, preleva con il pin del bancomat, fa un bonifico con il conto on line del danneggiato e così via.
La sentenza del Gip di Milano scompone l'operazione di phishing, spiegando che si articola in tre fasi, nel corso delle quali si commettono una pluralità di reati.

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 13

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile