Rassegna stampa del 27 gennaio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

ArchiviOK Professionisti - Lo strumento Potente Affidabile ed Economico.

Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


La "white list" rinvia al 2010

Con circolare le indicazioni sulla deducibilità delle spese nei paradisi fiscali. Vecchie regole fino all'anno successivo al varo del nuovo decreto

Per la white list appuntamento al 2010. Con la circolare n.1/E di ieri, l'agenzia delle Entrate è infatti nuovamente intervenuta sulla deducibilità delle spese sostenute con fornitori (imprese e professionisti) localizzati in Paesi a fiscalità privilegiata.
L'Agenzia ribadisce innanzitutto che fino all'emendamento del Dm di attuazione dell'articolo 168-bis del Tuir (cosiddetta white list), continua a trovare applicazione l'articolo 110, comma 10 nella versione vigente al 31 dicembre 2007 (cosiddetta black list). Le nuove regole saranno applicabili dal periodo d'imposta successivo a quello di approvazione del decreto. Quindi non nel 2009.

Il Sole 24 Ore - G. Barbagelata, A. Della Carità - art. pag. 25

Non profit, esenzioni Ici col filtro

Circolare delle Finanze evidenzia i requisiti soggettivi e oggettivi per accedere allo sgravio. La presenza di lucro o concorrenza esclude dal beneficio

Sono esenti dall'imposta comunale sugli immobili (Ici) gli immobili posseduti e utilizzati da un ente non commerciale, destinati solo allo svolgimento delle attività - tassativamente elencate dalla legge - che non devono avere esclusivamente natura commerciale.
Per individuare dette attività occorre aver riguardo alle specifiche modalità di esercizio che portano ad escludere la commercialità quando sono assenti gli elementi tipici dell'economia di mercato, ma siano presenti le finalità di solidarietà sociale alla cui tutela mira l'esenzione. Tra gli enti privati non commerciali rientrano anche gli enti ecclesiastici. Occorre verificare l'attività effettivamente svolta negli immobili e non quella che risulta nello statuto dell'ente non commerciale. La prova delle condizioni che giustificano l'esenzione spetta a chi sostiene di averne diritto.
La circolare 2/DF di ieri dell'ufficio federalismo fiscale del Dipartimento delle finanze del Mineconomia chiarisce l'applicazione dell'esenzione Ici ex art. 7, comma 1, lettera i) dlgs 504/92 oggetto di significativi interventi normativi.

Italia Oggi - I. Rocci - art. pag. 29

Prospetto disabili, l'invio è on-line

Disponibile sul portale dei consulenti l'e-book della Fondazione con tutte le istruzioni. Trasmissione al 31 gennaio. Un mese in più per chi era esonerato

Come ogni anno i datori di lavoro devono adempiere agli obblighi dettati dalla legge n. 68/99 per stabilire la quota di assunzioni da riservare ai lavoratori diversamente abili. L'art. 9, comma 6 della legge n. 68/99 stabilisce che i datori di lavoro pubblici e privati sono tenuti ad inviare agli uffici competenti un prospetto informativo dal quale risultino, alla data del 31 dicembre, il numero complessivo dei lavoratori dipendenti, il numero e i nominativi dei lavoratori computabili nella quota di riserva nonché i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i lavoratori.(...)
Per effetto delle modifiche introdotte dall'articolo 40, comma 6 della legge n. 133/08 da quest'anno la trasmissione del prospetto deve essere effettuata solo in via telematica utilizzando i servizi informatici delle regioni competenti.
In alcuni casi questa disposizione non rappresenta una novità dal momento che già da tempo alcune regioni hanno consentito ai datori di lavoro, in modo facoltativo, di utilizzare piattaforme informatiche per la trasmissione del prospetto in via telematica. L'obbligo riguarda i datori di lavoro pubblici e privati che occupano almeno 15 dipendenti, soggetti alle disposizioni sul collocamento obbligatorio.

Italia Oggi - Fondazione Studi Consulenti del lavoro - art. pag. 38

Libro unico, risolto il problema delle deleghe

L'Inail ha modificato la procedura

Risolto ieri il problema tecnico che impediva il corretto accesso al sito Inail per effettuare le comunicazioni previste in materia di deleghe al Libro Unico. L'Istituto ha provveduto (con la nota 1790) a modificare la procedura introducendo una nuova videata nel menù Autorizzazione che consente tre scelte:
-Nuova autorizzazione (per chi non ha inoltrato nulla);
-Variazione autorizzazione (è il caso di chi aveva già inoltrato la richiesta valida solo ai fini inail);
-Annullamento autorizzazione (per chi avendo errato volesse annullare la comunicazione).

Italia Oggi - Fondazione Studi Consulenti del lavoro - art. pag. 39

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile