Rassegna stampa del 10 febbraio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

ArchiviOK Professionisti - Lo strumento Potente Affidabile ed Economico.

Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Il libro unico garantito dalla marca temporale

Gli adempimenti nella gestione informatica

Il libro unico del lavoro, a pochi giorni dal suo debutto a regime, va incontro alla prima "integrazione". Infatti, il Dl 185/08 (legge 2/09) introduce l'articolo 2215-bis (articolo 16, comma 12-bis), che disciplina la tenuta informatica dei libri, dei repertori, delle scritture e di tutta la documentazione che l'impresa deve avere, in quanto prevista da leggi e regolamenti oppure perchè richiesta dalla natura o dalle dimensioni dell'impresa stessa.
Secondo le nuove regole si deve far sì che le registrazioni informatiche siano consultabili in qualunque momento attraverso i programmi messi a disposizione dal soggetto che tiene i libri. Se i registri obbligatori sono assoggettati a numerazione progressiva o a vidimazione e, in ogni caso, per rispettare la regolare tenuta - afferma l'articolo 2215-bis del Codice civile - ai relativi documenti informatici deve essere apposta - ogni tre mesi dalla loro messa in funzione - la marca temporale e la firma digitale dell'imprenditore (o di altro delegato) inerenti al documento contenente le registrazioni relative ai tre mesi precedenti.

Il Sole 24 Ore - G. Maccarone, B. Santacroce - art. pag. 21

Il conto in banca non fa la prova

Per la Cassazione la presunzione di ricavo vale solo in sede civile e per il recupero dell'imposta. Le verifiche finanziarie insufficienti per il reato di evasione

Le verifiche sui conti bancari non bastano per condannare il professionista o l'imprenditore per evasione o per un altro reato fiscale. La presunzione secondo cui i versamenti nel conto corrisponderebbero ai ricavi dell'attività, infatti, vale soltanto in sede civile per il recupero dell'imposta. Ma nel processo penale lo cose vanno diversamente: il giudice deve motivare le ragioni per cui “i dati della verifica sui conti” sono attendibili.
Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 5490 del 6 febbraio 2009, ha annullato con rinvio la condanna per evasione fiscale nei confronti di un imprenditore milanese. D'altronde, aveva detto di recente la Suprema corte con la sentenza 21213 del 2008, la soglia di punibilità (75mila euro di imposta evasa) per il reato di omessa dichiarazione deve essere accertata dal giudice penale che non può servirsi delle presunzioni esistenti nel giudizio tributario.

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 25

Mobili, inizio lavori spartiacque

Quando scatta la detrazione Irpef per l'acquisto di arredi e frigoriferi. Tetto di 10 mila euro. Ristrutturazione dimostrata con la comunicazione per il 36%

Bonus mobili e elettrodomestici, per l'inizio lavori previsto per il 36%, fa fede la comunicazione inizio lavori. Ed è necessario il pagamento mediante bonifico. Per i frigoriferi, invece, rispetto allo stesso acquisto impossibile cumulare le detrazioni esistenti.
Il riferimento al cumulo delle agevolazioni, a cui fa riferimento la norma contenuta nel decreto legge, approvato venerdì dal consiglio dei ministri, è da intendersi come possibilità di scelta della detrazione più conveniente a fronte dello stesso acquisto oppure di avvalersi delle agevolazioni per due differenti acquisti. Se si eseguono lavori su più immobili, sono possibili altrettante spese di acquisto di arredi.
Queste le prime considerazioni che emergono dalla lettura della norma riferita alla detrazione Irpef del 20% per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Italia Oggi - M. Tozzi - art. pag. 29

Vecchie password addio, arriva la card elettronica

Consulenti del lavoro

Care vecchie password addio. I consulenti del lavoro nei prossimi mesi non dovranno più districarsi attraverso una selva di codici utente, pin e password, per accedere ai sistemi informatici delle amministrazioni di riferimento, prime fra tutte l'Inps e l'Inail. Ma avranno un unico strumento che li metterà in connessione con tutti gli enti. Il sistema delle password sarà, infatti, gradualmente disattivato e, dopo un periodo di sperimentazione di un paio di mesi, durante il quale sopravviveranno le due modalità, sostituito con l'utilizzo del Documento unico di identificazione.
Non si tratta di uno stravolgimento nei sistemi informatici ma solo di una razionalizzazione e semplificazione nell'utilizzo del canale che ormai è diventato quello ordinario per relazionarsi ed effettuare gli adempimenti, nei confronti della pubblica amministrazione. L'accesso avverrà, dunque, tramite una card elettronica che contiene firma digitale, certificato di ruolo, costituisce documento di riconoscimento personale e può essere utilizzata per la registrazione ai convegni validi per la formazione continua obbligatoria.
A ciò si aggiungerà la contemporanea attivazione di una casella di posta elettronica certificata istituzionale il cui utilizzo sarà a breve obbligatorio, come previsto dalla legge n. 2/2009 di conversione del decreto anticrisi.

Italia Oggi - art. pag. 34

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile