Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 13 febbraio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Telematici

Fisco, l'offensiva dal territorio

Viaggiano in via telematica le segnalazioni dei Comuni all'agenzia delle Entrate. Sotto osservazione immobili, commercio, edilizia e libere professioni

Il Fisco prova a stringere i tempi nel suo programma di lotta all'evasione. E in vista della manovra di allargamento dell'uso del redditometro che sarà realizzata quest'anno, come previsto dal Dl 112/2008, l'agenzia delle Entrate affila le armi: creando un canale diretto con i Comuni e aggiornando i valori dell'accertamento sintetico per il biennio 2008-2009.
E' partita infatti nei giorni scorsi, precisamente il 9 febbraio, la procedura informatica, via Siatel, per consentire ai Comuni di sengnalare al Fisco i casi di probabile (visto che le segnalazioni devono essere "qualificate") evasione fiscale.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione, T. Morina - art. pag. 25

Dal libro unico un riferimento per la sicurezza

Rilevante per gli appalti

Il nuovo libro unico del lavoro (che sostituisce a ogni effetto i registri di paga e matricola) è anche uno strumento documentale della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il datore di lavoro, ai fini della regolare gestione del personale (subordinato e para-subordinato), trova nel libro unico il documento essenziale per registrare gli obblighi retributivi, contribuitivi e fiscali. D'altra parte, il datore di lavoro deve adottare tutte le norme, sostanziali e formali, stabilite dal Testo unico sulla sicurezza (decreto legislativo 81/2008).
Le questioni sono legate: ormai è generale il convincimento che la maggiore incidenza degli infortuni coincide con il lavoro irregolare, riguardante lavoratori occupati al di fuori degli obblighi di qualsiasi forma assicurativa e previdenziale.
Negli appalti pubblici e privati, per esempio nel settore delle costruzioni, appare chiaro che il coinvolgimento del committente nella materia della sicurezza viene espletato proprio mediante produzione, con qualsiasi modalità, del libro unico del lavoro.

Il Sole 24 Ore - L. Caiazza - art. pag. 25

Elenchi dei call center in salvo fino a dicembre

Autorizzato l'uso delle liste formate entro luglio 20005

Il decreto milleproroghe prova ad accelerare i tempi. Il testo approvato martedì dal Senato è stato assegnato ieri alle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera che dovranno lavorare in tempi strettissimi.
Tra le correzioni approvate dal Senato c'è anche la sanatoria per i call center. Per tutto il 2009 è possibile utilizzare, anche per finalità pubblicitarie, le informazioni contenute nelle banche dati costituite sulla base dei vecchi elenchi senza la necessità che chi utilizza i dati chieda il consenso dell'interessato. Potrebbe essere l'occasione per i gestori per mettere in regola gli elenchi più vecchi con l'informativa e la richiesta del consenso: per farlo, fino a dicembre potranno telefonare a qualsiasi abbonato.
Il timore del Garante della privacy è che i gestori approfittino di questa occasione per fare chiamate agli utenti senza vincoli.

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi, V. Maglione - art. pag. 28

Privacy concentrata su fisco, banche e sanità

il piano dei controlli annunciato dal Garante

Fisco, banche e sanità nel mirino delle ispezioni del Garante della privacy. Che ha varato il piano ispettivo per il primo semestre 2009. E che ha raccolto 1,4 milioni di euro di sanzioni nel 2008.
Ne dà notizia la newsletter n. 319 del 12 febbraio del Garante, che dà anche notizia di un provvedimento in tema di condomini: non è possibile affiggere nella bacheca condominiale atti relativi a inquilini. Il piano di ispezioni si articolerà con dettagliate verifiche sull'adozione delle misure di sicurezza sull'adempimento dell'obbligo di informativa da fornire ai cittadini, adempimenti per i quali di recente sono state innalzate le sanzioni pecuniarie amministrative e le sanzioni penali.
Gli accertamenti ispettivi previsti , effettuati anche in collaborazione con il Nucleo Privacy della Gdf, saranno oltre 200, oltre i controlli avviati sulla base di ricorsi e reclami. Contemporaneamente il Garante ha tracciato un primo bilancio delle ispezioni del 2008: 500 ispezioni su gestori telefonici, cliniche private, agenzie assicurative, soggetti pubblici che svolgono attività di riscossione, commercialisti, finanziarie, aziende che effettuano attività di vendita on line, scuole che raccolgono dati anche via Internet, centri medici di chirurgia estetica.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 27

Sondaggio: Acquisterebbe un Cellulare criptato con sistema Anti Intercettazione



Cliccare qui per rispondere










Sondaggio a cura di Interceptor A.G.

ArchiviOK Telematici


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter