Rassegna stampa del 18 febbraio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Bollettini

Mutui, il 4% amplia la platea

Dal ministero dell'Economia nuove indicazioni per il contenimento degli importi. Aiuto per chi è in ritardo nei pagamenti e per le rate costanti

Rimborsi più vicini per chi rientra nell'applicazione del "tetto" al 4% agli interessi da versare sui mutui a tasso variabile. La circolare 11434 del Ministero dell'Economia e delle Finanze (datata 13 febbraio, ma pubblicata ieri) contiene infatti nuovi chiarimenti in grado di dissipare alcuni dubbi sollevati sia dalle banche, sia dagli stessi clienti, sul testo del decreto anticrisi (Dl 185/2008, convertito dalla legge 2/2009).
La circolare stabilisce, in primo luogo, che anche i prestiti a rata costante (con tasso e durata variabile) avranno diritto all'agevolazione. "In tal caso - si legge nella circolare - l'effetto del contributo di Stato si evidenzierà sulla minor durata del mutuo piuttosto che sull'ammontare della rata che, per contratto, rimane fissa al variare del parametro di indicizzazione".

Il Sole 24 Ore - M. Cellino - art. pag. 25

Se i corrispettivi sono ridotti ok alla nota di variazione

Il chiarimento sulla variazione Iva senza limiti temporali

Nel caso in cui il corrispettivo di una prestazione di servizi già fatturato debba essere ridotto, in base al contratto tra le parti, per effetto della riduzione del costo del lavoro a seguito di un provvedimento di concessione di sgravi contributivi, il prestatore può emettere la nota di variazione in diminuzione dell'Iva senza limiti temporali; il recupero dell'imposta, però, è soggetto al rispetto del termine biennale di decadenza, decorrente dal momento in cui si è verificato il presupposto per l'emissione della nota di variazione.
Lo chiarisce l'agenzia delle entrate con la risoluzione n. 42 del 17 febbraio 2009, rispondendo al quesito di una società che, in relazione ad un contratto di servizi con la regione Sicilia, che prevede l'adeguamento del corrispettivo in caso di aumento o diminuzione del costo della manodopera in dipendenza di nuove leggi o di variazioni degli oneri sociali, aveva chiesto di sapere se potesse avvalersi della procedura di riduzione dell'Iva fatturata negli anni 2001-2004, ai sensi dell'art. 26, secondo comma, del dpr 633/72, in seguito ad un provvedimento di ammissione agli sgravi contributivi per gli anni pregressi, adottato dall'autorità competente nel 2005.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 29

Denunce facili per colf e badanti

Il ministero del lavoro rende operativa la procedura della legge 2/09. Pronta la modulistica. D'ora in poi tutte le comunicazioni andranno fatte all'Inps

Pronta la nuova modulistica per le comunicazioni sul lavoro domestico. Comunicazioni che dal 16 febbraio vanno inviate esclusivamente all'Inps e non più ai servizi per l'impiego.
Chi intanto avesse seguito la vecchia prassi (centro per l'impiego) non dovrà ripetere alcun adempimento, né avrà conseguenze sanzionatorie (la comunicazione resta valida).
Confermati i termini: la denuncia d'instaurazione va effettuata almeno il giorno prima dell'assunzione, anche se mediante modalità semplificate come il contact center attivato dall'Inps; quelle di trasformazione, proroga e cessazione entro 5 giorni dall'evento.
Le novità arrivano dalla circolare protocollo n. 1044/2009 del ministero del lavoro che dà attuazione alla legge n. 2/2009. 35

Italia Oggi - D.Cirioli - art. pag. 31

Libro Unico del Lavoro, già attiva la conservazione sostitutiva con ArchiviOK per 30.000 dipendenti

Pronti alla scadenza del 16 febbraio

Grandi e importanti aziende fra le quali l’Università Bocconi, l’ospedale Valduce, Frimont SPA, Brugola SPA e Serenissima Ristorazione SPA, hanno già realizzato la conservazione sostitutiva del Libro Unico del Lavoro per i propri dipendenti sin dalla prima scadenza prevista dalla nuova normativa al 16 febbraio 2009.
ArchiviOK, il software per l’archiviazione e la conservazione dei documenti amministrativi e contabili di aziende e professionisti, prodotto dalla Data Print Grafik, è già pronto per conservare il Libro Unico del Lavoro, il Cedolino paga (individuale e riepilogativo aziendale), il prospetto del costo del personale, il prospetto mensile TFR, delle registrazioni contabili, il modello DM10, il CUD.
Bonfiglio Mariotti, direttore generale della società nonché presidente di Assosoftware, si dichiara estremamente soddisfatto dello sforzo produttivo realizzato per essere in linea con le previsioni del dettato normativo e consentire i grandi risparmi che le imprese italiane si aspettano da questa innovazione del Ministero del Lavoro.
La dematerializzazione dei cedolini paga (ora LUL) di 30.000 dipendenti genera infatti un risparmio di oltre 1 milione di pagine ogni anno (niente più stampa né stoccaggio della copia cartacea). ArchiviOK è particolarmente adatto all’integrazione con gli applicativi gestionali delle software house specializzate in paghe e stipendi come hanno dimostrano CMA Software, Kalyos e Nuova Informatica, già pronte a tempo di record per questa prima scadenza.

a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Bollettini