Rassegna stampa del 30 marzo 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Studi di settore a doppia rete

Al di là dei ritocchi "base" una via di uscita per altre situazioni di difficoltà. Possibile indicare le cause del disallineamento da Gerico corretto

I correttivi di Sose (società per gli studi di settore) per Gerico funzionano. Ma all'esame della Commissione di esperti che si riunirà il 2 aprile ci sarà anche un elenco di situazioni residuali per permettere a coloro che non fossero rappresentati dai correttivi di indicare che - trovandosi nelle situazioni "fuori correttivo" - il mancato adeguamento è giustificato.
E' questa la situazione al momento del rush finale per l'applicazione degli studi di settore: un bilancio positivo delle prove sul campo effettuate sui correttivi e la ricerca - al momento ancora in corso - delle situazioni non rappresentate dagli studi neanche dopo la correzione.

Il Sole 24 Ore - sabato 28 marzo - A. Criscione - art. pag. 31

Cambia volto il bollettino Ici

Pronti anche quelli per imposta di scopo e accertamenti

Nuovi bollettini di conto corrente postale per i versamenti di Ici, imposta di scopo e delle somme dovute in seguito ad accertamenti dei tributi locali. I bollettini sono allegati a tre decreti dell'Economia del 25 marzo 2009, che saranno pubblicati in "Gazzetta Ufficiale".
Il modello serve per i versamenti in acconto dell'Ici 2009, entro il prossimo 16 giugno, nel caso di gestione diretta del tributo da parte del Comune, riscossione tramite Equitalia o altro soggetto concessionario al quale l'ente abbia affidato l'incarico. Il conto corrente può essere utilizzato per effettuare il versamento dell'Ici sia tramite Poste Italiane sia presso le aziende di credito convenzionate con gli enti impositori o gli affidatari del servizio. Il contribuente può pagare l'imposta anche tramite il servizio telematico di Poste Italiane.

Il Sole 24 Ore - sabato 27 marzo - S. Trovato - art. pag. 31

Sicurezza sul lavoro certificata

Il governo ha approvato lo schema di decreto correttivo del T.u. Alleggerite le sanzioni. Presunzione di conformità per chi adotta buone prassi

Le commissioni di certificazioni operative per i rapporti di lavoro potranno certificare l'adozione di modelli gestionali e organizzativi efficaci ai fini della tutela sul lavoro. In tal modo verrà conferita all'impresa una presunzione di conformità alle disposizioni del T.u. che allontana il rischio sanzioni.
È una delle principali novità previste dallo schema di dlgs correttivo del dlgs n. 81/2008 licenziato ieri dal consiglio dei ministri. Tra le altre innovazioni: la rimodulazione delle sanzioni; il restyling per la sospensione dell'attività d'impresa e la semplificazione della valutazione dei rischi (scompare la data certa mentre la valutazione del rischio stress viene correlato a specifiche regole da stabilirsi da parte della commissione consultiva). Giudizio positivo è stato espresso dalla Cna, che «nel condividere l'impostazione data al provvedimento, ovvero garantire la tutela dei lavoratori e degli addetti con meno burocrazia e vincoli, chiede al ministro del lavoro Maurizio Sacconi di definire compiutamente nel provvedimento la politica di sostegno alle imprese artigiane e alle piccole imprese».

Italia Oggi - sabato 28 marzo - D. Cirioli - art. pag. 29

Irap, il principio di cassa per il rimborso del 10%

Le risposte fornite dalle Entrate alla diretta Map del 26 marzo

Per il rimborso del 10% dell'Irap si procede con il principio di cassa e si attende la presentazione di un modello ad hoc per ottenere i rimborsi pregressi dl 2004. Chi ha versato acconti in misura maggiore rispetto a quelli dovuti, però, dovrà contenere la pretesa di rimborso all'ammontare determinato definitivamente in sede di dichiarazione.
Ecco quanto, a grandi linee, sarà contenuto nella circolare specifica e di prossima emanazione dell'Agenzia delle entrate sul tema della deduzione del 10% dell'Irap, di cui all'art. 6, del decreto n. 185/2008, convertito con modificazioni nella legge 2/09, come reso noto nella diretta Map del 26 marzo dai rappresentanti dell'Agenzia.

Italia Oggi - sabato 28 marzo - F. G. Poggiani - art. pag. 33

Controlli incrociati Inps-Entrate

Parte lo scambio mensile di informazioni sulle posizioni di categorie o settori a rischio evasione. Vigilanza mirata oltre alle ispezioni sull'idoneità delle forme contrattuali

Inps e Fisco hanno deciso di scambiarsi informazioni sui contribuenti nella attività di accertamento nei rispettivi campi. Per le verifiche contributive questa linea emerge dalla circolare n. 27/2009 dell'Inps, che richiama la convenzione del 12 dicembre 2008 stipulata con l'agenzia delle Entrate.
Per avere un'idea di che cosa si tratta è utile riferirsi a quanto stabilisce l'articolo 83, comma 1 della legge 133/2008, dal titolo "efficienza dell'amministrazione finanziaria" e che propone due aree di intervento.

Il Sole 24 Ore del lunedì, Norme e Tributi - T. Bussino - art. pag. 7

Marketing, privacy a senso alterno

Il quadro di tutela non è univoco dopo alcune novità di giurisprudenza, legislatore e garante Limiti all'acquisto di parole chiave on-line. Sì ai volantini

Novità a corrente alternata su marketing e privacy. Stretto in un angolo il key word marketing (con una sentenza del tribunale di Milano); porta aperta (dal legislatore) al marketing telefonico e subito sbarrata (dal Garante della privacy); rimossi (dal Garante) gli ostacoli per il marketing cartaceo.
L'andamento, non proprio lineare dei vari orientamenti espressi stenta a definire un quadro unitario e anche il consumatore/utente non trova un disegno univoco della tutela della propria riservatezza o comunque non trova risposta al bisogno di un mercato di sana concorrenzialità. Quindi non si può fare marketing su Internet comprando dal motore di ricerca una parola (che costituisce un link sponsorizzato) corrispondente a un marchio del proprio concorrente; però si può fare marketing cartaceo indirizzando comunicazioni ai propri clienti relativamente ai propri prodotti; mentre si può fare marketing telefonico (senza consenso e senza informativa) fino a fine 2009 se si usano mailing list tratte dagli elenchi telefonici ante 1° agosto 2005 (ma senza fare i furbetti, perché altrimenti scattano le sanzioni del Garante).

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 16

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile