Rassegna stampa del 7 aprile 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Fattura

Aiuti "stabili" per l'auto

La Camera ha approvato il testo che ora passa al Senato per il via libera definitivo. Nel provvedimento anche le detrazioni per l'acquisto di mobili

Il decreto legge incentivi (5 del 2009) completa il giro di boa. Dopo la fiducia - la 14esima delle legislatura - votata giovedì scorso, ieri l'Aula della Camera ha approvato il testo, modificato dal maxi-emendamento del Governo: che, tra l'altro, ha innestato nel decreto 5 la sanatoria per le aziende che hanno sforato le quote latte assegnate. (...)
Il testo uscito da Montecitorio conferma gli incentivi varati d'urgenza dall'Esecutivo per auto e moto. Restano fermi quindi il contributo di 1.500 euro per chi rottama la vecchia auto (immatricolata fino al 31 dicembre 1999) o, di categoria Euro 0 o Euro 2, e ne acquista una nuova, Euro 4 o Euro 5; quello di 2.500 euro per chi rottama un autocarro; e quello di 500 euro per chi acquista un motociclo (fino a 400 cc di cilindrata o a 60 kW) e ne rottama uno inquinante.

Il Sole 24 Ore - M. Caprino, V. Maglione - art. pag. 27

Libro soci, uno stop da 200 mln

Da Unioncamere e NetConsulting numeri e impatto della modifica introdotta dal dl anticrisi. Oltre 800 mila imprese interessate (srl e società consortili)

L'abolizione del libro soci vale per le srl italiane circa 200 milioni di euro. A tanto ammonta il risparmio annuo generato dalla cancellazione dell'adempimento della tenuta del libro e degli adempimenti connessi disposta dall'art. 16 del dl anticrisi (n. 185/2008, poi convertito nella legge n. 2/2009).
Più in particolare, per le oltre 800 mila imprese interessate (tra srl e società consortili a responsabilità limitata), 120 milioni di euro di risparmi derivano dall'abrogazione della tenuta del libro soci, mentre 86 milioni (di cui circa la metà imputabili alle Camere di commercio) giungono dal mancato invio dell'elenco soci al Registro delle imprese.
I numeri sono stati forniti ieri da Unioncamere, sulla base di uno studio operato da NetConsulting, secondo il quale il risparmio complessivo per il sistema Paese derivante da tutti gli strumenti di semplificazione burocratica messi in campo dalla manovra anticrisi ammonta per aziende, professionisti, Cciaa e p.a. a 11,6 miliardi di euro annui.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 27

Catasto, lotta alla vendita dei dati

Il piano triennale dell'Agenzia delle entrate. Campagna di 500 mila controlli sui fabbricati. Verifiche sul riutilizzo commerciale delle informazioni ipotecarie

Contrasto al riutilizzo commerciale dei dati ipotecari e catastali e controlli a tutto campo. Cinquecentodiecimila controlli attivati nel corso del 2009 da parte dell'Agenzia del territorio in collaborazione con l'Agenzia delle entrate e l'Agea per l'aggiornamento del catasto dei terreni e dei fabbricati. In particolare, i funzionari dell'Agenzia guidata da Gabriella Alemanno, nel corso del 2009 dovranno inviare 410 mila preavvisi per le particelle non presenti in catasto o ad ampliamenti non registrati, mentre sono 100 mila le segnalazioni inviate per le stesse tipologie di unità immobiliari. Mentre procede il lavoro sulle microzone e sulla revisione dei classamenti iniziata dai comuni con la finanziaria 2005.
Per il 2009, l'agenzia dovrà garantire il 30% circa del lavoro per l'adempimento spontaneo e per le notifiche degli avvisi bonari da parte del comune, mentre il lavoro di mappatura delle microzone revisionate dovrà arrivare a completare l'80% della programmazione per il 2009.
Sono questi alcuni dei dati evidenziati nel piano dell'Agenzia del territorio che sarà presentato alle sigle sindacali il 16 aprile prossimo.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 30

Partecipazioni, holding senza albo

In Gazzetta Ufficiale il decreto dell'Economia con la nuova disciplina per gli intermediari. L'obbligo soltanto per chi svolge altre attività finanziarie

Le società attive nell'assunzione di partecipazioni non dovranno più iscriversi nell'apposito albo tenuto dalla Banca d'Italia ai sensi dell'articolo 113 del Testo unico bancario.
Lo prevede il decreto 29 del 17 febbraio pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 aprile scorso il ministero dell'economia e delle finanze con il quale si detta la nuova disciplina su attività e funzionamento degli intermediari finanziari italiani ed esteri nonché sulle modalità di iscrizione e gestione dei relativi albi.

Italia Oggi - F. Vedana - art. pag. 32

Colf, appello Inps

Scadenza piena di semplificazioni. Ispezioni in arrivo. Venerdì il primo pagamento 2009

Conto alla rovescia per il primo pagamento dei contributi sui domestici. Venerdì 10 aprile scade il termine per il versamento relativo a gennaio/marzo 2009. L'appuntamento è interessato dalle novità di semplificazione che l'Inps ha introdotto in questi primi mesi del nuovo anno. A tale fase faranno seguito iniziative di controllo per verificare il corretto assolvimento degli obblighi contributivi.
Lo spiega in un comunicato stampa diffuso ieri lo stesso istituto previdenziale.(...) Per la prima volta in occasione della scadenza del 10 aprile prossimo, l'Inps ha inviato una lettera e il bollettino da utilizzare per il versamento a circa 700 mila datori di lavoro domestico, titolari di un rapporto di lavoro attivo o che comunque non ne hanno comunicato la cessazione. I bollettini inviati sono già precompilati in base ai dati precedentemente comunicati all'istituto e possono essere utilizzati nel caso non sia intervenuta alcuna variazione nel rapporto di lavoro. Laddove vi siano stati cambiamenti possono essere utilizzati gli appositi bollettini in bianco (allegati insieme a quelli precompilati), da integrare con i nuovi dati.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 33