Rassegna stampa del 15 aprile 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Telematici

Deduzione Irap, criterio ibrido

I chiarimenti delle Entrate. La circolare sulla determinazione del beneficio introdotto dalla manovra anti-crisi.

Deduzione Irap al 10% con criterio di cassa, ma nel limite dell'imposta di competenza dell'esercizio. Se, infatti, l'acconto versato ha superato il debito dell'anno, la deduzione spetta sul minore importo.
Lo ha chiarito la circolare 16/E di ieri, con la quale l'agenzia delle Entrate illustra la nuova deduzione introdotta dalla manovra anti-crisi (articolo 6 del decreto legge 185/08).
Per il rimborso di annualità pregresse, il termine di prescrizione non scaduto al 29 novembre 2008 è sospeso fino al sessantesimo giorno successivo all'avvio della procedura telematica.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 31

Archivi, più tempo per la firma elettronica

In "Gazzetta"

Entro il quarto mese successivo alla presentazione della dichiarazione dei redditi deve essere inviata l'impronta dell'archivio informatico dei documenti conservati in modalità sostitutiva al fine di estenderne la validità nel tempo.
In attesa del provvedimento direttoriale con cui saranno individuate le modalità di trasmissione, con il decreto ministeriale del 6 marzo 2009, pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" 80 del 6 aprile, è stato così modificato l'articolo 5, comma 1 del decreto del ministro dell'Economia e delle finanze 23 gennaio 2004. C'è così un mese in più per trasmettere all'agenzia delle Entrate l'impronta dell'archivio informatico, la relativa sottoscrizione elettronica e la marcatura temporale.

Il Sole 24 Ore - B. Sa.- art. pag. 35

Società con maxi-responsabilità

Diritto penale dell'economia. Anche la Comunitaria 2009 allunga i reati-presupposto della "231"

Associazione criminale. Ma anche falsificazione e frode. E ancora: traffico di stupefacenti e violazioni della normativa su marchi e brevetti (proprietà industriale), immigrazione clandestina. E' destinato ad allungarsi l'elenco dei reati presupposto contenuti nel decreto legislativo 231 del 2001.
Comune il plafond normativo: l'illecito deve essere compiuto da un dipendente, anche un manager, e l'impresa deve averne tratto un vantaggio.
Nei prossimi mesi il diritto penale dell'economia vedrà arricchirsi uno dei versanti tradizionalmente più "vivaci", consolidando una tendenza che forse non era così evidente nel 2001, quando venne per la prima volta introdotto nel nostro ordinamento il principio per cui anche l'ente può essere chiamato in causa e rispondere, sia pure a titolo formalmente amministrativo, in un processo penale.

Il Sole 24 Ore - G. Negri - art. pag. 37

Guerra ai finti circoli ricreativi

ONLUS. La circolare 13/E sugli accertamenti 2009 dedica ampio spazio al terzo settore.Il fisco userà banche dati, interrogazioni, registri e siti web

Via libera al monitoraggio sul terzo settore, necessario per individuare abusi tributari nell'applicazione di regimi agevolati non spettanti, con l'intensificazione dell'attività di controllo nel corso del 2009, al fine di determinare un dirompente impatto dissuasivo e la notifica dei relativi avvisi di accertamento. Ecco il motivo di una collocazione ad hoc, all'interno della circolare 9/4/2009 n. 13/E, dell'Agenzia delle entrate, dell'individuazione di indirizzi operativi per le attività di prevenzione e contrasto all'evasione per l'anno in corso, anche in relazione all'introduzione delle nuove disposizioni, di cui all'art. 30 del decreto anticrisi.
Secondo l'amministrazione finanziaria, il terzo settore (associazioni di promozione sociale, sportive dilettantistiche, enti ecclesiastici, onlus ecc.) deve essere «attentamente» monitorato al fine di scovare abusi e soprattutto per evidenziare i rischi nell'applicazione di regimi agevolativi non spettanti, in relazione all'esercizio dell'attività effettivamente esercitata, pianificando un numero di controlli idoneo, affermano le Entrate «..a supportare l'effetto di deterrenza indotto dalla menzionata, nuova normativa».

Italia Oggi - F. G. Poggiani - art. pag. 31

Crisi, consulenza Inps alle famiglie

Una circolare dell'istituto illustra le misure di comunicazione per i lavoratori disoccupati. Tre nuovi canali informativi per conoscere tutte le indennità

Deciso impegno dell'Inps nei confronti della famiglia, attraverso la riqualificazione e ottimizzazione dei suoi servizi. Le disposizioni normative recentemente intervenute, si legge nella circolare n. 56/2009, hanno rafforzato e centralizzato il ruolo dell'Istituto che si trova a dover dare adeguato sostegno al reddito dei lavoratori in situazione di sospensione o disoccupazione. In questa situazione si è reso necessario qualificare e ottimizzare i servizi e le tutele offerte a sostegno della famiglia.
A tal fine, è stato approvato un protocollo d'intesa con la presidenza del Consiglio dei ministri (sottosegretario di stato con delega alle politiche per la famiglia) che prevede la realizzazione di una collaborazione sistematica per l'ottimizzazione delle informazioni collegate alle tutele previste a sostegno della maternità/paternità, nonché al nucleo familiare con tre figli minori concesso dai Comuni.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 37

Data print Grafik sponsor ufficiale dell'evento C.SP

La C.SP, fondata nel 1998 su iniziativa di un gruppo di “Concessionari” e di “Systems Partner” Olivetti, ha realizzato il 4 aprile 2009 la tradizionale Giornata di studio

Si è concluso positivamente l’annuale incontro di C.SP, tenutosi a Milano Marittima il 4 aprile, che ha visto la partecipazione di oltre 70 aziende informatiche provenienti dal territorio italiano e di Data Print Grafik come sponsor ufficiale dell’evento.
Grazie infatti alla presentazione di alcuni dei propri prodotti, Data Print Grafik ha saputo raccogliere la fiducia del management C.SP e i consensi dei suoi Soci e di tutti i Partner presenti.
L’attenzione in sala, riservata soprattutto verso la gamma dei prodotti software di ArchiviOK, può tradursi nella possibilità di aprire nuovi Canali di vendita come ci spiega Paolo Rosetti, Vice Direttore Generale di Data Print Grafik, esprimendo la massima soddisfazione per la partnership creata con una realtà, come quella di C.SP, dalle grandi potenzialità. “Vediamo importanti possibilità di sviluppo nella alleanza con C.SP, perché nonostante il quadro generale non sia improntato all’ottimismo, le aziende sono alla ricerca di strumenti in grado di automatizzare processi ripetitivi, come la Fatturazione elettronica, l’Archiviazione documentale e la Conservazione sostitutiva di qualsiasi documento in formato elettronico.
Data Print Grafik ha creato, infatti, una gamma completa di prodotti per Professionisti, Aziende e Pubblica Amministrazione ad alto valore aggiunto, in grado di integrarsi con i maggiori sistemi informativi e ridurre notevolmente i tempi e i costi di gestione.”

A cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Telematici