Rassegna stampa del 29 aprile 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Telematici

Iva per cassa, verifica continua

Da ieri è possibile emettere le fatture con l'indicazione dell'esigibilità differita dell'imposta. Il limite del volume d'affari di 200mila euro va rispettato per tutto l'anno

Al via la fatturazione con Iva ad esigibilità differita. E' stato infatti pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 96 del 27 aprile, con efficacia dal giorno successivo, il decreto ministeriale del 26 marzo scorso emanato in attuazione dell'articolo 7 del Dl 185/08, che ha introdotto nel nostro ordinamento il meccanismo dell'Iva per cassa.
Sono assoggettabili al nuovo regime tutte le operazioni effettuate a partire dalla data di ieri, 28 aprile, purchè ovviamente, poste in essere in presenza dei requisiti previsti dalla norma. L'applicazione dell'Iva per cassa consente al soggetto passivo debitore dell'imposta di procrastinare il versamento del tributo all'effettivo pagamento da parte del proprio cliente. In questo modo, l'operatore evita di anticipare l'Iva all'erario.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 30

Compartecipazione Iva ai comuni

Nel giorno dell'approvazione definitiva del federalismo fiscale il ministro anticipa le novità in arrivo Calderoli: così compensiamo i tagli Ici. Affitti, cedolare con dl

Una compartecipazione all'Iva per compensare i comuni del taglio all'Ici prima casa. Nessun ulteriore prelievo immobiliare, dunque, né tantomeno il 20% dell'Irpef come chiesto a gran voce da molti sindaci del Nord. Il governo preferisce puntare sull'imposta sul valore aggiunto, legata ai consumi sul territorio. E promette un restyling del patto di stabilità su base pluriennale e di comparto.
Saranno queste le novità che gli enti locali troveranno nel primo decreto attuativo del federalismo fiscale. La riforma federale sarà definitivamente approvata stasera dal senato dopo soli sette mesi di gestazione (il ddl è stato incardinato a Palazzo Madama nell'ottobre 2008).

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 28

Privacy semplificata

Circolare Assonime analizza le novità in materia. Istruzioni verbali ai dipendenti

Istruzioni orali (e non solo scritte) ai dipendenti sulla sicurezza privacy. È questa la prescrizione principale messa in evidenza dall'Assonime nella sua circolare n. 20 del 28 aprile 2009, che si occupa dei recenti provvedimenti in materia di sicurezza, notificazione dei trattamenti, banche dati costituite sulla base dei vecchi elenchi telefonici e sanzioni per violazioni del codice della privacy.
La circolare si sofferma in particolare sulle semplificazioni in materia di sicurezza operate con il provvedimento del garante del 27 novembre 2008 e ricorda che entro il 30 giugno 2009 le imprese dovranno nominare un amministratore di sistema.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 30

Contributi del defunto deducibili dal superstite

Una risoluzione delle Entrate sui versamenti previdenziali

I contributi previdenziali del defunto approdano in Unico. La risoluzione dell'Agenzia delle entrate n. 114 del 28 aprile 2009 ha ammesso la possibilità per il coniuge superstite di dedurre i versamenti dovuti dall'estinto sul presupposto che gli stessi siano necessari per ottenere la pensione di reversibilità. Si tratta, in effetti, di spese che il contribuente ancora in vita sostiene a proprio vantaggio considerato che il trattamento indiretto spetta ai congiunti solo se il defunto al momento del decesso possiede i requisiti di assicurazione e contribuzione per la pensione di vecchiaia.
La deducibilità di tale erogazioni è rimessa, quindi, alla circostanza che il mancato versamento degli stessi impedisca l'erogazione del trattamento pensionistico agli eredi.

Italia Oggi - S. Mazzei - art. pag. 32

Codici tributo in 4

Risoluzione sui parametri da usare per il modello F24. Famiglia, incapienti e detassazione

Dal bonus famiglia al bonus incapienti, passando per la detassazione dei premi di produttività. Arrivano quattro nuovi codici tributo per usufruire, restituire o versare le somme relative alle misure in questione tramite il modello F24.
A istituirli è stata l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 115/E del 28 aprile 2009.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 33

ArchiviOK Telematici