Rassegna stampa dell'8 maggio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Il 55% passa dal web

Agevolazioni. Modello dal 2010

Via alla comunicazione degli interventi sul risparmio energetico da inviare telematicamente alle Entrate per la detrazione Irpef/Ires del 55 per cento. Devono inviarla solo coloro che proseguiranno i lavori nel 2010 e/o negli anni successivi. La semplificazione è chiarita nelle istruzioni al modello approvato dal provvedimento del direttore delle Entrate del 6 maggio 2009.
Con la conversione in legge del Dl 185/08, è stato chiarito che per il 55% non si deve attendere il via libera o l'approvazione dell'agevolazione da parte delle Entrate, in quanto il bonus non è condizionato ai fondi disponibili.

Il Sole 24 Ore - L. D. S.- art. pag. 32

Aree o muri, rivalutazioni a scelta

La circolare dell'Agenzia delle entrate chiarisce il comportamento da adottare in numerosi casi dubbi. Opzionabile la valorizzazione di terreni o di fabbricati

Rivalutazione opzionale per i fabbricati e per le aree su cui gli stessi insistono. Valore del terreno da individuare in base alla perizia e non in misura forfettaria. Le aree edificate sono quelle su cui insistono fabbricati significativi.
Questi i contenuti di maggior rilievo della circolare 22/E di ieri. La circolare chiarisce in primo luogo che la qualificazione delle aree sottostanti al fabbricato o di quelle di pertinenza di un fabbricato strumentale come aree non ammortizzabili, è sempre valida indipendentemente dalla circostanza che l'area stessa sia iscritta in bilancio unitamente al valore del fabbricato ovvero separatamente. Ciò detto ai fini della rivalutazione si ottiene che l'area e il fabbricato sono da comprendere nelle due diverse categorie omogenee previste dal decreto legge 185 e conseguentemente che il contribuente può decidere di rivalutare la sola area ovvero il solo fabbricato o entrambi.

Italia Oggi - N. Villa - art. pag. 25

Lo scontrino parla meno

Provvedimento del garante privacy ha fissato le nuove regole dal 2010. Un codice alfanumerico invece del farmaco

Stop alle indicazioni dei nomi dei farmaci e dei medicinali sullo scontrino fiscale rilasciato dalle farmacie. Violano la privacy. E pertanto devono essere sostituite dal codice alfanumerico posto sulla confezione di ogni medicinale.
A stabilirlo è stato, con provvedimento del 29 aprile 2009 (pubblicato nella G.U. n. 104 del 7 maggio 2009) il Garante per la protezione dei dati personali che ha assegnato tre mesi di tempo all'Agenzia delle entrate per fornire indicazioni operative alle farmacie le quali, entro la fine dell'anno in corso, dovranno nuovamente adeguare i registratori di cassa.

Italia Oggi - M. Bonazzi - art. pag. 28

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile