Rassegna stampa del 19 maggio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Fattura

L'acconto rilancia il previsionale e le rate

Le valutazioni di convenienza in vista del 16 giugno. La rideterminazione del reddito anticipa i tempi

La scadenza di Unico in periodo di crisi porta ad attente analisi di convenienza: il 16 giugno infatti scade il primo termine dei versamenti in acconto e molti si stanno domandando quanto possano essere "confermabili" i redditi presi a riferimento per il calcolo.
L'acconto in scadenza il 16 giugno (o 16 luglio, ma con la maggiorazione dello 0,4%) obbliga a versare un importo pari al 40% del 100% per i soggetti Ires (99% per i soggetti Irpef) delle imposte relative all'anno precedente, se si sceglie il metodo storico. Nel conteggio bisogna considerare l'evoluzione normativa, correggendo il reddito 2008 a seguito delle novità in vigore nel 2009.

Il Sole 24 Ore - A. Cioccarelli - art. pag. 33

Nuovi conti dormienti, risveglio entro maggio

Da ieri su internet il secondo elenco dei rapporti "dimenticati". Restano ancora due settimane per impedire il trasloco al fondo

Due settimane per risvegliare i conti dormienti. E' stato pubblicato ieri sul sito internet del ministero dell'Economia il nuovo elenco dei rapporti non movimentati per almeno 10 anni: quasi pronti per "traslocare" nel fondo creato presso l'Economia destinato a fini sociali, ma ancora recuperabili se ci si attiva entro il 31 maggio. Si tratta delle somme cadute "in sonno" dal 17 agosto del 2007 alla fine dello scorso anno, non ancora reclamate daei titolari e comunicate dagli intermediari al ministero dell'Economia entro il 31 marzo: in tutto, secondo i dati diffusi dallo stesso ministero venerdì scorso, si tratta di 35.426 rapporti, che valgono più di 47 milioni.

Il Sole 24 Ore - V. Maglione - art. pag. 37

Studi sotto pressione antimafia

Pacchetto sicurezza. I poteri di accertametno della Procura nazionale estesi ai professionisti. Nel mirino le infiltrazioni delle organizzazioni criminali

Per il ministro della Giustizia Angelino Alfano, che l'ha presentato ieri a Palermo, si tratta del "più grosso sistema di contrasto alla mafia dai tempi di Giovanni Falcone al ministero della Giustizia". Di sicuro il filone della lotta alla criminalità organizzata costituisce uno degli elementi che caratterizzano il disegno di legge sicurezza approvato la settimana scorsa con voto di fiducia dalla Camera e ora all'esame del Senato. (...)
Il provvedimento amplia anche i poteri della Procura nazionale antimafia e dei prefetti. La prima potrà per esempio svolgere accertamenti e controlli nei confronti di tutti i soggetti compresi nella disciplina antiriciclaggio e, tra questi, in prima fila ci sono i professionisti. Nei confronti di dottori commercialisti, notai, avvocati, i Pm antimafia potranno effettuare tutte le verifiche necessarie all'accertamento di pericoli di infiltrazione da parte della delinquenza di stampo mafioso.

Il Sole 24 Ore - G. Negri - art. pag. 38

Clausole, vigila l’amministratore

Circolare Assonime sulla cessione di quote di srl. Il professionista non può rifiutare il deposito. Il commercialista deve verificare il rispetto dello statuto

Anche il dottore commercialista, come il notaio, è tenuto ad informare le parti dell’esistenza di clausole che limitano la circolazione della quota ma, in ogni caso, non può rifiutarsi di depositare l’atto.
Permane in capo all’amministratore l’obbligo di verificare il rispetto delle condizioni statutarie previste per la cessione della quota nel momento in cui l’acquirente voglia esercitare i propri diritti sociali con assunzione di specifiche responsabilità a riguardo.
Sono alcuni dei chiarimenti traibili dalla circolare Assonime n. 21 del 18/5/2009 sull’abolizione del libro soci nella srl.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 27

Niente foto senza consenso

Privacy e Facebook. Un vademecum del garante sui social network. Il trattamento dei propri dati tra le verifiche

Leggere bene l'informativa privacy, controllare come vengono trattati i propri dati e non pubblicare dati altrui (anche foto) senza consenso. In ogni caso la prima cautela è verificare bene con chi si ha a che fare. Si muove tra prescrizioni giuridiche e consigli di buon senso il decalogo del garante della privacy per Facebook e social network.
La guida messa a punto dal garante «Social Network: Attenzione agli effetti collaterali» è un vademecum sia per persone alle prime armi sia per utenti più esperti.
La guida è organizzata in quattro capitoli. Il primo (Avviso ai naviganti) inquadra i problemi e descrive rischi che si possono incontrare nell'uso dei social network. Il secondo capitolo (Ti sei mai chiesto?) raccoglie una sorta di check list che ogni utente dovrebbe controllare prima di pubblicare su internet i propri dati personali, le informazioni sulla propria vita e o su quella delle persone a lui vicine. Il terzo capitolo contiene i «Consigli per un uso consapevole dei social network». Chiude la guida un glossario che spiega «il gergo della rete».

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 28

Abruzzo, fissati criteri per dedurre

Dm con le associazioni a cui inviare fondi

Onlus, fondazioni e associazioni che nel proprio statuto prevedano azioni umanitarie in sostegno delle popolazioni colpite da calamità, enti pubblici e associazioni sindacali. Sono questi, in sintesi, i soggetti per il cui tramite potranno essere effettuate erogazioni liberali deducibili dal reddito d'impresa in favore delle persone colpite dal sisma in Abruzzo del 6 aprile scorso.
Gli enti sono stati individuati da un decreto del prefetto di L'Aquila, Franco Gabrielli, firmato il 5 maggio 2009 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 112 del 16 maggio scorso.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 30