Rassegna stampa del 20 maggio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Telematici

Ici, assimilazioni senza rimborsi

Enti locali. Il parere della Corte dei conti, sezione Lombardia

Le assimiliazioni all'abitazione principale "non tipizzate" dalla legge che i Comuni hanno comunque introdotto nei regolamenti rimangono a loro carico. Gli enti infatti "non devono e non possono" chiedere allo Stato la compensazione per il mancato gettito, dopo che il ministero delle Finanze ha escluso queste tipologie di immobili dall'alveo dei rimborsi statali previsti dopo l'abolizione dell'Ici sull'abitazione principale.
La precisazione arriva dalla Corte dei conti, sezione Lombardia (parere 208/2009) e segna una nuova tappa nel balletto che da quasi un anno impegna i Comuni sul trattamento dell'ex-Ici prima casa.

Il Sole 24 Ore - G. Tr. - art. pag. 34

L'Inps per l'unificazione di 'Emens' e 'Dm10'

Da giugno il progetto per accorpare dati retributivi e contributivi. Le informazioni saranno disaggregate per lavoratore

Un solo file in cui saranno contenuti i dati retributivi e contributivi dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori. Il progetto Uniemens cui l'Inps sta lavorando consentirà di unificare l'Emens e il Dm10.
Un risultato che permetterà di avere, ogni mese, per ciascun lavoratore dipendente e collaboratore, le informazioni sull'imponibile retributivo e sui contributi, con la possibilità di interagire, attraverso il software di controllo, con il sistema centrale dell'Inps e di verificare la congruità dei dati e la correttezza di aliquote.

Il Sole 24 Ore - M. C. De Cesari - art. pag. 37

Ritardati versamenti, mora al 4%

Il decreto sull'abbattimento degli interessi arriva alla firma del ministero dell'economia. Dall'1 gennaio 2010 il tasso legale si abbassa al 3,5%

Sugli interessi legali arriva la sforbiciata di Giulio Tremonti. Per i tassi di interesse che i contribuenti devono pagare su rate o pagamenti tardivi si avrà una percentuale pari al 4%, percentuale che, a partire dal primo gennaio 2010, scenderà al 3,5%.
Il ministro dell'economia, rispondendo a una richiesta di Attilio Befera, direttore dell'Agenzia delle entrate, ieri, al terzo e conclusivo incontro del liquidity day, ha detto che il provvedimento che modifica l'importo dei tassi è pronto. Ieri, in serata sono state apportate le ultime modifiche e il testo potrebbe essere firmato anche oggi.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 29

Amministratori di sistema doc

Privacy. Il Garante ha risposto a una serie di quesiti posti da imprese e uffici pubblici. Una disciplina flessibile sulla registrazione degli accessi

Amministratore di sistema su misura. Il Garante della privacy risponde ai quesiti posti da imprese e pubbliche amministrazioni sull'adempimento in scadenza al 30 giugno 2009 e fornisce un identikit flessibile dell'esperto informatico. La stessa flessibilità riguarda l'attività dell'amministratore e la vigilanza sullo stesso, con particolare riferimento ai cosiddetti access log (registrazioni degli accessi dell'amministratore): è previsto un livello base, in genere garantito dai sistemi operativi di uso comune, ma il titolare deve verificarne l'adeguatezza alla sua organizzazione.
Insomma niente panico neanche per la registrazione degli accesso dell'amministratore: i provvedimento del garante non entra nel merito della genuinità delle registrazioni stesse. Peraltro la materia potrebbe essere suscettibili di ulteriori interventi: è in corso fino a fine maggio 2009 una procedura di consultazione pubblica sul provvedimento originario (risalente al 27 novembre 2008).

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 30

Studi associati in litisconsorzio

Cassazione. Una sentenza a sostegno del principio dell'unitarietà dell'accertamento. La verifica su un socio coinvolge in giudizio tutti gli altri

Il principio dell'unitarietà dell'accertamento entra anche nei grandi studi. Infatti tutti i professionisti di una società professionale devono partecipare alla causa contro il fisco quando questo accerta il maggior reddito di uno di loro sulla base dei ricavi della società stessa. Si tratta infatti di un litisconsorzio necessario.
Lo ha sancito la Cassazione che, con la sentenza n. 11466 del 18 maggio 2009, ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate che aveva chiesto la nullità di un giudizio al quale aveva partecipato soltanto uno dei professionisti di una società professionale.

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 32

ArchiviOK Telematici