Rassegna stampa del 16 giugno 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


I contribuenti di Unico al primo versamento

Adempimenti. Per chi non è soggetto agli studi

Ultimo giorno per il versamento delle imposte da parte delle società che non rientrano nella disciplina degli studi di settore. Assonime, con la circolare 25 diffusa ieri, ricorda la scadenza del 16 giugno per il pagamento dei saldi Ires e Irap e della prima rata di acconto 2009. Alla cassa anche le numerose imposte sostitutive che interessano le imprese. Sostitutive che, come le altre imposte, possono essere versate entro il 16 luglio maggiorando gli importi dello 0,4 per cento.
Con riferimento agli acconti Ires e Irap, Assonime evidenzia che l'adozione del metodo previsionale presenta diverse utilità.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 35

Compensazioni fiscali con il filtro

L'annuncio dell'Agenzia delle entrate. I commercialisti: disponibili alla collaborazione.
Emerse frodi per 317 mln €. Controllo preventivi in arrivo.

La stretta sulle compensazioni fraudolente passerà anche per il controllo preventivo. Ad annunciarlo Attilio Befera, direttore dell'Agenzia delle entrate durante la conferenza stampa di ieri sui primi risultati della task force antifrode sulle indebite compensazioni. "Presenteremo al ministero una proposta normativa perché sia possibile effettuare un'attività di prevenzione, vorremmo ragionare" ha continuato Befera, "su un controllo preventivo alla compensazione, senza toccare i cittadini onesti, e non dopo che questa è avvenuta". Intanto la task force antifrode ha consentito di far emergere 317 mld di euro (150 da frodi di piccolo taglio e 167 da frodi articolate), mentre sono in procinto di essere chiuse altre partite con il fisco per altri 180 mln di euro. E l'obiettivo è quello di "arrivare a far emergere un miliardo di euro", ha stimato Befera.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 37

Dall'Inps Cassa in deroga veloce

Lavoro. L'istituto attiva la procedura informatica per ricevere le domande delle aziende.
Il pagamento diretto non richiede il passagfgio in Regione.

Prende forma la rete informatica voluta dalle recenti norme emanate in materia di ammortizzatori in deroga.
Aziende, Inps e Regioni dovranno interagire telematicamenteal fine di consentire l'accesso agli strumenti a salvaguardia del reddito. Con il messaggio 13613 di ieri, l'Istituto di previdenza comunica le modalità operative a cui dovranno attenersi i datori di lavoro che intendono avvalersi degli aiuti messi a disposizione dello Stato.
L'Inps ribadisce che tutte le comunicazioni dovranno essere telematiche, per consentire una veloce erogazione delle prestazioni ai lavoratori.
L'iter procedurale a regime consente alle aziende interessate di trasmettere la domanda di integrazione salariale in deroga sia all'Inps, sia alla Regione.

Il sole 24 ore - A. Cannioto, G. Maccarone - art. pag. 35

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile