Rassegna stampa del 18 giugno 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Compensazione fra rimborsi fiscali e debiti a ruolo

Riscossione. Direttiva di Equitalia per attivare la procedura
In arrivo comunicazioni per 100 milioni.

Equitalia invierà ai contribuenti proposte di compensazione per 100 milioni. Sarà questo il primo effetto della direttiva di Equitalia Spa, la 6/2009 del 15 giugno, alle società partecipate, per permettere la compensazione tra crediti tributari e cartelle esattoriali, secondo quanto previsto dal Dl 262 del 2006. Secondo quento fanno sapere da Equitalia, la possibilità di compensazione sarà attivabile se i contribuenti sono debitori di un tributo erario o di un tributo locale.
Il primo scaglione di proposte di transazione riguarda solo le persone fisiche (Agenzia e società di riscossione stanno lavorando a una successiva per gli enti diversi dalle persone fisiche) e sarà indirizzata a circa 166 mila soggetti, con importi medi di poco superiori ai 600 euro per ciascuna compensazione.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 293

Riordino interessi, 730 penalizzati

Per effetto del dm 21/5/2009 sostituti in tilt in caso di pagamento rateizzato di saldo/acconto.
Conveniente la trasmissione telematica di Unico e MiniUnico

I contribuenti che hanno presentato il modello 730 decidendo di pagare il saldo e/o l'acconto in forma rateale, mandano in tilt i loro sostituti d'imposta nel calcolo degli interessi. Questo l'effetto dell'art. 5 del decreto 21 maggio 2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.136 del 15 giugno 2009 (si veda ItaliaOggi del 16 giugno scorso) che ha ridotto, dal 6 al 4% su base annua, la misura degli interessi per i pagamenti rateali. Che indurrà, peraltro, coloro che presenteranno Unico o MiniUnico ad utilizzare il canale telematico pur trovandosi nelle condizioni per poter presentare la dichiarazione agli uffici postali.

Italia Oggi - M. Bonazzi - art. pag. 38

Con l'affitto dell'azienda liberi da Gerico

Studi di settore. Le risposte al Forum

Le procedure standardizzate sembrano inconciliabili con gli studi di settore; questo un ulteriore messaggio desumibile dalle risposte che le Entrate hanno rilasciato durante il Forum online del Sole 24 ore con la stessa Agenzia. Pertanto, nessuna speranza di disporre, ad esempio, di specifiche funzioni che possano riconoscere automaticamente l'esistenza di una condizione di marginalità economica del contribuente che renda ininfluente la ricostruzione operata da Gerico. Intanto sulla "Gazzetta Ufficale" 138 del 17 giugno è stato pubblicato il decreto 19 maggio 2009 del ministero dell'Economia con l' "Approvazione della revisione congiunturale degli studi di settore .

Il sole 24 ore - G.P. Ranocchi, G. Valcarenghi - art. pag. 29

Per i "minimi" la sopresa del conto previdenziale

L'Inps rende più pesante la base imponibile.

Con i contribuenti minimi, autonomi e piccoli imprenditori che hanno compensi fino a 30 mila euro, il Fisco diventa più generoso dell'Inps. A pochi giorni dalla chiusura dei conti di Unico, l'Istituto di previdenza ha fatto sapere che la base su cui vanno calcolati i contributi non è quella più favorevole individuata dal legislatore per ridurre gli oneri sui contribuenti minori.
L'imponibile per determinare il debito previdenziale, secondo l'Inps, va considerato al lordo della somma pagata come contributi. Non è consentita alcuna deduzione, ammessa invece dal Fisco nel determinare il reddito su cui si pagano le tasse, con il forfait del 20 per cento.

Il sole 24 ore - M.C. De Cesari, T. Morina- art. pag. 29