Rassegna stampa del 27 luglio 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Documento senza titolo

Spot
ArchiviOK Aziende Data Print Grafik

Mod. 770 con i dati contributivi

Circolare dell'Inps con le istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi. Entro il 31/7 l'invio telematico delle informazioni previdenziali

Come avvenuto per il Cud 2009, anche la parte C del modello fiscale 770/2009, relativa ai dati previdenziali è stata notevolmente semplificata, per effetto dell'introduzione, dal 1° gennaio 2005, della denuncia contributiva EMens.
La versione semplificata del modello fiscale, come ricorda l'Inps con la circolare n. 95/2009, deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta per comunicare in via telematica all'Agenzia delle entrate, entro il 31 luglio, sia i dati fiscali, relativi alle ritenute operate nell'anno 2008, sia i dati contributivi.

Italia Oggi - sabato 25 luglio - G. Leonardi - art. pag. 27

Antiriciclaggio, 2.000 violazioni

I dati sono contenuti nella relazione annuale presentata dal ministero dell'economia al Parlamento. Crescono le segnalazioni di trasferimenti di capitale illeciti

Delle oltre 8.000 segnalazioni meritevoli di indagine da parte del nucleo speciale di polizia valutaria, oltre 2.000 le segnalazioni che hanno rilevato trasferimenti di capitali illeciti, circa 1.000 hanno evidenziato violazioni amministrative e/o penali della disciplina antiriciclaggio, mentre 71 hanno confermato sospetti di riciclaggio e o reimpieghi di proventi criminali per oltre un miliardo di euro.
Le segnalazioni più rilevanti sono state effettuate dagli enti creditizi e dagli intermediari finanziari ed hanno riguardato operazioni riconducibili a prelevamenti allo sportello, a versamenti in contanti e ad incassi di titoli di credito.
La Direzione Investigativa Antimafia, ha approfondito 282 segnalazioni di cui 61 hanno dato origine, nel corso dell'anno, a procedimenti penali. Sono alcuni degli ulteriori dati contenuti nella relazione annuale presentata dal Mef al Parlamento, in merito alle “Valutazioni sullo stato dell'azione di prevenzione in materia di antiriciclaggio e di finanziamento al terrorismo” per l'anno 2008.

Italia Oggi - sabato 25 luglio - art. pag. 28

Gli studi di settore senza la proroga

Modifiche al maxiemendamento

Niente proroga per la pubblicazione degli studi di settore 2009, che dovranno dunque approdare in Gazzetta Ufficiale entro il prossimo 30 settembre. È stata infatti dichiarata inammissibile la norma contenuta nel maxiemendamento al dl n. 78/2009 che spostava il termine utile per la pubblicazione dei parametri al 31 dicembre 2009.
Lo scopo di tale disposizione era quello di tenere conto «degli effetti della crisi economica e dei mercati», concedendo dunque più tempo per operare un'eventuale revisione degli indici.
Tuttavia, la modifica non ha superato il vaglio di ammissibilità dopo che il governo ha annunciato di voler porre la questione di fiducia sul decreto.

Italia Oggi - sabato 27 luglio - V. Stroppa - art. pag. 31

La Cassazione gela gli 'studi'

L'accertamento fondato solo su Gerico non inchioda il contribuente

La parola fine agli accertamenti da studi di settore potrebbe averla messa definitivamente la Corte di cassazione. In uno studio dell'ufficio del massimario (relazione tematica n.94 del 9 luglio 2009) con cui i magistrati della Suprema Corte hanno passato in rassegna le pronunce e la dottrina degli ultimi 20 anni sulla validità probatoria degli strumenti presuntivi di accertamento del reddito, la Cassazione ribadisce senza mezzi termini che l'accertamento da studi di settore non può fondarsi sul solo scostamento tra quanto dichiarato e i livelli di congruità previsti in via generalizzata. Al contrario deve essere conformato da elementi uteriori che emergono anche in occasione del contradditorio con il contribuente.
Non solo. Nel confronto tra Fisco e contribuenti se il cittadino o il suo consuelnte propone all'Ufficio le proprie deduzioni, la motivazione dell'eventuale avviso di accertamento deve contenere un'adeguata replica, e in sua assenza l'atto impositivo è nullo per difetto di motivazione.

Il Sole 24 Ore del lunedì - A. Iorio, M. Mobili art. pag. 7

Nautica, Iva a forfait con il timer

Le novità della circolare 38/E delle Entrate e quelle che entreranno in vigore con la direttiva Ue 8/08. Percentuali estese alla prelocazione. Ma dal 2010 si cambia

Per il leasing nautico, e per quello di mezzi di trasporto in generale, l'Iva «a forfait» potrebbe avere i giorni contati. Con una recentissima circolare, la n. 38/E del 22 luglio 2009, l'Agenzia delle entrate ha riconosciuto applicabili le percentuali di forfetizzazione della territorialità anche ai canoni di prelocazione.
Dal 1° gennaio prossimo, però, le regole cambieranno.

Italia Oggi Sette - F. Ricca - art. pag. 11