Rassegna stampa del 6 agosto 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras


Tremonti-ter per le start up

Il decreto legge 78 allarga rispetto al passato l'area della detassazione degli impieghi in macchinari. Incentivi sugli investimenti 2009-2010 anche per le società neo-costituite

Il Fisco prova a tendere la mano alle start up. La Tremonti-ter infatti potrà essere utilizzata anche per le società neo costituite. L'incentivo per gli investimenti in macchinari effettuati fino a giugno 2010 non è limitato, a differenza di quanto avveniva con le precedenti agevolazioni, alle imprese esistenti alla data di entrata in vigore della legge.
Le società che si costituiranno nei prossimi mesi possono dunque usufruire del bonus pari al 50% del costo di acquisto dei macchianri e apparecchiature.
L'incentivo fiscale introdotto dal Dl 78/09 si basa esclusivamente sul valore degli acquisti di beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28 della Tabella Ateco, senza necessità di confronti con il volume di investimenti storico dell'impresa.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 21

La fatturazione elettronica a un passo dal decreto attuativo

Il tavolo interministeriale presieduto dal Cnipa conclude i lavori di definizione delle regole tecniche

Si sono conclusi a fine luglio i lavori del gruppo interistituzionale per la fatturazione elettronica, rispettando i tempi previsti per l’emanazione del decreto attuativo che permetterà di formalizzare le regole tecniche sulla fatturazione elettronica dal prossimo gennaio 2010.
Il tavolo interistituzionale, di cui fa parte anche Rita Spanò, responsabile sviluppo di Data Print Grafik, per conto di Assosoftware, ha definito un tracciato unico per la fatturazione elettronica verso la PA che rappresenta l’unico tracciato di fattura accettato dal Sistema di Interscambio e tiene conto delle esigenze specifiche delle amministrazioni pubbliche italiane.

a cura dell'Ufficio Stampa Data Print Grafik

Occupazione fai-da-te premiata

La legge 102/2009 favorisce anche chi avvia una microimpresa o si associa in cooperativa. Chi lascia il posto per fare l'autonomo mantiene la Cig

Un premio all'occupazione fai-da-te. Il lavoratore percettore di ammortizzatori sociali, infatti, potrà conservare il diritto al trattamento (per i mesi restanti rispetto a quanto incassato) se, dimettendosi dall'impresa da cui dipende, intraprende un'attività di lavoro autonomo, di micro impresa o anche per associarsi in cooperativa.
È una delle misure a favore dell'occupazione previste dalla legge n. 102/2009, entrata in vigore ieri, di conversione del dl anticrisi. Per l'effettiva operatività della misura, tuttavia, c'è da attendere un decreto attuativo (e così anche per le altre previsioni).

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 24

Riaddebiti senza Iva

Risoluzione delle Entrate sulle camere di commercio. I diritti di segreteria sono tributi

I diritti di segreteria dovuti alle camere di commercio per il rilascio di certificati, visure e altre informazioni hanno natura tributaria; pertanto il riaddebito delle relative somme non è soggetto a Iva, anche se effettuato nell'ambito di una prestazione di servizi, salvo che vi sia rielaborazione delle informazioni. Più precisamente, il riaddebito da parte di InfoCamere alle società che accedono ai servizi camerali costituisce un rimborso di spese anticipate in nome e per conto, mentre il successivo riaddebito da parte delle società ai propri clienti è escluso dall'imposta perché non rappresenta il corrispettivo di un'operazione imponibile.
Lo ha chiarito l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 203 del 5/8/2009, che ricorda anzitutto come la Corte costituzionale, con sentenza 4/4/1990, n. 156, abbia riconosciuto la natura di tributi ai diritti di segreteria dovuti a fronte di un'attività compiuta dall'ente pubblico nello svolgimento delle sue funzioni di diritto pubblico.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 26