Rassegna stampa dell'8 settembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Scudo con verifica anti-riciclaggio

Entro il 15 settembre prime istruzioni dell'Agenzia con il modello per la dichiarazione riservata. Le Entrate: per i professionisti l'obbligo di segnalare posizioni sospette

I professionisti che assisteranno i clienti intenzionati a "scudare" i propri beni non sono esentati dagli obblighi antiriciclaggio. E quindi devono segnalare le posizioni "sospette" in tutte le circostanze nelle quali, in base alle informazioni in loro possesso, possono supporre che i fondi rimpatriati derivino non dai reati di omessa o infedele dichiarazione - quelli coperti dallo scudo, come le attività ricevute in eredità o in donazione - ma siano il frutto di altri reati (tributari e non ). (...)
La precisazione è giunta ieri da Arturo Betunio, direttore centrale aggiunto Normativa e contenzionso dell'agenzia delle Entrate.

Il Sole 24 Ore - M. Bellinazzo - art. pag. 31

Stop alla cancellazione dal Pra se c'è fermo amministrativo

Circolare Aci

L'Aci, con circolare 10649 del 1° settembre 2009, rende note alcune indicazioni del ministero dell'Economia sulla natura e sulle conseguenze del fermo amministrativo di autoveicoli.
Questa procedura ha funzione cautelare, dunque conservativa del bene alla quale è applicata.
Di conseguenza l'Aci è stato invitato a "non dare seguito alle richieste di cancellazione di un veicolo dal pubblico registro automobilistico qualora risulti ancora iscritto un fermo amministrativo".

Il Sole 24 Ore - Ser. Tro.- art. pag. 32

Cartelle esattoriali sotto la lente

Nota dell'Inps annuncia un costante monitoraggio. Previsti tre livelli di competenza. I direttori provinciali possono sospendere crediti fino a 50 mila

I direttori provinciali Inps hanno la competenza a sospendere i crediti presenti in cartelle di pagamento il cui importo non sia superiore a 50.000 euro. A ricordarlo ai propri uffici periferici è lo stesso Istituto di previdenza nel messaggio n. 19995/2009, nel quale l'ente annuncia un costante monitoraggio dell'attività di gestione delle sospensioni da cartella di pagamento, finalizzata, in considerazione del carattere temporaneo di esse, al più immediato ripristino delle azioni da parte degli agenti della riscossione ovvero, nei casi previsti, allo sgravio parziale o totale del credito iscritto al ruolo.
Tra l'altro, si legge nella nota, la sospensione, oltre a impedire temporaneamente gli atti esecutivi del concessionario, comporta effetti sul regime sanzionatorio, in quanto per il periodo di sospensione non sono addebitate altre somme aggiuntive a titolo di sanzioni civili.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 29

Leo: a Roma largo al redditometro

Enti locali e Stato. Lotta all'evasione

Rettifiche sintetiche del reddito, lotta alle residenze fittizie all'estero e accertamenti delle imposte indirette legate alle proprietà immobiliari. Sono queste le tre piste che l'amministrazione finanziaria potrà percorrere con maggiore efficienza grazie alle segnalazioni qualificate dei comuni. E in tal senso nella capitale potrebbe partire a breve un progetto pilota da testare poi su tutto il territorio nazionale.
Lo afferma Maurizio Leo (Pdl), presidente della commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria e da circa due mesi assessore al bilancio e allo sviluppo economico del comune di Roma.
«Per la loro capillarità e conoscenza del territorio», spiega Leo, «i comuni possono e devono svolgere un ruolo fondamentale nella lotta all'evasione. Tra l'altro traendone un importante giovamento economico: il 30% delle somme incassate rappresenta una boccata d'ossigeno notevole per le casse di enti che molto spesso vedono i propri bilanci in sofferenza».

Italia Oggi - art. pag. 30

La posta certificata va a regime

Dal consiglio nazionale tutte le istruzioni per ottenere il Documento unico di identificazione. Entro il 30 novembre la Pec diventerà obbligatoria per tutti

Entro il 30 novembre la posta elettronica certificata (Pec) diventerà obbligatoria per tutti. I Consulenti del lavoro che devono ancora attivarsi presso i propri Consigli provinciali per la richiesta del Dui che contiene la Pec, dovranno quindi affrettarsi per non farsi trovare impreparati dal nuovo sistema.
Manca, quindi, pochissimo tempo per l'avvio a regime dei cambiamenti delle procedura della Pubblica Amministrazione che vedranno la sostituzione dei «codici utente», «pin» e «password», per l'accesso ai loro sistemi informatici. In seguito, l'accesso alle procedure telematiche Inps e Inail avverrà solo con il possesso del Documento Unico di Identificazione (Dui).
L'attuale procedimento sarà, infatti, gradualmente disattivato e, dopo un periodo di sperimentazione di un paio di mesi, durante il quale convivranno le due modalità, verrà sostituito con l'utilizzo del Dui.

Italia Oggi - a cura dell'Ufficio stampa del CNCL - art. pag. 33

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile