Rassegna stampa del 12 settembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Aziende Data Print Grafik

Nei rimborsi Irap privilegiato il 2004

Si fa più probabile l'ipotesi di una restituzione anno per anno dopo il "click day"

Rapidità e anzianità. Sono questi i criteri che dovrebbero guidare i rimborsi dell'Irap versata dal 2004 al 2007. Sarà, cioè, rispettato l'ordine di presentazione delle domande, come impone la norma di riferimento (il decreto legge 185 del 2008).
Ma le prime a essere soddisfatte saranno le richieste più "datate": quelle riferite all'Irap pagata nel 2004.E solo dopo aver rimborsato per intero queste istanze si passerà agli anni successivi.
E' questa una delle ipotesi sul tavolo dei tecnici dell'agenzia delle Entrate: che, dopo il congelamento del click day di lunedì prossimo, sono al lavoro per individuare una nuova procedura più equa per assegnare i rimborsi.

Il Sole 24 Ore - sabato 12 settembre - M. Bellinazzo, V. Maglione - art. pag. 25

Sul Tfr rimborsi fiscali a rilento

In lista d'attesa uno stock elevato per le annualità 2003-2009. Interessati importi oltre 100 euro. Centinaia di migliaia di giacenze. A rischio di prescrizione

Rimborsi sulla tassazione separata in salita. Uno stock di crediti dei contribuenti risulterebbero in stand by presso gli uffici, una tipologia di rimborso che oggi (dal 2003) è concesso solo se in misura superiore ai 100 euro. Secondo quanto risulta a ItaliaOggi, gli uffici dell'agenzia delle entrate avrebbero in lista d'attesa di lavorazione uno stock elevato di rimborsi, per le annualità comprese tra il 2001 e il 2009.
Ci sarebbero dunque giacenti centinaia di migliaia di rimborsi che non vengono erogati e il passare del tempo gioca a sfavore del contribuente e a favore della prescrizione e quindi della decadenza dell'importo da richiedere. L'unica via per evitare il pericolo di perdere il diritto al rimborso è quella di presentare una richiesta agli uffici, in maniera tale da bloccare il decorso della prescrizione. Ma spesso il contribuente non è a conoscenza di essere titolare di un credito nei confronti del fisco e rimane inerte.

Italia Oggi - sabato 12 settembre - C. Bartelli, D. Cirioli - art. pag. 31

Carta identità elettronica, caos proroghe

Pubblica Amministrazione. All'Estero

La carta di identità elettronica, lanciata ufficialmente nel marzo del 2001 e che nel giro di cinque anni avrebbe dovuto sostituire il vecchio documento cartaceo, sta creando più di un problema a chi la possiede. Soprattutto quando ci si trova a viaggiare all'estero.
Il raddoppio da 5 a 10 anni della validità ha reso problematico aggiornare le carte elettroniche (mentre sui vecchi documenti cartacei è sempre possibile apporre il timbro con la proroga) e così il 2 luglio il ministero dell'Interno ha inviato una circolare con la quale si risolve il problema aggiungendo al documento un certificato cartaceo, valido a tutti gli effetti di legge, che ne attesta la proroga. Peccato però che il foglio di proroga non piaccia a molti paesi stranieri (Egitto, Croazia, Tunisia, Turchia, Romania e Svizzera su tutti, ma ultimamente sono stati segnalati problemi anche nel Regno Unito).

Italia Oggi - sabato 12 settembre - G. Galli - art. pag. 32

Gli aiuti contro al crisi escludono le professioni

Nessuno spazio per la Tremonti-ter e la capitalizzazione di utili. Preclusi anche ammortizzatori e moratoria dei debiti

Manovra d'estate dai toni amari per i professionisti, e non solo perchè la "stretta" sulle compensazioni Iva (articolo 10 del Dl n. 78/09) comporterà negli studi una riorganizzazione interna del lavoro e una diversa scansione dei diversi adempimenti, ma perchè i vari provvedimenti destinati a incentivare l'economia si focalizzano solo sulle imprese, dimenticando il mondo professionale.
Tanto la Tremonti-ter quanto l'incentivo fiscale per gli aumenti di capitale, infatti, sono "off limits" per chi esercita arti e professioni.

Il Sole 24 Ore del lunedì, Norme e tributi - G. Gavelli - art. pag. 1

Libro unico, registrazioni facili

I chiarimenti del ministero del lavoro sulla tenuta semplificata del Lul e le imprese interessate. Sufficiente la presenza giornaliera e un riepilogo mensile

Iter semplificato per la registrazione dell'orario di lavoro dei lavoratori mobili (autotrasporto). La presenza giornaliera può essere indicata con una «P» e mensilmente procedere al riepilogo delle ore di lavoro svolte.
La procedura ridotta, già prevista per gli sportivi professionisti e per i docenti, può essere adottata anche con riferimento ai lavoratori dell'autotrasporto che rientrano nel campo di applicazione della disciplina dei cronotachigrafi.
Inoltre, il 16 settembre è l'ultimo giorno utile per effettuare le registrazioni relative alle presenze del mese di luglio da parte delle imprese che hanno sospeso l'attività durante il mese di agosto per le ferie estive.

Italia Oggi Sette - D. Cirioli - art. pag. 19

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile