Rassegna stampa del 15 settembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Parte l'operazione scudo fiscale

Un provvedimento dell'Agenzia delle entrate sulla regolarizzazione. Circolare in dirittura

Scudo fiscale, via all'operazione. Con provvedimento del direttore dell'agenzia delle entrate Attilio Befera arrivano modello e istruzioni in tempo per la sanatoria dei capitali all'estero, comprensivi di tassi di cambio.
Oggi, giorno di debutto della regolarizzazione (la scadenza è fissata al 15 aprile 2010) dovrebbe aggiungersi la circolare esplicativa, che dovrà chiarire alcuni aspetti fondamentali, quali la regolarizzazione dei beni in paesi extra SEE che comunque garantiscono un elevato scambio di informazioni (in primis USA), gli adempimenti antiriciclaggio, l'impatto della definizione sul piano dell'accertamento e nello specifico del redditometro, nonché le annualità definibili.

Italia Oggi - M. Tozzi - art. pag. 28

Antiriciclaggio, ombrello scudo

I tecnici del ministero dell'economia valuteranno l'opzione per professionisti e intermediari. Il reato presupposto spartiacque nella segnalazione

L'ombrello dello scudo fiscale si applicherà sui reati presupposto dello scudo, omessa e infedele dichiarazione, per quel che riguarda l'obbligo delle segnalazioni delle operazioni sospette in materia di antiriciclaggio, da parte dei soggetti tenuti al rispetto di questi obblighi (intermediari e professionisti). Negli altri casi, come ad esempio fatturazioni false o frode fiscale gli obblighi antiriciclaggio di segnalazione dell'operazione sospetta rimangono intatti per i soggetti tenuti al rispetto di queste regole (intermediari e professionisti).
È questa l'ipotesi che potrebbero valutare nei prossimi giorni i tecnici del ministero dell'economia per fornire dei chiarimenti, firmati via XX Settembre, sul rapporto tra obblighi antiriciclaggio e disciplina dello scudo fiscale.

Italia Oggi - C. Bartelli, F. Vedana - art. pag. 29

Unico infedele pagano tutti i soci

Cassazione: sanzioni per i componenti

Il socio paga le sanzioni per l'infedele dichiarazione della piccola azienda. All'interno delle società di persone le conseguenze di una dichiarazione dei redditi infedele pesano su tutti i soci. Infatti, paga le sanzioni chi non ha dichiarato tutto il reddito di partecipazione e non «può farsi scudo» sostenendo che la violazione fiscale è stata fatta dall'impresa.
Lo ha stabilito la Suprema Corte di cassazione che, con la sentenza n. 19456 del 10 settembre 2009, e, contrariamente a quanto aveva chiesto la Procura di Piazza Cavour, ha respinto il ricorso di un contribuente.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 30

E-vasione al muro

Dre Veneto punta il commercio elettronico su eBay. Dati di vendita incrociati col 730

Commercio elettronico sotto la lente del fisco. Chi in maniera abituale compie affari sui principali siti di aste on-line, ricavando volumi d'affari cospicui e non indicandoli nella dichiarazione dei redditi, potrebbe ben presto vedersi chiedere conto della propria condotta da parte dell'amministrazione finanziaria.
A fare da pioniere in questa tipologia di indagini è la direzione regionale Veneto dell'Agenzia delle entrate, che congiuntamente alla guardia di finanza sta sottoponendo a controlli 70 contribuenti (10 per ogni provincia del Veneto), tutti utilizzatori del popolare sito di aste on-line eBay, allo scopo di contrastare potenziali fenomeni evasivi.
A darne notizia è stata ieri la stessa Dre veneziana con un comunicato.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 31

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile