Rassegna stampa del 17 settembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Revisione studi per il 2009 senza il "sì" delle categorie

Accertamento. Ieri l'incontro per gli strumenti da applicare a Unico 2010

Niente parere della commissione di esperti sugli studi in revisione per l'anno d'imposa 2009. E richiesta di slittamento della revisione al 31 marzo prossimo.
Si è svolta ieri, come annunciato, la riunione della commissione di esperti per la validazione degli studi, convocata per arrivare in tempo con la scadenza del 30 settembre. E con la revisioni di ieri sono arrivati alla versione definitiva tutti gli indicatori di normalità economica "specifica" per i singoli studi e misurati sui vari cluster, con la messa in soffitta di quelli provvisori varati nel 2007 (e applicati al 2006) e del discusso "valora aggiunto per addetto".

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 35

L'antiriciclaggio non mette i freni

Incontro al ministero dell'economia. Che sta decidendo se intervenire con un chiarimento. Esonero per i professionisti solo per i reati coperti da scudo

Sul rapporto tra antiriciclaggio, scudo fiscale e adempimenti di intermediari e professionisti la palla passa al ministero dell'economia.
In un incontro in via Venti Settembre i tecnici di ministero e unità di informazione finanziaria (Uif) hanno ieri messo dei punti fermi alla relazione tra normativa antiriciclaggio e scudo fiscale.
L'ombrello dello scudo esonera i professionisti e gli intermediari dall'effettuare la segnalazione dell'operazione sospetta nei due reati su cui si applica lo scudo stesso, infedele e omessa dichiarazione; per tutti gli altri reati fiscali così come non trova applicazione lo scudo non trova applicazione questa esenzione e di conseguenza gli obblighi antiriciclaggio permangono.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 27

A riposo con 40 di contribuzione

Circolare con i chiarimenti sullo svecchiamento del personale nelle pubbliche amministrazioni. Per la risoluzione anticipata non conta il servizio prestato

Torna il requisito contributivo di 40 anni per lo svecchiamento del personale pubblico. Ma restano efficaci i licenziamenti e i preavvisi ordinati in base al vecchio requisito dei 40 anni di servizio.
A stabilirlo è la circolare n. 4 firmata ieri dal ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, che illustra le nuove regole sulla risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro nelle p.a. Nuove regole che prevedono ora un intervento limitato nel tempo (dal 2009 al 2011) e l'applicazione ai dirigenti mentre esclude, oltre a magistrati e professori universitari, anche i dirigenti medici.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 32

Co.co.pro. vincolate

Chiarimenti Inps sulle tutele anticrisi per i collaboratori. Il reddito condiziona l'una tantum

L'indennità «una tantum» prevista a favore dei co.co.pro. non può in alcun modo essere riconosciuta ai soggetti che nell'anno precedente non hanno percepito un reddito minimo di 5 mila euro.
Lo precisa l'Inps nel msg. N. 20629/2009 con il quale l'ente fornisce ai propri uffici periferici alcuni chiarimenti sull'argomento.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 34

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile