Rassegna stampa del 22 settembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Documento senza titolo

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Scudo fiscale con lista bianca

Le indicazioni delle Entrate nel corso del confronto. Chiarimenti anche sul quadro RW.
I paesi equiparabili alla UE saranno indicati dall'amministrazione.

In arrivo in tempi brevi una "lista bianca" dei paesi che scambiano effettivamente le informazioni fiscali con l'Italia. E poi un elenco dettagliato, quasi un manuale, di investimenti e attività finanziarie estere da indicare nel quadro RW di Unico. Sono gli accorgimenti su cui sta lavorando l'agenzia delle Entrate per rendere più facile l'adesione allo scudo fiscale, cioè alla regolarizzazione e/o il rientro in Italia delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero al 31 dicembre 2008 in violazione delle norme sul monitoraggio.

Il Sole 24 Ore - M. Peruzzi - art. pag. 31

L'Iva cambia la base imponibile

Dal 27 settembre le novità previste dalla Comunitaria per le operazioni senza corrispettivo.
Si passa dal criterio del valore normale a quello del costo.

Al via le nuove regole in materia di base imponibile e valore normale Iva. La legge 88 del 7/7/2009 (comunitaria 2008) ha tra l'altro integrabilmente riformulato gli artt. 13 e 14 del dpr 633/72, con effetto dalle operazioni effettuate dal sessantesimo giorno sucessivo alla pubblicazione nella G.U., ovverosia dal 27/09/2009.

Italia Oggi - F. Riccia - art. pag. 34

Sul quadro RW percorso a ostacoli

Fra Unico e controlli. Necessario chiarire le modalità di compilazione

Il segreto bancario sta vacillando in tutto il mondo, e sono in corso gli adeguamenti dei trattati contro le doppie imposizioni all'articolo 26 del modello Ocse, per il quale alcuni di essi avevano formulato la riserva di poter opporre il segreto bancario alle richieste di informazioni su clienti sospettati di evasione nel paese di origine.
Il DL 78 manda uno specifico messaggio per quanto venisse rinvenuto in un "paradiso fiscale" a seguito dell'attività di accertamento; l'articolo 12, coma 2 dispone che, in deroga a ogni vigente disposizione di legge, gli investimenti e le attività di natura finanziaria detenute in tali Stati, in violazione degli obblighi di monitoraggio fiscale, si presumono costituiti con redditi sottratti a tassazione, salva la non facile prova contraria a carico del contribuente .

Il Sole 24 Ore - R.Rizzardi - art. pag. 33

L'imposta chiude l'operazione

La dichiarazione riservata può essere rilasciata in un secondo momento.
Entro la scadenza è sufficente fornire il 5% all'intermediario

"Il momento determinante per il perfezionamento dell'operazione di scudo è il pagamento dell'imposta, anche se l'intermediario rilascia la copia della dichiarazione riservata dopo qualche giorno". E' questa una precisazione di particolare rilievo fornita da Arturo Betunio, direttore centrale aggiunto Normativa e contenzioso dell'agenzia delle Entrate, durante il forum tenuto ieri presso il "Sole 24 ore". L'affermazione in linea con la disposizione dell'articolo 13-bis, comma 3, del DL 78/09.
Si ricorda con provvedimento del 14 settembre il direttore dell'agenzia delle Entrate ha approvato il modello di dichiarazione riservata delle attività emerse nelle cui istruzioni è precisato che:
- la dichiarazione deve essere presentata in quattro esemplari, la seconda delle quali da restituire come ricevuta al dichiarante al momento della presentazione;
- al rigo A6 deve essere indicata l'imposta straordinaria dovuta
.

Il Sole 24 Ore - R. Parisotto - art. pag. 33

L'antiriciclaggio anticipa i tempi

Lotta al denaro sporco. Le modifiche introdotte dal decreto legislativo approvato venerdi scorso.
L'obbligo di registrazione parte dall'accettazione dell'incarico.

Termini anticipati per registrare i dati dei clienti. Controlli allargati a Caf, patronati e associazioni di imprenditori. Ed esonero dagli obblighi di adeguata verifica, di registrazione e di segnalazione delle operazioni sospette per i componenti dei collegi sindacali. Alcune delle limature al decreto legislativo 231 del 2007 sull'antiriciclaggio - approvate definitivamente venerdi scorso dal Consiglio dei ministri e in via di pubblicazione in "Gazzetta Ufficiale" - sono destinata a impattare sull'attività dei professionisti.
A partire dai nuovi termini per registrare le informazioni sugli incarichi ricevuti dalla clientela. Sinora, infatti, l'articolo 36, comma 3, del decreto 231/07 stabilisce che i dati devono essere registrati "non oltre il trentesimo giorno (...) dalla fine della prestazione professionale.

Il Sole 24 Ore - R. Razzante - art. pag. 39

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile