Rassegna stampa del 28 settembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

L'indagine estera punta ai conti

Lotta ai paradisi fiscali. Dopo la circolare delle Entrate sulla comunicazione degli sportelli stranieri degli intermediari. Per i dati utilizzo diretto negli accertamenti sulle attività fuori dall'italia.

Le indagini del Fisco guardano ai conti all'estero. E' per l'anagrafe dei conti è indifferente che il soggetto residente intrattenga un rapporto con la filiale italiana o con quella all'estero di un intermediario che ha sede giuridica in Italia: in entrambi i casi è dovuta la segnalazione prevista dal provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate del 19 gennaio 2007. E' questa la conclusione cui giunge la circolare 42 dell'agenzia delle Entrate del 24 settembre (si veda "Il sole 24 ore" di venerdi 25 settembre) dove si sottolinea anche la circostanza che, con riferimento alle regole sul monitoraggio fiscali (quadro RW), i dati assumono rilevanza ai fini delle indagini finanziarie finalizzate a individuare l'esistenza di attività detenute all'estero.

Il sole 24 ore - sabato 26 settembre - R. Parisotto - art. pag. 31

Il calcolo degl interessi guida la compilazione

Dichiarazioni 2009. Gli effetti del test del Rol

Una delle novità più rilevanti di Unico 2009 società di capitali è il prospetto di calcolo degli interessi deducibili in base al sistema del Rol, introdotto nel periodo 2008 (articolo 96 del Testo unico delle imposte sui redditi). Si tratta di un elemento che può anche causare o aver causato qualche errore nell'invio di Unico, considerato che il dato relativo agli oneri finanziari trova riscontro anche nei dati di bilancio del quadro Rs, ma con una diversa logia di determinazione.

Il sole 24 ore Oggi - sabato 26 settembre - C. Odorizzi - art. pag. 33

Lifting a 360° per l'antiriciclaggio

Via libera al correttivo del dlgs 231/07 sui doveri di verifica di professionisti e intermediari.
Nuove regole su tempistica, destinatari, attività collegate.

Le prestazioni professionali occasionali, che comportino movimenti di mezzi di pagamento superiodi di 15.000 euro, d'ora innanzi rileveranno, ai fini di far scattare gli obblighi di adeguata verifica, sia se composte da più operazioni tra loro collegate per realizzazione una operazione frazionata. L'adeguata verifica, riguarderà anche il titolare effettivo. SOno alcune delle più rilevanti novità apportate dal correttivo al dlgs 231/07 approvato lo scorso 18 settembre dal consiglio dei ministri ed in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Gli effetti del correttivo decoreranno tra l'altro dal giorno successivo a detta pubblicazione.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 10

Studi di settore, difesa allargata

I risultati dell'attività degli osservatori regionali e le conseguenze sul piano applicativo.
Indagini e provvedimenti locali arma in più per il contribuente.

Dalla lettura delle relazioni sull'attività svolta dagli osservatori regionali per gli studi di settore nell'anno 2008 nuova linfa per il contradditorio. Sono molti infatti gli spunti e le problematiche che emergono e che possono essere prese in esame dai contribuenti e dai loro consulenti al fine di limitare le pretese del fisco. Anche quando i lavori svolti dall'osservatorio regionale non sono sfociati in un vero e proprio provvedimento che limita o sospende l'applicazione degli studi di settore per un certo periodo o per una certa zona del territorio della regione, il solo fatto che questo organismo abbia recepito e svolto indagini conoscitive su certi particolari fenomeni e criticità esistenti può costituire argomento di difesa per il contribuente.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 12

Contrasto con passo doppio

Contro il riciclaggio sanzioni penali e obblighi amministrativi.

Sono due i livelli di contrasto al riciclaggio nel nostro paese: quello penale repressivo, l'altro sostanzialmente preventivo attuato mediante l'impegno e il coinvolgimento, peraltro sanzionato, di categorie economiche e di professionisti, oggetto recentemente di importanti modifiche contenute nel correttivo Dlgs 231/07, approvato nei giorni scorsi e che ora attende pubblicazioni nella "Gazzetta Ufficiale".

Il Sole 24 Ore - Allegato Norme e Tributi - - F. Falcone e A. Iorio - art. pag. 2

Nella rete antiriciclaggio anche associazioni e Caf

Obblighi allargati alle rappresentanze delle categorie.

Le nuove norme antiriciclaggio appena varate modificano per i professionisti e per le strutture coinvolte il quadro di riferimento, definendo megli sul piano soggettivo i soggetti coinvolti (anche Caf e associazioni di categoria entrano tra i soggetti obbligati); sul piano oggettivo le ipotesi di esenzione (i sindaci sono esclusi dagli obbligli di segnalazione); sul piano operativo le regole di adeguata verifica. Le modifiche apportate allargano il perimetro dei professionisti chiamati al rispetto degli obblighi di adeguate verifica, registrazione e segnalazione di operazioni sospette.

Il sole 24 ore - Allegato Norme e Tributi - B. Santacroce e I. Volo - art. pag. 3

Unico fissa i dati contabili per i regimi più "leggeri"

 
Dichiarazioni 2009. Contribuenti chiamati all'invio entro il 30 settembre.
La denuncia sancisce se si rientra o meno nei limiti

Dati contabili al momento delle verità: l'invio di Unico, infatti, rappresenta anche l'ufficialità fiscale dei dati contabili relativi a un determinato esercizio. Dalle informazioni rilevate dalle dichiarazioni dei redditi ricevute l'amministrazione finanziaria è in grado di valutare - tra l'altro - la sussistenza o meno dei requisiti necessari per poter accedere ai regimi contabili semplificati.

Il sole 24 ore - Allegato Norme e Tributi - Alessandro Sacrestano e Amedeo Sacrestano- art. pag. 5

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile