Rassegna stampa del 9 ottobre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Vertice Italia-Ue sullo scudo

Oggi la circolare con le indicazioni delle Entrate. A Bruxelles sotto esame antiriciclaggio, Iva e white list. Befera: possibile pagare entro il 15 dicembre e rinviare gli altri adempimenti

Oggi potrebbe essere il giorno dell'ufficializzazione della circolare sullo scudo fiscale. E ieri l'operazione di rientro dei capitali è stata oggetto di un vertice tecnico fra Italia e Commissione europea.
Questo mentre dal direttore generale dell'agenzia delle Entrate, Attilio Befera, è arrivata la conferma che per aderire allo scudo è essenziale versare l'imposta sostitutiva entro il 15 dicembre salvo completare, in seguito, l'operazione. Chiarimento che si aggiunge a quelli emersi in questi giorni.
Sul fronte europeo si discute di Iva, antiriciclaggio e il pieno rispetto del trattato sulla libera circolazione dei capitali. Su questi aspetti, e non solo, l'amministrazione finanziaria ha fornito ieri alla Commissione Ue una prima serie di risposte. Tutte finalizzate a fugare ogni dubbio dei commissari su possibili contrasti dello scudo fiscale made in Italy con le regole comunitarie.

Il Sole 24 Ore - V. Maglione, M. Mobili - art. pag. 32

La cassa apre al versamento dell'imposta

Pronti i codici tributo per il 5%

Via libera agli intermediari per il versamento dell'imposta straordinaria del 5% connessa al rimpatrio e alla regolarizzazione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute dai contribuenti illecitamente all'estero, nonchè per il versamento dell'imposta sostitutiva del 27% relativa ai redditi derivanti dalle suddette attività scudate.
Con la risoluzione 257/E di ieri, l'agenzia delle Entrate ha infatti approvato i relativi codici tributo. In base alle regole imposte dall'articolo 13 bis del Dl 78/2009 e dalle disposizioni in esse richiamate, la prima scadenza da rispettare sarà quella del 16 ottobre: scadenza entro la quale gli intermediari dovranno provvedere a versare l'imposta sostitutiva relative alle regolarizzazioni e ai rimpatri effettuati dai contribuenti nel mese di settembre.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 32

Ocse, lezioni di antiriciclaggio

Imposte e tasse

L'Ocse dà lezione agli agenti del fisco sul contrasto al riciclaggio di denaro. E lo fa attraverso la pubblicazione di un manualetto racchiude tutti i segreti per stanare le operazioni di money laundering.
«Il ruolo degli agenti del fisco o revisori dei conti mette questi soggetti in una posizione unica per poter identificare non solo i reati fiscali, ma anche le operazioni di riciclaggio di denaro sporco e di altri crimini finanziari», si legge nel documento.
Per questo, l'Ocse ha messo a punto una serie di indicatori generici per individuare le operazioni di riciclaggio, a cui si aggiungono cinque segmenti da vagliare con particolare attenzione: immobiliare, denaro contante, commercio internazionale, finanziamenti e servizi professionali.

Italia Oggi - art. pag. 31

Gli studi 2010 giocano d'anticipo

Un provvedimento delle Entrate che interessa manifatture, servizi, commercio e professioni. Programmate le revisioni per 68 strumenti d'accertamento

Per gli studi di settore 2010 le Entrate provano a giocare d'anticipo. Con un provvedimento di ieri sono state infatti programmate, in anticipo sulla consueta tabella di marcia, le revisioni con effetto dal periodo d'imposta 2010 di ben 68 studi di settore.
Fino a oggi la programmazione delle revisioni era avvenuta anno su anno, con l'indicazione della lista degli studi di settore oggetto di revisione che veniva resa nota dalle Entrate entro la fine del mese di febbraio di ciascun esercizio solare.
Quest'anno invece, stando a quanto si legge nel comunicato stampa che accompagna il citato provvedimento, l'elenco degli studi da revisionare durante il 2010 è stato diffuso in anticipo per poter pianificare tempestivamente le attività dei soggetti preposti alla revisione stessa e per consentire ai contribuenti di conoscere preventivamente quali saranno gli studi soggetti a modifiche nel breve periodo.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 32

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile