Rassegna stampa del 12 ottobre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Antiriciclaggio con scudo ad hoc

Esenzione dalla segnalazione per i reati richiamati dalla legge

La segnalazione di operazione sospetta non va fatta per i reati coperti dallo scudo fiscale. In quei casi scatta una causa di non punibilità e «le operazioni di rimpatrio e regolarizzazione non costituiscono di per sé elemento sufficiente ai fini della valutazione dei profili di sospetto».
È quanto con ogni probabilità dovrebbe chiarire il ministero dell'economia con una nota in corso di preparazione e i cui contenuti sono ripresi dalla circolare dell'Agenzia delle entrate, sull'operatività connessa con lo scudo fiscale ai fini antiriciclaggio.
I professionisti e gli intermediari quindi sono tenuti a procedere agli adempimenti e sono tenuti «all'obbligo di operazioni sospette nei casi in cui sanno, sospettano o hanno motivi ragionevoli per sospettare che le attività oggetto delle medesime procedure siano frutto di reati diversi da quelli per i quali si determina la causa di non punibilità del comma 4 dell'articolo 13-bis».

Italia Oggi - sabato 10 ottobre - C. Bartelli - art. pag. 27

La casa-vacanze ora va in Unico

Scudo fiscale. Circolare dell'Agenzia delle entrate, monitorati anche gli immobili all'estero e senza reddito

Diventa più ampio l'obbligo di monitoraggio fiscale: dal 2009, infatti, tutti i beni detenuti all'estero dovranno essere indicati in dichiarazione a differenza di quanto previsto sino al 2008.
Le disposizioni in materia di controllate estere e scudo fiscale hanno effetto sui partecipanti persone fisiche che controllano le società estere. Inoltre, nel caso di attività di controllo nei confronti di una società di persone, i soci potranno sanare la loro posizione se intendono regolarizzarsi rispetto ad elementi che non sono in relazione con la società. Al contrario, la sanatoria del socio di una società di capitali non genera automaticamente un accertamento nei confronti della società stessa. Infine, posto che il versamento dell'imposta del 5 per cento deve essere effettuato entro il 15 dicembre 2009, la conclusione delle operazioni legate allo scudo può essere effettuata anche successivamente. S
ono questi alcuni dei contenuti della circolare dell'Agenzia delle entrate (n.d.r. la n° 43 del 10/10/2009) in materia di scudo fiscale che sarà diffusa nelle prossime ore.

Italia Oggi - sabato 10 ottobre - M. Longoni - art. pag. 29

Pandemica batte privacy

Il Garante: senza consenso gli estremi di chi ha viaggiato con i malati. I tour operator possono dare i nomi alle Asl

Anche il Garante della privacy dichiara guerra all'influenza A. I tour operator possono fornire alle Asl i nomi dei turisti: non c'è nessuna violazione del codice sulla riservatezza dei dati.
Il chiarimento è stato formulato in una nota dell'autorità, presieduta da Francesco Pizzetti, all'Astoi, Associazione dei tour operator italiani (newsletter del Garante n. 329 del 9 ottobre 2009).

Italia Oggi - sabato 10 ottobre - A. Ciccia - art. pag. 31

Lavoro pubblico, bastone e carota

Consiglio dei Ministri. Ok alla riforma Brunetta. Contrattazione collettiva ristretta. Premi alla produttività. Falsa malattia: è truffa aggravata

Lavoro pubblico, si cambia. Entra in scena la riforma del lavoro pubblico, per effetto dell'approvazione da parte del Consiglio dei ministri, ieri, del testo del decreto legislativo che attua la delega contenuta nella legge 15/2009, la cosiddetta «riforma Brunetta».
Non si tratta di una modifica completa del dlgs 165/2001 conosciuto impropriamente come testo unico sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche.
Lo scopo della riforma, che attende ora solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è incidere in particolare su alcune «disfunzioni» del sistema previgente correggendo alcuni fallimenti delle precedenti riforme, puntando sull'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e sull'efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, come rivela il titolo del decreto legislativo.

Italia Oggi - sabato 10 ottobre - L. Olivieri - art. pag. 32

Riparte da San Marino il contrasto alle frodi Iva

Il piano della Gdf contro gli operatori economici "fittizi". Progetto pilota per individuare i soggetti a rischio

Il contrasto all'evasione fiscale internazionale non dimentica l'Iva. Il fisco non sembra limitare la sua azione ai paradisi fiscali, alle controllate estere, alle esterovestizioni delle società o alle persone fisiche in cerca di residenze fittizie oltre confine. Il livello di guardia nei confronti delle più classiche frodi Iva resta elevato.(...)
A confermare l'attuale strategia di azione messa in atto in questi mesi dall'amministrazione è il progetto del Nucleo speciale entrate della Guardia di finanza, "missing trader". Obiettivo dichiarato è quello di individuare soggetti economici a maggior rischio frode fiscale che operano nell'interscambio commerciale comunitario, con un accento particolare sugli scambi tra Italia e San Marino.

Il Sole 24 Ore del lunedì, Norme e tributi - F. Falcone, A. Iorio - art. pag. 2

Gli intermediari sotto pressione

La circolare dell'Agenzia delle entrate sulla sanatoria per chi detiene beni all'estero. Banche ed Sgr sostituti d'imposta per la regolarizzazione

Intermediari telematici sotto pressione, relativamente all'invio della dichiarazione riservata: sono individuati come debitori dell'imposta straordinaria dovuta per la regolarizzazione delle attività detenute all'estero da parte del contribuente.
È quanto emerge dalla circolare dell'Agenzia delle entrate sullo scudo fiscale.

Italia Oggi Sette - L. Giordano - art. pag. 5

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile