Rassegna stampa del 26 ottobre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Ultima chiamata per il 730/2009

Il presupposto è avere adempiuto nei tempi ordinari. Fari puntati su 55% e interessi passivi. Entro lunedì modello integrativo per correggere gli errori

Ultima chiamata per il 730/2009. Scade il 26 ottobre il termine per presentare il modello integrativo per pensionati e lavoratori dipendenti che intendono correggere degli errori ed ottenere così ulteriori sconti dalle imposte. Naturalmente il presupposto necessario per avvalersi di tale opportunità è l'aver già presentato un modello 730 nei termini ordinari e che questo contenga omissioni o errori che comportino un danno per il contribuente.
Molte di queste inesattezze fiscali con tutta probabilità potrebbero riferirsi alle novità fiscali che hanno colto impreparati i contribuenti e che quindi possono ora approfittare del modello integrativo per porre dei rimedi senza incorrere in pastoie burocratiche e senza costi aggiuntivi.
Tra le novità, sicuramente degne di nota sono l'innalzamento sino a 4 mila euro della quota di interessi passivi pagati sui mutui e la possibilità di spalmare in 10 anni (contro i tre precedenti) il bonus del 55% sui lavori che comportano un risparmio energetico.

Italia Oggi - sabato 24 ottobre - S. Mazzei - art. pag. 35

Il regime di riservatezza è esteso

Alcuni chiarimenti per valutare le modalità di valorizzazione nelle operazione di rimpatrio. Copertura assicurata anche ai redditi da attività finanziarie

I redditi derivanti dalle attività finanziarie oggetto di emersione godono del regime di riservatezza. Tra le maglie dello scudo fiscale possono infatti rinvenirsi interessanti profili di convenienza correlati alle modalità di determinazione del valore delle attività oggetto di emersione e dei redditi a esse correlati, anche alla luce dei chiarimenti forniti dall'Agenzia delle entrate con la circolare n. 43/2009.
Tali profili vanno comunque attentamente valutati al fine di evitare di incorrere in contestazioni successive al perfezionamento della sanatoria.

Italia Oggi Sette - L. Nisco - art. pag. 11

Professionisti con rischi limitati

Lo prevede il decreto legislativo n. 231/07 sull'antiriciclaggio modificato dalle recenti novità. Doveri di adeguata verifica al primo contatto senza sanzioni

Obblighi di adeguata verifica al primo contatto utile col cliente, ma l'incombenza non espletata resta per tutti i professionisti priva di sanzioni.
È quanto deriva dalla lettura del combinato disposto degli articoli 56 e 7 del novellato dlgs 231/07 che sul tema continua a esporre a sanzioni specifiche solo intermediari finanziari e società di revisione. Con la pubblicazione in G.U. entreranno in vigore le numerose novità in tema di antiriciclaggio.

Italia Oggi Sette - L. De Angelis - art. pag. 12

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile