Rassegna stampa del 3 novembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Servizi tassati nel luogo dei clienti

Da gennaio l'Iva dovrà essere assolta nel Paese del committente soggetto passivo. Ma si attende ancora la disciplina di recepimento della direttiva 2008/8/Ce

Nuove regolee dal 1° gennaio per la tassazione Iva dei servizi internazionali, per i rimborsi a soggetti passivi non residenti e per i modelli Intrastat. L'articolo 1, comma 1 della legge 88/2009 (comunitaria 2008) ha delegato il governo a recepire le direttive 2008/8, 2008/9 e 2008/117.
Tuttavia, a meno di due mesi dall'entrata in vigore delle nuove disposizioni, l'Italia non ha ancora definito le regole.
In alcuni Stati, come la Francia, è stata già resa nota invece la bozza di circolare che illustra la disciplina.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - art. pag. 34

Mutui, il rischio credito congelato

L'Abi ha predisposto la circolare sull'accordo del 3 agosto. Obbligatorio il modello di adesione. La moratoria non modifica l'esposizione con gli istituti

Chi accede alla moratoria dei mutui non vedrà peggiorare il trattamento riservatogli dalla banca. La sospensione non determina infatti un automatico cambiamento della classificazione per qualità creditizia delle esposizioni in essere nei confronti dell'istituto. Le banche saranno inoltre obbligate a utilizzare il modello di domanda concordato con il Mineconomia e le associazioni imprenditoriali.
Sono solo due dei chiarimenti forniti dall'Abi (Associazione bancaria italiana) con la circolare 23 ottobre 2009 (CR/LG/TR/RA/003571), diramata ieri a tutti gli associati, nella quale si sintetizzano tutti i chiarimenti resisi necessari per l'applicazione della moratoria del 3 agosto.

Italia Oggi - M. Pollio, C. Bartelli - art. pag. 19

Scudo, antiriciclaggio selettivo

In arrivo una circolare del ministero dell'economia con le precisazioni per gli intermediari. Analisi di qualità per le segnalazioni di operazioni sospette

Operazioni sospette antiriciclaggio e scudo fiscale: segnalazioni di qualità. Gli intermediari e i professionisti non dovranno procedere in maniera burocratica e con una sorta di automatismo ad incasellare sotto l'ombrello di evasione fiscale le operazioni che arriveranno sul tavolo con la conseguenza di non procedere in questo modo, alle segnalazioni delle operazioni sospette.
Per un'applicazione più rigorosa della normativa antiriciclaggio durante il periodo dello scudo fiscale arriveranno dunque maggiori paletti su quando scatta l'obbligo di segnalazione di operazioni sospette sui rientri per lo scudo fiscale.
È questa la linea a cui stanno lavorando tecnici del ministero dell'economia, di Banca d'Italia e dell'Agenzia delle entrate e che troveranno spazio in una nuova circolare sui rapporti tra scudo fiscale e disciplina antiriciclaggio.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 21

Cartella clinica aperta

Privacy. Provvedimento del Garante in relazione al partner defunto. Il convivente ha diritto ad avere la copia

Il convivente ha diritto alla copia della cartella clinica del partner defunto, se gli serve per fare causa all'ospedale. L'accesso previsto dalla legge sulla privacy non è, infatti, limitato ai parenti o al coniuge.
Lo ha stabilito il Garante della privacy accogliendo il ricorso di un signore che ha chiesto di avere cartelle cliniche e referti diagnostici della sua compagna, deceduta dopo un periodo di degenza (provvedimento del 17 settembre 2009, reso noto con la newsletter n. 330 del 30 ottobre 2009).
Non blocca il diritto del convivente neppure il dissenso dei parenti.

Italia Oggi - sabato 31 ottobre - A. Ciccia - art. pag. 22

Rimborsi Irap, termini scaglionati

Il provvedimento dell'Agenzia delle entrate sulla restituzione del tributo. Si parte dal 2004. Slitta il click day: l'invio delle istanze segue l'agenda regionale

Slittamento del cosiddetto «click day» necessario per chiedere il rimborso Irap, con una tempistica scaglionata su base regionale e, per quanto riguarda il profilo spinoso delle priorità, precedenza accordata alle annualità più remote (dal 2004), con rilevanza del criterio cronologico applicato su base annua. Ma se le risorse previste per il 2011 non basteranno, com'è probabile, entrerà in gioco un criterio proporzionale, che livella a partire da un determinato anno l'assegnazione delle risorse, salvo le integrazioni conseguenti a nuovi stanziamenti.
Sono le indicazioni tratte dalla lettura del provvedimento direttoriale di approvazione del 28 ottobre 2009, emanato dall'Agenzia delle entrate, che reca modifiche all'originario provvedimento in materia di rimborso delle maggiori imposte sui redditi versate per effetto della completa indeducibilità dell'Irap.

Italia Oggi Sette - C. Bartelli - art. pag. 9

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile