Rassegna stampa del 10 novembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Debutto difficile per la 'Pec'

Entro il 29 novembre i professionisti devono comunicare al proprio albo l'indirizzo di posta certificata. Rapporto incerto con la casella "di stato"

Entro il 29 novembre tutti i professionisti dovranno comunicare al proprio ordine l'indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) che indentifica la versione "telematica" della sede dello studio. La normativa sull'albo unico dei commercialisti (articolo 34, comma 6 del decreto 139/2005) parla di "indirizzo telematico".
(...) La "rivoluzione Pec" è introdotta come un vero e proprio obbligo per tre categorie di soggetti qualificati: società, professionisti e pubbliche amministrazioni. Per queste ultime, l'obbligo era già previsto da qualche anno ed è operativo l'elenco online di tutte le caselle istituzionali di Pec (www.indicepa.gov.it).

Il Sole 24 Ore - M. Pirazzini - art. pag. 33

Il Fisco apre su frontalieri e scudo

Una precisazione dell'Agenzia dopo le polemiche dei giorni scorsi sul coinvolgimento nella sanatoria

Per i lavoratori all'estero, e in particolare per i frontalieri, è in vista un intervento interpretativo per fare chiarezza sui redditi percepiti. Con la precisazione che si tratta di lavoratori e non di evasori. E con un'apertura sostanziale sul fronte dello scudo fiscale.
Con un comunicato stampa l'agenzia delle Entrate ha sottolineato che "in merito alla problematica dei lavoratori all'estero, tra cui i frontalieri, legata allo scudo fiscale, l'agenzia delle Entrate precisa che questi soggetti nulla hanno a che fare con l'evasione internazionale". Il comunicato afferma anche che la casistica relativa ai lavoratori all'estero "sarà affrontata in una circolare in corso di emanazione che terrà conto delle tipologie di reddito, delle circostanze in cui è stato prodotto e del suo utilizzo".

Il Sole 24 Ore - A.Criscione - art. pag. 35

Certificati medici online, si parte

L'annuncio del ministro Brunetta: il nuovo sistema sarà esteso da metà 2010 ai dipendenti privati. Nella p.a. trasmissione telematica all'Inps dal 15 dicembre

I certificati medici dei pubblici dipendenti viaggeranno online già a partire dal prossimo 15 dicembre. E dal 2010 l'obbligo di trasmissione telematica all'Inps potrà essere una realtà anche per i lavoratori del settore privato.
Il ministro della funzione pubblica, Renato Brunetta, ha reso nota ieri la tabella di marcia che porterà gradatamente, dopo un primo periodo di sperimentazione della durata di due mesi, a realizzare una vera rivoluzione nei rapporti tra dipendenti e datori di lavoro. I certificati saranno trasmessi online direttamente dal medico, o dalla struttura sanitaria pubblica, all'Inps che poi li invierà, sempre per via telematica, all'amministrazione di appartenenza del lavoratore. In tal modo il dipendente non avrà alcun obbligo e cesserà il dovere di inviare il certificato tramite raccomandata alla propria amministrazione.
L'inosservanza degli obblighi di trasmissione telematica costituirà illecito disciplinare e il medico rischierà la decadenza dalla convenzione con il Servizio sanitario nazionale.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 21

Consulenti per la modernizzazione

Il Consiglio nazionale dell'ordine punta sul Documento unico di identificazione (Dui). Alzare il livello della professione per combattere l'abusivismo

Alzare il livello della professione per combattere l'abusivismo. È questa la mission che il Consiglio nazionale dell'ordine persegue con l'operazione Dui (Documento unico di identificazione) per la realizzazione della quale chiede la collaborazione di tutti i consulenti del lavoro. (...)
E non a caso il Ministero per la p.a. e l'innovazione, per esemplificare l'ideale rapporto telematico tra professionisti e pubblica amministrazione, ha individuato proprio il percorso scelto dai consulenti del lavoro. Il convegno di domani a Roma, organizzato da Ministero e Cup , partirà proprio da quest'iniziativa, indicata come modello per tutti i professionisti ordinistici.
Sarà il ministro Renato Brunetta con il suo intervento a sottolineare l'importanza della diffusione globale dei rapporti telematici con la p.a., mentre i rappresentanti di Inps (Befera), Inail (Sartori) e Agenzia delle entrate (Polito) delineeranno i percorsi che saranno intrapresi nei prossimi mesi in materia.

Italia Oggi - a cura dell'ufficio stampa del CNCL - art. pag. 35

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile