Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa dell'11 novembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Telematici

Professioni, allarme casse

Documento riservato del Nucleo di valutazione del ministero del lavoro sugli enti dei professionisti. Troppo ottimismo nel prevedere il rendimento dei patrimoni

Il ministero del lavoro accerta che, per far tornare i conti, si sono usati tassi di rendimento troppo ottimistici nei bilanci previsionali. Il nucleo di valutazione della spesa previdenziale del ministero del lavoro fa i conti in tasca alle casse dei professionisti. E scopre che la sostenibilità di lungo periodo dei bilanci è spesso solo sulla carta.
Nove casse su 18, infatti, hanno elaborato delle proiezioni attuariali al 31/12/2006 con un tasso di rendimento del patrimonio superiore a quello reale. Celando di fatto una sofferenza dei conti che mette a rischio la pensione per diverse popolazioni di professionisti che per anni hanno versato i contributi alla propria cassa.
A lanciare l'allarme, un documento riservato che ItaliaOggi è in grado di anticipare.

Italia Oggi - I. Marino - art. pagg. 1, 21

Violazioni, invii doc

Antiriciclaggio. Nota dell'Uif sul dlgs 151/2009. Competenza alle autorità vigilanti

Le comunicazioni di violazione degli obblighi di registrazione in tema antiriciclaggio devono essere inoltrate, da parte degli organi di controllo interno degli intermediari finanziari, alle autorità di vigilanza di settore e non più all'Uif.
È questa la importante puntualizzazione esposta il 6 novembre scorso da parte della Banca d'Italia mediante il comunicato Uif recante: «Modifiche apportate all'art. 52 del dlgs n. 231/07 dal dlgs n. 151/09» e ribadita attraverso un apposito Alert Informativo di Unione Fiduciaria spa.

Italia Oggi - L. De Angelis, C. Feriozzi - art. pag. 22

Una semplificazione per l'Iva

In preconsiglio dei ministri schema di decreto delegato che attua le direttive comunitarie. Per la tassazione non conta il luogo di utilizzo del servizio

Esce dalla scena nazionale il criterio di utilizzazione del servizio per l'individuazione della territorialità Iva: dal 2010 si applicherà soltanto nei pochissimi casi in cui è previsto come obbligatorio dalla normativa comunitaria, nonché nei noleggi di mezzi di trasporto. L'utilizzo diventerà invece irrilevante per numerose prestazioni, tra cui le consulenze, la pubblicità, le cessioni e concessioni di diritti immateriali. Una notevole semplificazione delle regole, dunque, che farà tirare un sospiro di sollievo a tutti. Diventeranno non imponibili, inoltre, le intermediazioni relative a operazioni effettuate fuori dell'Ue rese a committenti italiani, che rischiavano l'assoggettamento dell'imposta.
Questi alcuni degli aspetti di maggiore rilievo che si colgono dalla lettura del corposo schema di decreto legislativo che recepisce le direttive n. 8, 9 e 117 del 2008, approdato ieri in pre-consiglio dei ministri.

Italia Oggi - F. Ricca, C.Bartelli - art. pag. 24

Pure il socio finisce in nero

Il ministero spiega le nuove regole sulla sospensione dell'attività d'impresa La subordinazione non conta per lo stop all'azienda

Serrande chiuse se il figlio che lavora nell'azienda del papà non è assicurato all'Inail. Infatti, per «lavoratore» in nero, almeno ai fini del provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale, deve intendersi non soltanto il soggetto titolare di un rapporto di lavoro subordinato (il dipendente), ma tutti quei lavoratori rispetto ai quali non è stata fatta la comunicazione di assunzione (anche le co.co.co., per esempio), nonché tutti i soggetti che siano comunque riconducibili alla figura (sempre di lavoratore) tutelata dal T.u. sicurezza (lavoratori autonomi occasionali, titolari di cariche societarie che svolgono lavori ecc.).
A precisarlo è il ministero del lavoro nella circolare n. 33 di ieri con cui, superando le precedenti istruzioni (che restano valide con riferimento ai provvedimenti emanati fino al 19 agosto), spiega la nuova disciplina sulla sospensione dell'attività di impresa come riformulata, a partire dal 20 agosto, dal dlgs n. 109/2006 di modifica del dlgs n. 81/2008 (T.u. sicurezza).

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 29


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter