Rassegna stampa del 13 novembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Taglio dell'acconto solo per l'Irpef

Il governo vara il decreto: saltano Ires e Irap. Riduzione di 20 punti per 3,8 miliardi

Niente più tagli dell'acconto per Irap e Ires in scadenza il prossimo 30 novembre. Nell'ultima versione del decreto legge varato ieri dal Consiglio dei ministri, sottoposto nel corso del pomeriggio a limature e correzioni da parte dei tecnici dell'Economia, la riduzione dell'acconto riguarda solo l'Irpef ed è corposa: dal 99 al 79% e vale 3,8 miliardi. Minori entrate che saranno coperte dal maggior gettito atteso dallo scudo fiscale. (...)
Il beneficio si applica alle piccole e medie imprese, ditte individuali, società di persone e liberi professionisti che versano l'imposta sulle persone fisiche: buona parte del "popolo delle partite Iva" (artigiani, commercianti, professionisti) cui si aggiungono i lavoratori dipendenti percettori di altri redditi (anche di seconde abitazioni o da locazione), che presentano la dichiarazione (730 oppure Unico) e quanti dichiarano redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente.

Il Sole 24 Ore - D. Pesole - art. pag. 3

Parte la rivoluzione dell'Iva

Consiglio dei ministri. Via libera allo schema di decreto legislativo che recepisce tre direttive comunitarie. Dal 2010 il luogo di tassazione diventa quello di stabilimento del committente

Scattano dal 1° gennaio 2010 le nuove regole sulla territorialità dei servizi, in materia di Intrastat e di rimborso dell'Iva ai non residenti. Il Consiglio dei ministri, nella seduta di ieri, ha licenziato lo schema di decreto legislativo con il quale vengono recepite le direttive comunitarie 8, 9 e 117 del 2008, varate al duplice scopo di permettere la tassazione dei servizi nel luogo di fruizione, facilitandone l'individuazione, e di fronteggiare le frodi fiscali, con l'irrobustimento degli adempimenti informativi a carico dei contribuenti.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 33

Più telematica per i libri sociali

Consiglio dei ministri. Approvato il Ddl sulla semplificazione frutto della collaborazione Brunetta-Calderoli. Strumenti elettronici per numerazione e vidimazione di repertori e scritture

Un nuovo pacchetto di semplificazioni per le imprese e i professionisti, ma anche per chi decide di mettere mano a interventi di manutenzione ordinaria della propria abitazione.
Sono le ultime novità inserite nel disegno di legge collegato alla Finanziaria 2010 che il Consiglio dei ministri ha approvato ieri su proposta del titolare della Pa e l'Innovazione, Renato Brunetta.

Il Sole 24 Ore - D. Colombo - art. pag. 34

Piccola edilizia senza la Dia

Consiglio dei ministri. Sì al pacchetto anti-burocrazia di Calderoli. Previsti risparmi per 1 mld. Ristrutturazioni in libertà. Meno oneri per le imprese

Attività edilizia libera. Chi vorrà ristrutturare casa, pavimentare una parte di giardino, installare pannelli solari, impiantare una serra mobile sul proprio terreno o, ancora, eliminare barriere architettoniche, potrà fare da sé. E non avrà più bisogno di presentare nemmeno la denuncia di inizio attività (Dia).
L'unico adempimento che bisognerà ricordarsi di rispettare, prima di dare il via ai lavori, sarà la comunicazione telematica al comune, nella quale si dovranno allegare le eventuali autorizzazioni obbligatorie richieste dalla legge.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 25

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile