Rassegna stampa del 16 novembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Libri online a gestione annuale

Semplificazione. Con il disegno di legge Brunetta-Calderoli allineati gli obblighi della tenuta informatica a quella su carta. Cancellata la bollatura trimestrale prevista con la manovra del 2008

Firma digitale e marca temporale una volta l'anno su libri e registri tenuti con modalità informatiche. Innovando l'articolo 2215 bis del Codice civile e rispondendo alle aspettative del mondo imprenditoriale, l'articolo 1 del disegno di legge sulla semplificazione collegato alla Finanziaria dà il via libera definitivo allo sviluppo di una tenuta completamente dematerializzata dei documenti contabili delle imprese.
Adempimenti ulteriormente semplificati per libri e registri a rilevanza anche fiscale, con riferimento al libro inventari e al libro giornale: il momento di apposizione di firma e marca ai fini della tenuta coincide con quello per la conservazione sostitutiva degli stessi documenti secondo quanto disposto dal decreto del ministero dell'Economia e delle Finanze del 23 gennaio 2004.
Infine è previsto che, se per un anno non sono state eseguite registrazioni, firma e marca devono essere apposte all'atto di una nuova registrazione, il momento da cui far decorrere nuovamente il periodo annuale.

Il Sole 24 Ore - sabato 14 novembre - A. Mastromatteo, B. Santacroce - art. pag. 27

I voucher presto in tabaccheria

Inps. Si estende la rete di vendita

Chi ha bisogno di una baby sitter, lezioni private, una colf o un giardiniere (ma solo occasionalmente) e non vuole pagarli in nero potrà presto comprare i buoni anche dal tabaccaio, non solo all'Inps. "Per favorire un'ulteriore diffusione del prodotto - dice il presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua - è in programma una sperimentazione con i tabaccai associati alla Fit, che garantiscono oltre cinquemila punti vendita nel Paese".
La sperimentazione parte in Lombardia, a fine anno dovrebbe essere operativa in tutto il Paese.

Il Sole 24 Ore - sabato 14 novembre - An. Man. - art. pag. 28

Contabilità con un formato unico

Bilanci. Documento dell'Istituto di ricerca dei dottori commercialisti ed esperti contabili. Modello Xbrl non limitato alla presentazione dei rendiconti

Il formato XBRL, nel prossimo futuro, non sarà limitato alla mera redazione e presentazione del rendiconto annuale al registro delle imprese. Potrà essere utilizzato, facilitando il compito dei professionisti anche nelle attività di revisione e consulenza gestionale, con un impiego destinato a codificare l'intera contabilità. E le società che hanno chiuso il proprio bilancio successivamente allo scorso 16 febbraio (30 giugno o 31 dicembre), attualmente quelle con esercizio non coincidente con l'anno solare, devono assolvere l'onere allegando lo stato patrimoniale ed il conto economico nel nuovo formato.
Ecco, in estrema sintesi, alcune delle interessanti indicazioni rilevabili nel documento n. 4 - novembre 2009, rubricato “Il bilancio in formato XBRL”, dell'Istituto di Ricerca dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (IRDCEC).

Italia Oggi - sabato 14 novembre - F. G. Poggiani- art. pag. 27

Rimborsi Irap, domani si parte

Dalle 12 scatta il click day per recuperare il 10% di deducibilità del tributo regionale ai fini delle imposte dirette. Invii scaglionati. Aprono Basilicata, Molise e Calabria, chiude la Lombardia

Partenza "scaglionata" per le istanze di rimborso delle imposte dirette che si possono recuperare per effetto della deducibilità "a posteriori" del 10% dell'Irap versata dal 2004 al 2007.
Con una conseguenza importante: la velocità del "click", almeno questa volta, non incide sul diritto di credito del contribuente e sulla misura della sua soddisfazione, ma solo sui tempi di recupero.
E' questa la nuova veste operativa dell'articolo 6 del Dl 185/2008 e approdata, dopo un paio di rinvii, al provvedimento direttoriale del 28 ottobre scorso.

Il Sole 24 Ore del lunedì, Norme e tributi - G. Gavelli, A. Versari - art. pag. 1

Ordini più vicini al traguardo Pec

Le categorie accelerano in vista dell'appuntamento di fine mese con la Posta elettronica certificata. Sprint per dissipare dubbi e facilitare l'adozione dell'indirizzo

La Posta elettronica certificata scalda i motori. Il 29 novembre scatterà l'obbligo per tutti i professionisti iscritti agli albi di comunicare ai propri ordini di appartenenza un indirizzo Pec dotato di valore legale, capace di andare a sostituire, almeno in parte, la più tradizionale raccomandata postale.
Ma a meno di due settimane dalla scadenza dei termini di legge, la confusione regna ancora sovrana i tra i professionisti. E questo perché non si è scelta la strada di disporre un unico indirizzo di posta elettronica certificata per ogni categoria professionale ma si è lasciato agli ordini provinciali o addirittura alla libera iniziativa dei singoli, l'onere di attrezzarsi per rispondere alle richieste normative.
Con l'unica eccezione dei notai che già da lungo tempo hanno predisposto un sistema di posta elettronica certificata uguale per tutti gli iscritti.

Italia Oggi Sette - G. Frontoni - art. pag. 8

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile