Rassegna stampa del 1° dicembre 2009
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Visualizza la scheda del software Log PrivacyXP Richiedi informazioni su Log PrivacyXP Scarica qui e compila il modulo di acquisto Log PrivacyXP  

Sotto tiro le imposte auto-ridotte

Firmata dal direttore delle Entrate una direttiva per il recupero dell'evasione da riscossione. Ogni anno violazioni per sette miliardi. Si rischia il blocco del ravvedimento

Campagna straordinaria di controlli dell'agenzia delle Entrate sugli omessi versamenti. A dare il via una direttiva firmata ieri dal direttore dell'Agenzia, Attilio Befera. In particolare un'attività di analisi servirà a "intercettare i contribuenti - spiega un comunicato delle Entrate - che non hanno versato, in tutto o in parte le imposte dovute nell'anno in corso, come ad esempio le imposte sui redditi - acconto e saldo - l'Iva periodica e a saldo, le ritenute operate e così via".
Un'attività di analisi, spiega Luigi Magistro, direttore centrale accertamento dell'Agenzia, che farà emergere in tempi rapidi dati che altrimenti sarebbero arrivati solo in sede di liquidazione delle dichiarazioni. In pratica a fine 2011.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 35

Occupazione, pacchetto anticrisi

Finanziaria 2010. Il governo ha depositato una raffica di emendamenti in commissione. Staff leasing riattivato, premi alle agenzie, voucher estesi

Pacchetto anticrisi per la ripresa dell'occupazione nella Finanziaria 2010. Tra le principali misure la riattivazione dello staff leasing; gli incentivi all'assunzione anche per i soggetti in disoccupazione; i premi alle agenzie lavoro; l'estensione dei voucher (il ricorso diventa possibile anche da parte di chi sia già occupato a part-time). E poi maggiori tutele ai co.co.co. (sale al 30% del reddito la misura una tantum in caso di perdita della collaborazione); proroga degli ammortizzatori sociali e della detassazione del salario di produttività. Ma arriva anche una «tassa» sul lavoro nero: l'ammissione al pagamento in misura ridotta della maxisanzione, infatti, diventa subordinato al pagamento di una somma una tantum di 100 euro per lavoratore.
Queste alcune delle principali novità contenute in uno degli emendamenti del governo, una sorta di pacchetto lavoro messo a punto dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi, depositato in commissione bilancio alla camera al ddl con la Finanziaria del prossimo anno.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 21

Lo scudo fiscale riscrive l'agenda

Una circolare e un provvedimento dell'Agenzia delle entrate sulla sanatoria delle attività. Intermediari, riversamenti al 18/12. Chiusura a fine 2010

Versamento della somma dovuta per lo scudo entro il 15 dicembre, riversamento da parte degli intermediari entro il 18 dicembre e chiusura delle operazioni entro la fine del 2010.
E' questo il calendario della sanatoria per le attività detenute all'estero in violazione delle norme sul monitoraggio fiscale che emerge dalla lettura degli ultimi documenti emanati ieri dall'amministrazione finanziaria: la circolare n. 50 ed il provvedimento direttoriale destinato agli intermediari. Da un punto di vista tecnico, peraltro, non si può parlare in senso stretto di una proroga in quanto la data del 15 dicembre 2009 rimane a tutti gli effetti quella di effetto dello scudo fiscale in relazione ai benefici che la legge offre ma, poste le difficoltà oggettive correlate al completamento delle operazioni, l'anno in più previsto dall'agenzia delle entrate ha l'obiettivo, con tutta probabilità, di facilitare adempimenti non semplici che interessano sia i contribuenti che gli intermediari.

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 25

Brunetta riordina il web della p.a.

Una direttiva di palazzo Vidoni impone l'utilizzo del suffisso gov.it e l'eliminazione dei siti inutili .Un dominio unico per i portali della pubblica amministrazione

Siti e portali internet della pubblica amministrazione dovranno essere identificati esclusivamente con il dominio «gov.it». Pertanto, le amministrazioni pubbliche, qualora intendano mantenere attivi tutti i siti internet istituzionali sinora registrati senza tale dominio, dovranno provvedere all'integrazione in tal senso nel più breve tempo possibile, eliminando, al contempo, tutti i siti attivati sino ad oggi, non più ritenuti utili, affinché non siano raggiungibili dai cittadini né direttamente né per il tramite dei motori di ricerca.
E' quanto messo nero su bianco nella direttiva n.8/2009 del ministro della funzione pubblica, Renato Brunetta, con la quale si intende operare una drastica razionalizzazione dei siti web delle pubbliche amministrazioni così da migliorare i servizi e le informazioni che vengono rese al cittadino attraverso la comunicazione internet.

Italia Oggi - A. G. Paladino - art. pag. 26