Rassegna stampa del 18 gennaio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Visita il sito per maggiori informazioni su ArchiviOK Professionisti Richiedi informazioni

Studi di settore, la banca dati sarà multifunzionale e coniugherà elementi quantitativi e qualitativi

Dalle start-up ai distretti: le diverse applicazioni pratiche dei nuovi strumenti applicativi della Sose. Censiti 4 milioni e 300 mila fra imprese e professionisti

Start-up, controllo di gestione, liberi professionisti, analisti di interi distretti e comparti produttivi. Sono questi alcuni fra i principali utilizzi che potranno avere le nuove banche dati Sose una volta messe a disposizione degli utenti.
Da quello che si puo' desumere dalle prime anticipazioni, il prodotto che verrà messo sul mercato si caratterizzerà per una struttura particolarmente flessibile che poggia su dati quantitativi e qualitativi.
Proprio la presenza degli elementi strutturali che caratterizzano le imprese censite nella banca dati della Sose costituisce il vero punto di forza di questo insieme di dati rispetto agli altri più o meno presenti sul mercato
.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 4

Professionisti nel labirinto degli obblighi antiriciclaggio

Lotta al denaro sporco. Coinvolte tutte le attività relative alla contabilità e ai tributi.
Estensione ad associazioni di categoria, Caf e patronati

Restyling di fine anno per l'antiriciclaggio. Non solo hanno iniziato a girare a pieno regime le misure contenute del Dlgs 151/2009 che interessano i professionisti chiamati ad assolvere nello svolgimento della propria attività specifiche verifiche e analisi del rischio nei confronti dei propri clienti. Sono state approvate, inoltre, per gli intermediari finanziari, da Bankitalia con provvedimento n.895 dek 23 dicembre scorso, le regole di tenuta dell'archivio unico antiriciclaggio (Aui). Regole che si applicheranno a rapporti e operazioni dal 1° giugno 2010.

Il Sole 24 Ore - B.Santacroce, I.Volo - Norme e Tributi - art. pag. 1

Per il Cud 2010 avvio in ritardo

Adempimenti. Assosoftware denuncia la mancata pubblicazione dei modelli

I tempi stringono. Nell'incessante calendario fiscale è già alle porte la nuova stagione delle dichiarazioni relative ai redditi 2009. Ma l'amministrazione finanziaria ha accumulato in questi mesi seri ritardi nell'emanazione della modulistica, in particolare per quanto concerne il Cud 2010.
Ritardi che stanno mettendo in difficoltà i produttori informatici che temono di non poter consegnare tempestivamente i software ai commercialisti, alle associazioni di categoria e alle aziende.
La denuncia arriva da Assosoftware, l'associazione (aderente a Confindustria, editore di questo quotidiano), che raggruppa il 90% delle aziende dell'Information Technology operanti nel settore del software gestionale e fiscale.

Il Sole 24 Ore - Sabato 16 gennaio - M. Bellinazzo - art. pag. 19

Due codici sul libro unico a formato preautorizzato

Inail. Coinvolte le aziende che seguono il tracciato delle case di software.
Il numero sarà comunicato ai datori dell'istituto

Le aziende e i consulenti che elaborano il libro unico sulla base di tracciati preautorizzati e forniti direttamente dalle software house dovranno riportare, in fase di stampa, anche un nuovo codice di autorizzazione che sarà comunicato dall'Inail nelle prossime settimane.
Lo prevede la nota dell'Inail n.335, emanata ieri, 15 gennaio. La comunicazione arriva a quasi un anno dall'entrata a regime del libro unico del lavoro, cha ha soppiantato , dopo quasi cinquant'anni, i tradizionali libri di matricola e paga che il datore era obbligato a tenere sul luogo di lavoro e ad aggiornare quotidianamente.
Con la nuova procedura prevista dal decreto legge 112/08 (in legge 2/09) scompaiono i vecchi registri cartacei: ciò in un'ottica di semplificazione che riunisce in un unico libro le registrazioni che prima erano suddivse tra libri paga e di matricola .

Il Sole 24 Ore - Sabato 16 gennaio - V. Villanovaart. pag. 24

I primi 10mila euro senza vincoli

Compensazione Iva. Diffusa ieri la circolare 1/E delle Entrate con i chiarimenti sul nuovo regime anti-elusivo.
I crediti residui del 2008 utilizzabili senza filtro fino alla dichiarazione

Compensazioni Iva libere fino a 10mila euro anche se, dopo la dichiarazione, si utilizzeranno importi sopra la soglia.
Con la circolare 1/E, diffusa nella serata di ieri, l'agenzia delle Entrate scioglie finalmente i dubbi dei contribuenti in vista del versamento di lunedi prossimo, 18 gennaio, il primo della nuova disciplina delle compensazioni.
Nessun vincolo per le compensazini Iva da Iva, anche se esposte in F24, e per gli utilizzi residui del credito annuale 2008 e dei trimestrali 2009. Il limite di 10mila euro raddoppia: l'importo vale distrintamente per il credito annuale e per quelli dei prossimi tre trimesti.

Il Sole 24 Ore - Sabato 16 gennaio - L. Gaianiart. pag. 19