Rassegna stampa del 24 febbraio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Richiedi informazioni su Stampati Fiscali Scarica il coupon d'ordine di Stampati Fiscali Visualizza le informazioni di Stampati Fiscali sul sito Data Print Grafik  

Intrastat, istruzioni per l'uso

Assosoftware in campo per dare tutte le informazioni tecniche necessarie. Software disponibili già dalla prima scadenza

Giovedì 4 febbraio 2010 si è tenuta a Milano una giornata di approfondimento per le software house, organizzata da Assosoftware, dal titolo «Intrastat: le novità in vigore dal 2010». Si è trattato di un appuntamento importante reso possibile dallo stretto rapporto di collaborazione tra Assosoftware e l'Agenzia delle dogane.
Proprio grazie a quest'ultima, la giornata ha avuto come protagonista il dott. Pietro Ciucci - responsabile Intra dell'Ufficio integrazione applicazioni Direzione centrale tecnologie per l'innovazione Agenzia delle dogane - che ha incontrato gli esperti di normativa fiscale ed i tecnici delle software house (...).
L'interesse per le tematiche affrontate è stato notevole e le risposte fornite dal dirigente dell'Agenzia delle dogane sono state fondamentali per consentire alle software house di concludere in tempi brevi le attività di predisposizione dei software gestionali. È stato possibile, infatti, predisporre gli aggiornamenti dei software per poter gestire le prestazioni di servizio intracomunitarie già per la prima scadenza del 20 febbraio (data resa nota dall'Agenzia delle dogane con la nota n. 24265 del 19/2/2010, dunque solo il giorno prima del termine) solo grazie alle informazioni fornite nel corso dell'incontro.
Dagli interventi dei partecipanti è emerso che le maggiori difficoltà non sono state inerenti tanto alla complessità del tracciato record EUROX, che poco differisce dal vecchio EUROA, quanto l'impossibilità di poter disporre in anteprima della versione definitiva dei frontespizi INTRA-1 ed INTRA-2 e soprattutto della procedura di acquisizione e di controllo Intr@Web 2010, di fatto già pronta ai primi di gennaio ma non resa fruibile neppure per consentire ai tecnici di effettuare gli opportuni test funzionali.

Italia Oggi - M. Leggio - art. pag. 30

Corruzione, enti ai raggi X

Le norme sui controlli nei comuni saranno recepite nel ddl del governo. Per le concessioni edilizie servirà la doppia firma

Non basterà la firma del dirigente, ma ci vorrà la controfirma del sindaco (o dell'assessore) per rendere efficace la concessione edilizia rilasciata dal comune. La doppia firma sarà necessaria anche su tutti i provvedimenti autorizzatori (art.107, comma 3, lett. f e g del Testo unico sugli enti locali) che presuppongano accertamenti e valutazioni di natura discrezionale, nonché su tutti i provvedimenti di sospensione dei lavori, abbattimento e riduzione in pristino di competenza comunale.
Basterà invece la sola firma del dirigente per irrogare le sanzioni amministrative in materia di prevenzione e repressione dell'abusivismo edilizio.
È questa una delle soluzioni a cui la maggioranza sta pensando nel tentativo di arginare la corruzione negli enti locali.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 22

Più tempo per aderire al Sistri

Diritto e impresa

Proroga in vista per il nuovo sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti («Sistri»). Il termine ultimo per l'adesione (già fissato al prossimo 28 febbraio) slitterà di un mese. Il decreto di proroga, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, è in fase di registrazione e dovrebbe essere pubblicato l'ultimo giorno utile (sabato). Il Sistri rimarrà un obbligo senza sanzioni (anche il nuovo decreto non le prevederà e d'altro canto non poteva prevederle). Tuttavia, il nuovo decreto chiarirà anche alcuni aspetti operativi che avevano ingenerato confusione tra gli operatori e le amministrazioni (per esempio quelli relativi al «delegato», che potrà essere anche un semplice addetto alla movimentazione).
La notizia segue di qualche giorno l'iniziativa degli onorevoli Togni, Lanzarin, Fava e Fedriga della Lega Nord. Che con l'interrogazione n. 285 del 18 febbraio avevano già suggerito l'opportunità di una proroga evidenziando come il decreto 17 dicembre 2009 (pubblicato il 13 gennaio u.s.) avesse ingenerato incertezza negli operatori interessati e nelle autorità deputate al controllo.

Italia Oggi - G. Ambrosoli - art. pag. 26