Rassegna stampa del 3 marzo 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Informazioni sul corso Iscriviti al corso  

Antiriciclaggio, è boom di Sos

Il bollettino semestrale dell'Unità di informazione finanziaria analizza i flussi dei dati. Nel 2009 le segnalazioni di operazioni sospette a +44%

Antiriciclaggio, boom di segnalazioni di operazioni sospette (sos) negli ultimi sei mesi del 2009. All'unità di informazione finanziaria (Uif) sono arrivate infatti oltre 11 mila segnalazioni con un incremento di circa il 44% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
Le segnalazioni complessivamente pervenute nel 2009, sono state oltre 21 mila, con un incremento del 44,3% rispetto a tutto il 2008.
Lo rende noto l'Uif nel bollettino semestrale, pubblicato ieri.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 24

Cassazione: crediti Irap privilegiati e retroattivi

Crediti Irap privilegiati con effetto retroattivo. Equitalia ha diritto alle spese per l'ammissione al passivo

I crediti Irap che Equitalia è chiamata a riscuotere presso le aziende fallite sono privilegiati anche prima della riforma del 2007. Non solo. L'esattore ha diritto a essere rimborsato delle spese che incontra per l'ammissione al passivo.
Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 4861 del 1° marzo 2010, ha accolto il ricorso di Equitalia che chiedeva di essere ammessa al passivo del fallimento di un'azienda con un credito privilegiato per l'Irap.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 23

Il luogo d'uso decisivo per l'Iva

NOLEGGIO VEICOLI/ Dal 20 febbraio scorso in vigore le modifiche del dlgs 18 del 2010 Scatta il criterio ausiliario per la tassazione della prestazione

Il luogo di utilizzazione del servizio torna in pista per guidare l'applicazione dell'Iva su noleggi e leasing di mezzi di trasporto.
Dal 20 febbraio scorso, giorno di entrata in vigore del dlgs n. 18/2010, con il quale è stata attuata la riforma comunitaria, nella normativa nazionale ricompare il criterio ausiliario dell'utilizzo quale “correttivo” finalizzato a tassare i servizi utilizzati in Italia e a detassare quelli utilizzati fuori della Comunità. Un criterio che, va ricordato, non ha potuto trovare applicazione nel periodo 1/1-19/2/2010, in quanto non riconducibile ad una disposizione vincolante della normativa comunitaria.
La nuova disciplina di queste prestazioni, definite come “locazione, anche finanziaria, noleggio e simili di mezzi di trasporto”, è più articolata della precedente, perché opera distinzioni in relazione allo status del committente e alla durata del noleggio.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 25