Rassegna stampa del 19 marzo 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Informazioni sul corso Iscriviti al corso  

Proroga per gli "Intra" di gennaio

 
I chiarimenti delle Entrate sulla disciplina comunitaria. Per i servizi la soglia decorre dal 2010. Presentazione entro il 4 maggio. Ma il rinvio non si estende a febbraio

La disciplina del periodo transitorio del nuovo regime Iva scaturito dal recepimento dal Vat Package ha trovato una definizione, seppure non completa, nella circolare 14/E di ieri, con cui l'agenzia delle Entrate detta disposizioni per gestire le conseguenze del tardivo recepimento delle direttive 2008/8 e 2008/117 (dopo la circolare 5/E del 17 febbraio).
Da oggi sarà poi aperto sul sito dell'Agenzia un forum destinato ad accogliere, fino al prossimo 20 aprile, quesiti e richieste di chiarimenti. A maggio è prevista una nuova circolare che terrà conto delle risposte.
Va segnalato che la scadenza per la presentazione dei modelli di gennaio può contare sulla proroga di 60 giorni prevista dall'articolo 3 dello Statuto del contribuente. In questo modo, i soggetti che non hanno provveduto alla presentazione entro il 25 febbraio scorso, beneficiano della dilazione da calcolare a partire dal 5 marzo, data di pubblicazione nella "Gazzetta Ufficiale" del decreto ministeriale 22 febbraio di attuazione della nuova disciplina in tema di elenchi riepilogativi. In sostanza, l'obbligo può essere adempiuto entro il 4 maggio prossimo, senza che possano essere applicate sanzioni per la presentazione tardiva.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 35

Il cinque per mille premia la ricerca contro i tumori

Diffusi dalle Entrate i dati del 2008. Ai beneficiari spettano 400 milioni

L'associazione italiana per la ricerca sul cancro mantiene saldamente anche per il 2008 lo scettro del 5 per mille dell'Irpef. Lo fa con un distacco abissale nei confronti di tutti gli altri enti, di volontariato, di ricerca sanitaria o associazioni sportive dilettantistiche.
Con oltre 800mila opzioni dei contribuenti Irpef, l'Airc raccoglie dal 5 per mille oltre 38,3 milioni di euro nella lista degli enti che fanno ricerca scientifica. A questo poi si devono aggiungere i circa 16 milioni raccolti con le opzioni di chi ha voluto destinare parte dell'imposta alla ricerca sanitaria. Il mondo delle Onlus vede, invece, al primo posto, con poco più di 9 milioni di euro Medici senza frontiere, mentre le associazioni sportive dilettantistiche sono guidate dalla polisportiva D. Mugnano del Cardinale che ha raccolto con oltre 251.000 opzioni poco più di 30mila euro.

Il Sole 24 Ore - M. Mobili - art. pag. 37

Siti aziendali senza i dati sulla salute

Garante privacy, impiegati tutelati

I dati sanitari dei dipendenti non possono essere diffusi sui siti internet aziendali. E se pubblicati vanno rimossi. Lo ha deciso il garante accogliendo il ricorso di un dirigente di una società, cui è stato imposto di rimuovere i dati sulla salute dell'interessato pubblicati on line (il provvedimento è del 16 dicembre 2009 ed è stato reso noto dalla newsletter del garante del 18 marzo 2010).
Nel caso specifico la società ha pubblicato sul proprio sito web un comunicato stampa, con cui si avvisava che, a causa di un persistente stato morbile di un suo dipendente, la carica di dirigente sarebbe stata assunta ad interim dall'amministratore delegato della società stessa.

Italia Oggi - art. pag. 20

Accertamenti integrabili

Il dietrofront della Cassazione con una sentenza favorevole al fisco. L'ufficio può usare anche vecchie informazioni

Dietrofront della Cassazione sugli accertamenti integrativi: è valida una seconda rettifica Iva notificata al contribuente anche se i nuovi elementi di cui è venuto a conoscenza l'ufficio sono contenuti in un pvc precedente il primo accertamento. La sentenza 6459 del 17/3/2010 accoglie il ricorso del fisco.
Prima di tutto, ricorda la sentenza, «costituiscono dati sopravvenuti», che legittimano l'accertamento integrativo, «anche i dati conosciuti da un ufficio fiscale, ma ignoti a quello che emette l'avviso di accertamento».

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 22

Premi, semaforo verde agli sconti

Circolare dell'Inps con le istruzioni per usufruire dell'agevolazione prevista dal dm 11/3/2010. Riparte la decontribuzione (2,25%) sulle erogazioni 2009

Via libera dell'Inps allo sgravio contributivo del 2,25% sulle erogazioni previste dai contratti di secondo livello riferite al 2009.
Le modalità che le aziende devono seguire per ottenere il beneficio sono indicate nella circolare n. 39/2010, con la quale l'Istituto è intervenuto per illustrare i contenuti del decreto interministeriale lavoro-economia (pubblicato sulla G.U. dell'11 marzo) che dà attuazione alla legge n. 247/2007.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 25