Rassegna stampa del 23 marzo 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Informazioni sul corso Iscriviti al corso

Revisione dei conti standardizzata

Oggi in Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo che recepisce la direttiva 2006/43 dell'Ue. Carte di lavoro da conservare almeno per un decennio

Revisione contabile secondo standard internazionali, obbligo di conservazione delle carte di lavoro per almeno un decennio, sottoscrizione del giudizio sul bilancio determinante per la decorrenza dei termini di prescrizione per l'azione di responsabilità nei confronti dei revisori.
È quanto deriva dal combinato disposto degli artt. 14, 11, e 12 del decreto legislativo di recepimento della direttiva 2006/43/Ce sulla revisione dei conti che sarà pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale.
Gli artt. 11 e 12 del decreto evidenziano che i controlli del revisore dovranno essere effettuati secondo i principi di revisione internazionali, che in attesa di quelli adottati dalla Commissione europea, saranno quelli elaborati dagli ordini ed associazioni professionali. Non vi sarà quindi più un «controllo contabile» distinto dalla «revisione contabile» ma un'unica revisione definita «legale» a cui tutti i revisori (e i sindaci-revisori) dovranno attenersi.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 21

Certificati medici 2.0

Nota di Brunetta. Tre mesi di transizione, poi le sanzioni. Dal 3 aprile documenti on-line all'Inps

Dal 3 aprile certificati medici on-line all'Inps. E dal 19 giugno le attestazioni di malattia in forma cartacea andranno definitivamente in soffitta. I lavoratori del pubblico impiego non dovranno più preoccuparsi di trasmettere i certificati alla propria amministrazione di appartenenza. Perché saranno i medici a inviarli telematicamente all'Inps, la quale a sua volta, una volta ricevuti i documenti, dovrà girarli immediatamente all'ente.
Chi non si adeguerà andrà incontro a pesanti sanzioni che potranno arrivare, in caso di recidiva, fino al licenziamento per il lavoratore e alla decadenza della convenzione con il Servizio sanitario nazionale per il medico.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 22

Cartelle, restyling di fine estate

Provvedimento del direttore dell'Agenzia. Informazioni su misura per ogni tipologia di ruolo. Al via il nuovo modello: debutterà dalla fine di settembre

La cartella esattoriale si rifà il look. Nel nuovo modello, approvato con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 20 marzo scorso, spazio alle informazioni su misura per ogni tipologia di ruolo. La nuova cartella esattoriale non scenderà però subito in campo ma andrà a sostituire quella attualmente in uso solo a partire dai ruoli emessi dal 30 settembre 2010 in poi.
I cambiamenti della cartella sono più che altro di natura formale e prevedono una migliore leggibilità delle informazioni principali (ottenuta attraverso l'uso di caratteri più grandi o in rilievo) e delle avvertenze in ordine alla possibilità di chiedere la rateazione delle somme richieste e dell'ente al quale rivolgersi per ottenere informazioni o per impugnare la cartella stessa.
Le motivazioni che hanno portato alla revisione della cartella, si legge nel testo del provvedimento direttoriale, sono essenzialmente collegate «... all'esigenza di garantire una maggiore chiarezza e intelligibilità, da parte del contribuente, delle informazioni e dei dati in essa riportati».

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 24

Crediti trimestrali, recuperi al via

IVA. Entro il 30/4 la domanda con il modello TR. Al debutto le regole della manovra d'estate. Compensazioni veloci fino a 10 mila : istanze al 6 aprile

Nel mese di aprile i contribuenti in credito d'Iva per il primo trimestre 2010, se in possesso dei requisiti previsti dalla legge, potranno presentare l'istanza di rimborso/compensazione. In questa occasione debuttano anche per i crediti infrannuali le nuove regole introdotte dal dl 78/2009, che prevedono vincoli per compensare importi superiori a 10 mila euro.
Entro tale limite la compensazione può effettuarsi secondo le vecchie regole, ma occorre comunque la previa presentazione del modello TR.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 26