Rassegna stampa del 24 marzo 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Informazioni sul corso Iscriviti al corso  

Aziende con la zavorra del Mud

Ambiente. Per le dichiarazioni sui rifiuti il modello digitale potrebbe sostituire il vecchio prospetto. Per Confindustria sono più di 600mila le imprese in difficoltà

Nella partita della tracciabilità dei rifiuti - la riforma tecnologica del ciclo di gestione, in avvio tra poco più di un mese - l'associazione dei comuni scende in campo accanto a Confindustria. (...)
A pochi giorni dalle dichiarazioni per il 2009, imprese ed enti sono alle prese con due scadenze impegnative: l'utilizzo per l'ultimo anno del vecchio Mud, e la tempistica di iscrizione e di avvio del rivoluzionario Sistri.
Le aziende coinvolte dall'ultima tornata del Mud sono oltre 600mila e stanno vivendo nella più assoluta e grave incertezza, secondo Confindustria, dovuta al rischio di dover utilizzare il modello "tecno" del Mud (mai entrato in vigore) invece dell'abituale cartaceo. (...) Spiega Aldo Fumagalli Romario, presidente della Commissione sviluppo sostenibile di Confindustria "..Questa ipotesi sarebbe incomprensibile, contradditoria e inutilmente vessatoria alla luce del recente varo, da parte del governo, del sistema informatizzato Sistri, che comporta dall'anno prossimo proprio l'abolizione del Mud".

Il Sole 24 Ore - A. Galimberti - art. pag. 35

Ravvedimento soft

Le Entrate hanno corretto le istruzioni date nel 2009. Sanzione al 3% più gli interessi

Le imposte che risultano dovute sulla base di una dichiarazione presentata tardivamente, e ravveduta, entro il 29 dicembre, possono essere regolarizzate, fino al successivo 30 settembre, con il pagamento di una sanzione del 3 per cento, oltre al versamento dei tributi e degli interessi.
A chiarirlo è stata l'Agenzia delle entrate che con la circolare n. 11/E ha rivisto il paragrafo 10.1 della sua precedente circolare n. 49/E del 2009 nella parte in cui, contrariamente a quanto indicato anche nelle istruzioni al modello unico, aveva affermato che l'imposta risultante dalla dichiarazione tardiva era sanabile con il pagamento di una sanzione pari al 12 per cento (con un minimo di 21 euro) da versarsi entro il 29 dicembre.

Italia Oggi - M. Bonazzi - art. pag. 23

Il 730 viaggia in rete

Il parere della Fondazione studi consulenti del lavoro. Procedura telematica estesa a tutti

Non è sanzionata né preclude la prestazione di assistenza fiscale ai propri dipendenti la mancata comunicazione all'agenzia delle entrate, da parte del sostituto d'imposta (datore di lavoro), relativa all'utilizzo della procedura telematica (modelli 730/4).
Lo spiega la Fondazione studi dei consulenti del lavoro nel parere n. 10 di ieri. Il chiarimento arriva in risposta a un quesito relativo alla principale novità in tema di modello 730, ossia l'estensione dal 2010 ai sostituti d'imposta di tutte le province del territorio nazionale e a tutti gli intermediari abilitati (consulenti del lavoro, dottori commercialisti ed esperti contabili con sola eccezione dei grandi sostituti d'imposta come l'Inps, l'Inpdap, l'Ipost ecc.) dell'invio telematico all'Agenzia delle entrate del modello 730/4.
In particolare, i datori di lavoro pubblici e privati hanno tempo fino al 31 marzo prossimo per comunicare l'utenza telematica o il nome dell'intermediario presso cui intendono ricevere dall'Agenzia delle entrate i dati contabili dei modelli 730/4 dei loro dipendenti (cioè la liquidazione dei redditi e delle imposte).

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 27

Reddito d'impresa, ora si cambia

Il punto sul convegno di Milano sulle dichiarazioni fiscali e gli adeguamenti ai software. La modulistica di Unico 2010 si adegua alle novità normative

Lo scorso 11 marzo a Milano, presso l'Hotel Michelangelo di via Scarlatti 33, si è svolto il Convegno di formazione professionale per le case di software dal titolo «Dichiarazioni fiscali: gli adeguamenti ai software per il 2010».
Proseguiamo la sintesi dell'incontro (la prima parte sugli Studi di settore è stata pubblicata il 18/3/10) con le novità più salienti del reddito di impresa che hanno comportato modifiche importanti alla modulistica di Unico 2010.
Ricordiamo e ringraziamo nuovamente i relatori dell'Agenzia delle Entrate che hanno trattato il reddito di impresa, in particolare Debora Ricco e Gianluca Martani, funzionari della Direzione centrale servizi ai contribuenti. Continua-->

Italia Oggi - F. Giordano - art. pag. 29