Rassegna stampa del 26 marzo 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Informazioni sul corso Iscriviti al corso  

Proroga del Mud in tempi stretti

Ambiente. Imminente l'annuncio del ministero sull'eliminazione del modello in formato elettronico. In arrivo il decreto. Confermata la doppia partenza del Sistri

Per la proroga del vecchio Mud cartaceo per la dichiarazione 2010 scatta la corsa contro il tempo. Dopo la decisione del ministero dell'Ambiente di correggere la modifica del Modello unico dei rifiuti tornando all'antico in attesa del varo di Sistri - che è imminenete - tecnici e categorie sono al lavoro: obiettivo, cercare di risolvere già nelle prossime ore l'equivoco sorto sul debutto del Mud elettronico per l'ultima dichiarazione annuale 2010 e per il successivo semestre 2011.
Il problema nasce dal fatto che Sistri, il sistema di tracciamento totalmente digitale con procedure del tutto nuove, diventerà operativo solo dal 13 luglio prossimo per le grandi aziende, e dal 12 agosto per quelle di minori dimensioni: quindi centinaia di migliaia di imprese entro il 30 aprile dovranno procedere all'adempimento relativo all'esercizio 2009 adottando ancora le vecchie procedure Mud.

Il Sole 24 Ore - A. Galimberti - art. pag. 34

Maxi-sanzioni ai sindaci

La riforma aumenta i rischi legati agli incarichi. Occasioni per le nuove leve. Mosaico di misure per le irregolarità penali e amministrative

Responsabilità sostanziale, perimetri chiari per l'indipendenza, stretta sul penale e sulle sanzioni che superano il vecchio e artigianale collegio sindacale e lo proiettano nella dimensione europea degli standard tipici delle multinazionali della revisione. (...)
Il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2006/43/Ce incide sulle scelte future dei professionisti appesantendo innanzitutto il quadro delle sanzioni. Ne introduce di nuove e per le fattispecie già esistenti cambia sia la collocazione normativa che la durezza della pena.
Gli articoli - dal 24 al 32 del decreto legislativo 39/2010 - individuano due tipi di sanzioni: amministrative e penali. Nell'ambito delle prime si distingue ancora fra: sanzioni pecuniarie e sanzioni incidenti sull'esercizio dell'attività. La responsabilità amministrativa poi può essere integrata con: irregolarità nello svolgimento dell'attività di revisore legale e ritardata od omessa comunicazione delle informazioni da annotarsi nel Registro dei revisori legali e delle società di revisione.

Il Sole 24 Ore - N. Cavalluzzo, A. Montinari - art. pag. 31

L'Irap misura la base imponibile

Bilanci. Le società non operative possono far valere il bonus del 3% per interventi di ricapitalizzazione. Rebus sull'ammortamento dei terreni e sui canoni di leasing

Le imprese nel chiudere il bilancio d'esercizio 2009 devono determinare l'importo dovuto per imposte d'esercizio, tra cui l'Irap. In tale contesto occorre prestare attenzione ad alcuni problemi che non sono stati risolti (nemmeno visionando le istruzioni al modello Irap 2010). Per esempio la deducibiltà della quota d'ammortamento del terreno sottostante il fabbricato, oltre che ad alcuni riflessi di operazioni eseguite nel 2008, come la rivalutazione degli immobili.

Il Sole 24 Ore - P. Meneghetti - art. pag. 32

Parte la caccia a 7,7 miliardi

Controlli 2010. Pronta la convenzione tra ministero ed Entrate. Con il redditometro 25mila verifiche

E' di 7,7 miliarid di euro l'incasso assegnato come obiettivo alle Entrate dalla convenzione preparata dal ministero dell'Economia. Un numero che si tiene sotto i riusltati del 2009, indicati il 2 marzo scorso dall'Agenzia in 9,1 miliardi. E molti dei numeri della convenzione restano sotto gli obiettivi già raggiunti. Probabilmente si tratta di stime prudenti legate anche ai processi di riorganizzazione in atto nell'Agenzia.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 33