Rassegna stampa dell'8 aprile 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Informazioni sul corso Iscriviti al corso  

Collegi con poteri amplificati

In vigore da ieri il decreto legislativo che allinea il sistema italiano all'Unione europea. All'organo di controllo il compito di proporre l'incarico di revisione

Le regole europee per i revisori contabili e il controllo legale dei bilanci sono in vigore da ieri, 7 aprile, giorno in cui sono scattati gli effetti del decreto legislativo 39/2010, che ha recepito la direttiva Ue 43/2006.
Si tratta però di un'entrata in vigore che rende efficaci solo alcune disposizioni del decreto, visto che una buona parte di queste sono subordinate all'emanazione di regolamenti attuativi.
L'attenzione dunque si concentra sulle norme direttamente applicabili, con impatto diretto già sui prossimi appuntamenti assembleari e sul comportamento dei soggetti chiamati alla revisione. (...)
La grande novità riguarda il ruolo dell'organo di controllo, generalmente il collegio sindacale, che d'ora in poi è chiamato a proporre in modo motivato il revisore o la società di revisione.

Il Sole 24 Ore - C. Odorizzi - art. pag. 30

Per il 'vecchio' Mud in arrivo il decreto legge

Ambiente. Verso il rinvio del termine del 30 aprile

La corsa contro il tempo della dichiarazione Mud per il 2010 sui rifiuti inizierà la prossima settimana, con la presentazione al Consiglio dei ministri del testo del decreto legge destinato a correggere l'introduzione, solo per quest'anno e per il primo semestre 2011, del Modello unico "elettronico": un adempimento nuovo e temporaneo, questo, che aveva destato l'allarme e la preoccupazione delle associazioni imprenditoriali, alle prese in queste settimane con il già impegnativo allineamento alle procedure di Sistri, il rivoluzionario sistema di tracciabilità totalmente digitale del ciclo dei rifiuti.
L'anticipazione ha ora un cronoprogramma: nella prossima riunione di governo il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo porterà il decreto che aborga il Dpcm del 2008 - che introduceva appunto il Mud elettronico - e di fatto fa tornare tutto all'antico. Restaurazione che, è bene sottolinearlo, durerà solo per il breve periodo che accompagnerà il decollo di Sistri, che dalla dichiarazione del secondo semestre 2011 diventerà l'unico strumento per gli adempimenti di centinaia di migliaia di imprese.

Il Sole 24 Ore - A. Galimberti - art. pag. 31

Le fiere restano fuori dal modello Intrastat

Iva. Ma nel 2011 i servizi saranno assoggettati nel paese del committente

Le prestazioni di servizi accessori all'organizzazione di manifestazioni fieristiche da chiunque effettuate (prestatore nazionale, comunitario o extra comunitario), e indipendemente dalla natura del committente ai fini Iva sono rilevanti nel luogo in cui viene materialmente svolta la manifestazione.
A partire dal 2011 invece queste prestazioni di servizi saranno assoggettate nel paese del committente del servizio, con eccezione dei servizi per l'accesso alla manifestazione.

Il Sole 24 Ore - R. Portale, G. P. Tosoni - art. pag. 31

Dati del Pra anche senza consenso degli automobilisti

Privacy. Via libera del Garante

I nomi dei proprietari dei veicoli possono esser forniti dal Pra (Pubblico registro automobilistico) alle aziende e alle società di ricerca anche senza il loro consenso. A patto che siano utilizzati per inviare a queste persone "comunicazioni di particolare interesse" o svolgere ricerche economico-sociali o statistiche. Niente offerte puramente commerciali.
Lo ha deciso il Garante della privacy con un provvedimento dell'11 marzo pubblicato ieri, a chiusura di una lunga istruttoria.

Il Sole 24 Ore - M. Caprino - art. pag. 32