Rassegna stampa del 20 aprile 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Sugli studi pronte 200mila lettere

Il fisco spedirà le comunicazioni per mettere in preallarme imprese e autonomi che presentano gravi anomalie

Gerico ai tempi supplementari per chi vuole giustificare lo scostamento. Mentre stanno per arrivare le lettere di avvertimento (circa 200mila) per i contribuenti in difficoltà con gli studi di settore. Sul primo fronte i contribuenti non in regola con i ricavi stimati dal programma che accompagna Unico avranno più tempo (probabilmente uno o due mesi) per inviare una comunicazione telematica all'agenzia delle Entrate e spiegare i motivi dello scostamento.
A illustrare ieri, a Cremona, questa nuova possibilità è stato Luigi Magistro, direttore centrale accertamento dell'agenzia delle Entrate, nel corso di un convegno organizzato dalla Camera di commercio, rappresentata dal presidente Gian Domenico Auricchio, e da Unioncamere Lombardia, rappresentata dal vice direttore Gisella Ingrozzi.

Il Sole 24 Ore - J. M. Del Bo - art. pag. 31

Intrastat senza sanzioni

Regole Iva. Scade oggi il termine per il modello elettronico dei trimestrali. Da domani solo via web. Per gli adempimenti di aprile errori di compilazione non puniti

Primo appuntamento Intrastat per gli operatori trimestrali: scade oggi il termine per la presentazione degli elenchi in formato elettronico, mentre c'è tempo fino a lunedì 26 per l'invio via web tramite il servizio telematico doganale.
I trimestrali si confrontano con le nuove regole, anche se per questa scadenza non è possibile beneficiare delle deroghe concesse dall'amministrazione finanziaria sia per quanto concerne le modalità di presentazione dei modelli che in materia di sanzioni connesse a irregolarità nella compilazione.
Sul primo fronte si rammenta che da quest'anno la trasmissione degli Intrastat deve avvenire in forma esclusivamente telematica. Tuttavia, considerato il ritardo con cui è stata emanata la normativa di riferimento (il Dm è del 22 febbraio 2010 ed è stato pubblicato nella "Gazzetta Ufficiale" il 5 marzo) per non penalizzare gli operatori, l'agenzia delle Dogane, con la nota del 19 febbraio scorso, ha accettato la coesistenza di un "doppio binario": fino al 30 aprile è stata consentita la produzione dei modelli in formato elettronico, purchè presentati entro il 20 del mese successivo al periodo di riferimento, anzichè il 25, scadenza prevista a regime.

Il Sole 24 Ore - M. Mantovani - art. pag. 32

Una Email certificata per tutti

Finiti i test, circolare del ministro Brunetta con le ultime direttive in vista del debutto. La p.a. è inerte? Ne va di mezzo la retribuzione di risultato

Dal prossimo 26 aprile i cittadini, terminata la fase sperimentale, potranno chiedere l'attivazione di una casella di posta elettronica certificata (Pec). E le pubbliche amministrazioni dovranno attivarsi per fare in modo che ciò sia possibile. Nella home page del proprio sito istituzionale dovranno pubblicare un indirizzo di posta elettronica certificata al quale il cittadino possa rivolgersi, oltre all'elenco completo di tutte le caselle Pec attivate.
Le p.a. inoltre dovranno far sapere dell'esistenza delle caselle Pec in tutti i modi, quindi, per esempio, attraverso gli uffici relazioni con il pubblico (Urp), i call-center e i normali sportelli per i cittadini. E chi non si attiverà in tal senso, dovrà tenere conto del fatto che si tratta di un fattore rilevante ai fini della misurazione e valutazione della performance, anche individuale, varata dalla recente riforma del pubblico impiego (dlgs n. 150/2009).
Il mancato assolvimento degli adempimenti relativi alla Pec influisce infatti ai fini della misurazione della performance individuale e organizzativa strumentale al calcolo della retribuzione di risultato dei dirigenti degli uffici preposti.
È quanto messo nero su bianco dal ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione Renato Brunetta nella circolare n. 2/2010/DDI diffusa ieri e avente a oggetto «Ulteriori informazioni per la gestione delle caselle di posta elettronica certificata», in cui si sollecitano le amministrazioni ancora inadempienti ad attivarsi.

Italia Oggi - A. G. Paladino - art. pag. 19

Pmi verso la superconfederazione

Il progetto di accorpamento di Cna, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Casartigiani. Il fine è dare rappresentanza unica ad artigiani e autonomi

Le associazioni rappresentative delle piccole e medie imprese italiane e del lavoro autonomo hanno deciso di rompere gli steccati e fare fronte comune. Obiettivo è quello di diventare un interlocutore unico, in grado di contrapporsi alla triade governo-sindacati-Confindustria.
Con queste premesse, Cna, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e Casartigiani si sono date appuntamento il 10 maggio, all'Auditorium di Roma, per ufficializzare la nascita di una nuova associazione, che dia voce ai piccoli artigiani e commercianti, che rappresentano, con quasi 5 milioni di imprese, il 95% della forza produttiva italiana, contribuiscono per oltre il 70% alla formazione del valore aggiunto occupando l'80% del totale dei lavoratori.

Italia Oggi - G. Galli - art. pag. 26

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile