Rassegna stampa del 11 maggio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Telematici

Bilanci in Xbrl, pronto il nuovo software

Diritto e fisco

Xbrl, pronto il nuovo software. Sulle pagine del portale WebTelemaco, nella sezione dedicata agli strumenti per Xbrl (https://webtelemaco.infocamere.it/newt/rootdata/xbrl/Strumenti.html), è da ieri disponibile la nuova versione, 2.0.1, del software gratuito per codificare, validare e visualizzare i bilanci secondo il nuovo formato elettronico elaborabile.
InfoCamere, la società consortile che gestisce l'infrastruttura informatica dell'intero mondo camerale italiano, ha difatti aggiornato il tool precedentemente disponibile migliorando le sue caratteristiche e, soprattutto, la funzione di importazione dei dati contabili (in modo da evitare la fase di inserimento manuale).

Italia Oggi - A. Fradeani - art. pag. 21

Le ganasce sempre impugnabili

La Corte di cassazione a sezioni unite allarga il campo delle armi a favore del contribuente. Opposizione contro il preavviso anche per i debiti extratributari

Il preavviso del fermo auto è sempre impugnabile. Anche quando si tratta di obbligazioni di natura extra tributaria, come ad esempio le multe, i canoni o le iscrizioni agli ordini professionali.
A stabilirlo è la Cassazione sezioni unite, relatore Vincenzo Carbone, con la sentenza n. 11087/10 che arriva come corollario a una precedente pronuncia delle sezioni unite che aveva stabilito lo stesso orientamento ma per i debiti tributari.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 23

Srl, bilancio consolidato ai sindaci

Revisore esterno solo in presenza di società di interesse pubblico

Consolidato controllato dai sindaci nel caso in cui la capogruppo sia una srl. A tale disposizione, ovviamente, le capogruppo possono derogare con apposita clausola statutaria. È questa la posizione che emerge nella nota interpretativa su «le funzioni del collegio sindacale nelle società a responsabilità limitata alla luce del dlgs 39/2010», pubblicata ieri sul sito del Cndcec.
La possibilità di affidare al collegio sindacale la revisione legale della controllante si verifica, ovviamente, anche nelle srl che controllano società chiamate alla revisione legale dei conti.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 25

Professionisti preoccupati

I vertici degli ordini sulla sentenza della Cassazione in materia di verifiche fiscali. Chi controlla non può avere una licenza senza limiti

Non si può pensare che chi controlla abbia una licenza senza limiti. Né che si utilizzi la deroga al segreto concessa dal giudice per allungare l'occhio su carte e rapporti di un cliente che nulla entra rispetto all'accertamento richiesto al professionista.
È una sentenza che proprio non va giù ai professionisti quella della cassazione Sezioni Unite civili 11082/2010 con la quale è stato stabilito che tutta la documentazione o la corrispondenza tra clienti e professionista (nel caso specifico si tratta di un avvocato) possono essere esaminati dalla Guardia di finanza alla ricerca di attività professionali fiscalmente rilevanti e non dichiarate.
Una decisione che, per Guido Alpa presidente del Consiglio nazionale forense, presenta luci e ombre. Perché, «se è senz'altro condivisibile, in linea di principio, l'assunto per cui il segreto professionale è un istituto posto a tutela del diritto di difesa del cliente, e non un privilegio del professionista» è altrettanto vero che questo non significa che «l'amministrazione possa utilizzare contro i clienti elementi magari acquisiti durante le verifiche disposte per vagliare la posizione del professionista- contribuente».

Italia Oggi - B. Pacelli - art. pag. 29