Rassegna stampa del 27 maggio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Visualizza la scheda del software Log PrivacyXP Richiedi informazioni su Log PrivacyXP Scarica qui e compila il modulo di acquisto Log PrivacyXP  

Fatture inesistenti ad ampio raggio

Regole Iva. La Cassazione precisa i requisiti per il reato di emissione di documenti "fittizi". Anche se si indicano acconti su forniture mai avvenute

La fattura è falsa anche se documenta acconti su forniture e prestazioni di servizi mai avventi ed ai fini dell'ipotesi attenuata, che scatta in presenza di somme inferiori a 154.937,07 euro, ciò che rileva è l'importo non corrispondente al vero indicato in fattura e non ciò che è stato dedotto da chi ha ricevuto la fattura.
A chiarirlo è la Corte di Cassazione, sezione III penale con la sentenza 19907/2010 depositata ieri.

Il Sole 24 Ore - F. Falcone A. Iorio - pag. 34

Modulo semplificato con limiti

Dichiarazione ambientale. Imprese ed enti pubblici devono inviare il Mud alle camere di commercio entro il 30 giugno

Solo pochi giorni. La confema della proroga del termine per la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (Mud), introdotta con il decreto legge n. 72/2010 (Gazzetta Ufficiale n. 117 del 21 maggio), concede alle imprese e agli enti coinvolti (quasi mezzo milione) qualche giorno per predisporre e inviare alle Camere di commercio entro il 30 giugno i dati relativi ai rifiuti prodotti o gestiti nel 2009.
La dichiarazione ambientale, con la quale si realizza una rilevazione statistica prevista da un regolamento europeo, va compilata utilizzando un modulo identico a quello in uso negli utlimi anni e spedita, consegnata o trasmessa telematicamente. Si è così riusciti a evitare il passaggio al Mud "lunare", definito sul finire del 2008 e che avrebbe dovuto essere utilizzato per la dichiarazione 2010, proprio nell'anno dell'introduzione del Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti che renderà inutile l'adempimento statistico.

Il Sole 24 Ore - P. Pipere - art. pag. 36

Un confronto a valori omogenei

Manovra correttiva. Lo scostamento fra redditi complessivi accertati e dichiarati. Redditometro, riconoscibili deduzioni e detrazioni vigenti

Nuovo redditometro, confronto a valori omogenei. Lo scostamento deve essere effettuato tra i redditi complessivi accertati e dichiarati. Superata la vecchia formulazione che faceva riferimento al reddito «netto». Riconoscibili le deduzioni e le detrazioni vigenti.
Queste alcune delle novità emergenti dalle preannunciate modifiche dell'art. 38 del dpr 600/73, apportate dalla manovra correttiva.

Italia Oggi - M. Tozzi - art. pag. 20

Rifiuti sempre rintracciabili

Assosoftware: serve un accordo di programma per facilitare lo start-up. Debutta un sistema per tutelare meglio l'ambiente

I rifiuti, in questa nostra economia basata sulla continua crescita dei consumi, sono diventati ormai un'emergenza per ogni Stato moderno. Perciò il varo di Sistri va sicuramente nella direzione giusta, per la tutela dell'ambiente, ma anche per la difesa della legalità. Il nuovo sistema informatico consente la tracciabilità dell'intera filiera dei rifiuti, sfruttando le più avanzate tecnologie informatiche.
Con Sistri lo Stato intende dare un segnale di forte cambiamento nel modo di gestire il sistema informativo sulla movimentazione dei rifiuti. Il termine per l'iscrizione a Sistri, per i soggetti obbligati, è scaduto lo scorso 30 aprile, con un numero di imprese iscritte che ha già da subito raggiunto il consistente numero di 250 mila. (...)
Questa rivoluzione coinvolge una platea di imprese molto ampia, basti pensare che nel 2009 sono stati presentati circa 420 mila Modelli unici di dichiarazione Ambientale.
Le case di software associate ad Assosoftware che propongono soluzioni informatizzate hanno contribuito, con le loro procedure, alla predisposizione del 70% dei Mud.
Riteniamo essenziale che per la transizione verso il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, le imprese obbligate all'utilizzo di Sistri debbano ricevere tutto l'apporto e l'assistenza possibile affinché l'adeguamento del comparto alle nuove regole si attivi nei tempi previsti dal ministero dell'ambiente. Così come è altrettanto importante che l'operatività non subisca rallentamenti a causa di Sistri.
Per questo è difficile comprendere, ad esempio, perché la firma digitale delle operazioni di carico nel registro cronologico e delle schede di movimentazione debba essere fatta necessariamente con le componenti applicative di Sistri.
Mentre invece la firma digitale apposta con componenti standard e certificati a livello internazionale direttamente dai software gestionali già in uso presso produttori e smaltitori garantisce lo snellimento delle procedure amministrative. Oltre al fatto che è l'unico modo, per l'amministratore, di avere la visibilità e la garanzia di ciò che sta firmando.
Ma è fondamentale un «Accordo» di programma che faciliti lo start-up e riduca i tempi di adeguamento.

Italia Oggi - B. Mariotti, Presidente Assosoftware - art. pag. 30

L'F24 apre al Fondo Est

Paghe

A partire dalle paghe di ottobre 2010 anche i contributi sanitari dovuti al Fondo Est saranno versati con il modello F24. È questa la novità che il Fondo Est ha comunicato ad Assosoftware nel corso di una riunione tenutasi a Milano nei giorni scorsi.
L'utilizzo del modello F24 rappresenta un'importante semplificazione della procedura di versamento delle contribuzioni. Attualmente le aziende e i consulenti accedono ai servizi on-line del Fondo (mediante l'utilizzo di username e password) ed effettuano l'upload del file contenente la lista di contribuzione (lista di tutti i dipendenti) generato dal software paghe.
Successivamente il Fondo Est provvede a calcolare le somme dovute ed il consulente o l'azienda possono effettuare la stampa dell'ordinativo di bonifico precompilato dal sistema.
Il pagamento dell'ordine di bonifico può, quindi, essere effettuato direttamente presso il proprio istituto di credito o tramite home banking.

Italia Oggi - A. Barone - art. pag. 30

Elenchi Intra trasmessi tramite Entratel

Il punto

Grazie alla Determinazione n. 63336 del 7/5/2010 è stato consentito dall'Agenzia delle dogane a tutti i soggetti in possesso di abilitazione ai servizi Entratel o Fisconline, a partire dal 10 maggio 2010, di trasmettere gli elenchi INTRA tramite i servizi telematici dell'Agenzia delle entrate. La trasmissione può essere effettuata direttamente dai contribuenti o tramite uno degli intermediari abilitati (di cui ai commi 2-bis e 3 dell'art. 3 del dpr n. 322/1998).
L'Agenzia delle entrate ha reso disponibile in data 10/05/2010 la prima versione del software di controllo «Elenchi INTRA versione 1.0.0» per la verifica della conformità alle specifiche tecniche allegate alla Determinazione, aggiornato poi in data 18/05/2010 con la versione 1.1.0 che ha rimosso alcune anomalie legate a file prodotti con fine record non terminanti con i valori esadecimali «0D» e «0A» e al controllo del campo Partita Iva del fornitore (soggetto obbligato o intermediario delegato).

Italia Oggi - F. Giordano - art. pag. 30