Rassegna stampa del 10 giugno 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Arriva lo sportello unico a 360°

Consiglio dei ministri. Il regolamento stabilisce la creazione di in unico soggetto pubblico. Competenze sull'edilizia in quello per le attività produttive

Anche le competenze dello sportello unico per l'edilizia passano, salvo diversa disposizione dei comuni, allo sportello unico per le attività produttive (Suap). Quest'ultimo diventa l'unico soggetto pubblico di riferimento sul territorio per tutti i procedimenti che abbiano per oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi: avvio, trasformazione, ristrutturazione, riconversione, ampliamento, trasferimento, nonché cessazione e riattivazione delle attività. Restano esclusi dalla disciplina gli impianti e le infrastrutture energetiche, soggette a normativa speciale.
Il Suap comunicherà con i cittadini, ma anche con le altre p.a. interessate, esclusivamente in via telematica, mentre il portale «impresainungiorno» fornirà i servizi informativi e operativi allo sportello unico, oltre a contenere un sistema di pagamento per i diritti, le imposte e gli oneri relativi ai procedimenti gestiti dai Suap. È quanto prevede un dpr che sarà oggi all'attenzione del consiglio dei ministri.

Italia Oggi - V. Stroppa, C. Bartelli - art. pag. 21

Studi settore, aspettare la raccomandata

Disfunzioni

Studi di settore, in stand by le comunicazioni di irregolarità relative alle incoerenze relative ai beni strumentali (T10). A causa di una disfunzione informatica, riferibile alla postalizzazione, fanno sapere dall'Agenzia delle entrate con una nota diffusa ieri, si sono verificati alcuni casi in cui la segnalazione individuata dal modello T10 non rappresenta fedelmente la situazione del contribuente.
«Pertanto», scrivono da via Cristoforo Colombo, «i destinatari di questa particolare comunicazione di anomalia, nel caso in cui non rilevassero una piena corrispondenza tra il profilo rappresentato nella lettera inviata dall'Agenzia delle entrate e l'attività effettivamente svolta, sono invitati a non tener conto di quanto riportato nella comunicazione».
Nel giro di pochi giorni, infatti, i contribuenti interessati riceveranno, via posta raccomandata, la comunicazione corretta in modo tale da poter rimediare a eventuali incoerenze.

Italia Oggi - art. pag. 23

Unico, la proroga è cosa fatta

L'annuncio di Alberto Giorgetti, sottosegretario al ministero dell'economia. Zone franche urbane addio. Venti giorni in più senza il pagamento di maggiorazioni

Proroga vincente non si cambia. E così per il terzo anno consecutivo, causa ritardo predisposizione di Gerico, il software per il calcolo degli imposte dei soggetti sottoposti a studi di settore, i contribuenti avranno tempo fino al 6 luglio per pagare senza l'applicazione di maggiorazioni Irpef, Irap, Ires e contributi.
A confermarlo per la prima volta in maniera ufficiale è stato il sottosegretario all'economia Alberto Giorgetti, rispondendo a un'interrogazione presentata da Maurizio Fugatti (Lega Nord) in commissione finanze della camera, ieri.
«È di imminente emanazione un provvedimento con il quale il governo interviene nel senso auspicato dagli onorevoli interroganti», scrive Giorgetti.
E infatti proprio oggi il Dpcm con ogni probabilità oggi sarà esaminato anche dal consiglio dei ministri per un via libera politico.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 25

Gare, trucchi in vista

Ok della camera al ddl Brunetta. A rischio la concorrenza. Obbligatorio interpellare gli esclusi

Possibili combine nelle gare di appalto con l'obbligo per la stazione appaltante di interpellare i primi cinque classificati dopo l'aggiudicatario, in caso di risoluzione del contratto o di fallimento. È questo il possibile effetto della modifica al Codice dei contratti pubblici (l'ennesima di questi ultimi mesi) disposta dal ddl semplificazione approvato ieri dalla camera con 265 sì, 213 no (Pd e Idv) e 40 astenuti (Udc).
L'articolo 140 del dlgs 163/06, ad oggi, stabilisce che le stazioni appaltanti prevedono nel bando di gara la facoltà di interpellare i cinque concorrenti che seguono in graduatoria l'aggiudicatario dell'appalto nel caso in cui si pervenga alla risoluzione del contratto per grave impedimento o si verifichi il fallimento dell'impresa.
In questi casi quindi l'amministrazione può (ma non deve) sentire i concorrenti classificati dal secondo al sesto posto, scorrendo quindi la graduatoria progressivamente, e stipulare con uno di essi un nuovo contratto alle stesse condizioni di quello inizialmente stipulato con l'appaltatore fallito o gravemente inadempiente.

Italia Oggi - A. Mascolini - art. pag. 28

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile