Rassegna stampa del 15 giugno 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Visualizza la scheda del software Log PrivacyXP Richiedi informazioni su Log PrivacyXP Scarica qui e compila il modulo di acquisto Log PrivacyXP  

La stretta del fisco sugli interpelli

Circolare dell'Agenzia delle entrate fornisce istruzioni su contenuti e trattazione delle domande. L'istanza è inammissibile se manca la descrizione del caso

Per ottenere una risposta da parte dell'amministrazione finanziaria in sede di interpello dovrà essere fornita una stringente descrizione del caso concreto da risolvere. Laddove questa manchi, la domanda sarà considerata inammissibile senza possibilità di ottenere una indicazione nemmeno nell'ambito dell'attività di consulenza giuridica.
Inoltre, nel caso degli interpelli che vengono definiti come obbligatori (quali quelli anti elusivi in materia di Cfc o di società di comodo), giro di vite sulle sanzioni applicabili : sarà prima applicata quella di carattere residuale e, laddove comunque non sussistano le condizioni per la disapplicazione, la sanzione sulla maggiore imposta dovuta sarà quella massima.
Sono questi alcuni degli elementi di maggiore rilievo contenuti nella circolare dell'Agenzia delle entrate n. 32 di ieri con la quale l'amministrazione finanziaria interviene per fare il punto sulle diverse tipologie di interpello esistenti nell'ordinamento nonché per fornire istruzioni in merito alle modalità e ai contenuti delle istanze.

Italia Oggi - D. Liburdi - pag. 21

Il contenzioso annulla l'ipoteca

La Commissione regionale tributaria Puglia fissa i paletti sui requisiti dell'iscrizione. La lite fa perdere i requisiti di liquidità ed esigibilità

Il contenzioso annulla l'ipoteca. Il ricorso pendente contro la relativa cartella presupposta non consente all'esattoria di iscrivere ipoteca sui beni del presunto debitore; atteso il suo carattere costitutivo, infatti, il credito oggetto dell'ipoteca deve necessariamente possedere, ai fini della propria legittimazione, i requisiti della assoluta certezza, liquidità ed esigibilità, che nel caso di pendenza di ricorso non possono invece sussistere.
Sono le conclusioni raggiunte dalla decima sezione della Commissione tributaria regionale della Puglia nella sentenza n. 6/10/2010.

Italia Oggi - B. Fuoco - art. pag. 26

Senza rete ComUnica non è valida

Parere dello Sviluppo economico sul nuovo sistema di Comunicazione Unica (una collezione di file). Per convalidare i documenti serve un network tra professionisti

La Comunicazione unica va in Rete se c'è la rete. Meglio, se c'è un network tra i professionisti abilitati a convalidare la documentazione. Altrimenti, non è valida. Insomma, «la procedura della comunicazione unica impone un approccio innovativo da parte delle diverse categorie di professionisti coinvolte, ciascuna secondo le rispettive competenze; un approccio interdisciplinare in cui gli studi professionali sappiano collegarsi in rete, sia in senso informatico, sia in senso organizzativo».
In pratica, quello che poteva sembrare soltanto un gioco di parole è, invece, la sostanza del parere 64327 del 4 giugno scorso, con il quale il direttore generale per il mercato, la concorrenza e il consumatore del ministero dello sviluppo economico (dipartimento per l'impresa e l'internazionalizzazione) ha messo i puntini sulle «i» al professionista che lamentava l'errata interpretazione delle disposizioni in materia, da parte del locale registro delle imprese.

Italia Oggi - M. Bombi - art. pag. 27

Pec, una rivoluzione mancata

Viaggio di ItaliaOggi nelle difficoltà di un comparto che non riesce a dialogare con posta certificata. Per i professionisti è quasi impossibile comunicare con la p.a.

Altro che posta elettronica certificata (Pec), le pubbliche amministrazioni dialogano ancora con il fax. E a pagarne le conseguenze sono i professionisti che, dopo la corsa a garantire agli iscritti una casella di posta certificata, devono invece fare i conti con gli uffici periferici di Agenzia delle entrate, Inps e Inail che, nella maggior parte dei casi non possiedono neppure una tradizionale casella di posta elettronica, altro che certificata. E poiché il dialogo certificato è solo quello in cui entrambe le parti hanno delle caselle Pec, allora tutta la rivoluzione è praticamente incompiuta.
Basta solo citare, a corredo delle difficoltà lamentate dagli ordini provinciali ascoltati da ItaliaOggi, che il ministero delle infrastrutture ha attiva una sola casella Pec.

Italia Oggi - B. Pacelli - art. pag. 30

Professioni strategiche per l'economia

Consulenti del lavoro a Rimini

Consulenti al Congresso di Rimini il 18 e 19 giugno su «La ripresa nella nuova economia, il ruolo strategico delle professioni». È questo il tema del Congresso Regionale Emilia Romagna al quale sono stati invitati a partecipare il ministero del lavoro Sacconi, il ministero pari opportunità Carfagna, il sottosegretario di stato Giovanardi, oltre a numerosi studiosi e autorità.
L'evento, improntato a dare risposte su argomenti chiave quali le prospettive delle professioni, gli interventi a sostegno delle aziende della regione, le womeneconomics e la nuova formula della crescita, le pari opportunità e la mediazione civile, il collegato lavoro e molto altro, sarà ricco di interventi e di dibattiti su tutti i temi caldi del mercato del lavoro in attesa della ripresa economica.

Italia Oggi - art. pag. 31