Rassegna stampa del 7 luglio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Per il Sistri proroga al 1° ottobre

Rifiuti. Rinvio per la partenza del sistema di tracciamento digitale per il ciclo delle sostanze di scarto. Provvedimento al Consiglio di Stato. Atteso per oggi il via libera

Il Sistri va, o meglio, resta in vacanza fino all'autunno. Alla vigilia dell'entrata in vigore operativa del nuovo sistema di tracciamento digitale integrale del ciclo dei rifiuti, il ministero si appresta a pubblicare il decreto che sposterà - salvo sorprese dell'ultimo minuto - al 1° ottobre prossimo la data del debutto per le black box, le chiavette Usb e i nuovi software aziendali.
La proroga, in sostanza, potrebbe essere di un'ottantina di giorni - almeno sul primo gruppo di "partenti" - a fronte di una richiesta molto più cospicua del mondo imprenditoriale, che avrebbe preferito scivolare direttamente nel nuovo anno solare.

Il Sole 24 Ore - A. Galimberti - pag. 33

Sui rimborsi Iva recuperi leggeri

La Cassazione boccia la soluzione dell'ufficio che aveva negato la restituzione

Se il rimborso Iva erogato risulta non spettante in tutto o in parte, l'ufficio non può irrogare la sanzione dell'omesso versamento di imposta, in quanto non è possibile assimilarlo, nella sostanza, ad un tardivo pagamento. Ad affermare questo principio è la sezione tributaria della Cassazione con l'ordinanza 15938 depositata il 6 luglio 2010.
Questi i fatti: un contribuente, che aveva ottenuto un rimborso Iva non dovuto, si era visto notificare anche un atto di contestazione con il quale era stata applicata la sanzione per l'ipotesi di omesso o insufficiente versamento della imposta.

Il Sole 24 Ore - F. Falcone, A. Iorio - art. pag. 32

Multe automatiche, la privacy vuole un avvertimento obbligatorio

Privacy. Chiarimenti del Garante

Tutti i sistemi automatici di accertamento delle infrazioni devono essere in qualche modo evidenziati agli utenti e rispettare le previsioni del codice privacy. Ma l'uso dei segnali stradali di avvertimento assolve anche all'obbligo di fornire una apposita informativa rispetto al trattamento dei dati personali.
Lo ha chiarito il Garante della privacy con il provvedimento in materia di videosorveglianza dell'8 aprile 2010.
Gli impianti elettronici di rilevamento delle infrazioni stradali, specifica innanzitutto il Garante, comportano certamente un trattamento dei dati personali al pari dei sistemi di videosorveglianza. Per questo motivo l'impiego delle nuove tecnologie dovrà essere rispettoso dei principi del codice privacy, a partire dall'obbligo di conservazione limita dei dati alfanumerici contenuti nelle targhe immortalate e dei dati relativi.

Italia Oggi - S. Manzelli - art. pag. 19

Le comunicazioni black list trovano le specifiche tecniche

Imposte e tasse

Completato il kit necessario per la comunicazione delle operazioni Iva con i paesi «black list». Con un provvedimento firmato dal direttore dell'agenzia delle Entrate il 5 luglio 2010, disponibile da ieri sera sul sito internet dell'Agenzia, sono state approvate le specifiche tecniche della comunicazione istituita dal dl 40/2010 e disciplinata dal dm attuativo 30 marzo 2010 (il modello era già stato approvato il 28 maggio scorso).

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 21

Iscriviti all'evento ArchiviOK in Tour. Posti limitati