Rassegna stampa del 14 luglio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

banner_privacy2009xras

Corso sulla Normativa Privacy e software Privacy XP

Fattura elettronica in par condicio

Iva. L'Ecofin approva la direttiva comuniataria che equipara il documento virtuale a quello cartaceo. Gli operatori saranno liberi di adottare nuovi strumenti di autenticazione

L'Europa punta sulla semplificazione e sull'armonizzazione della normativa Iva spingendo per l'adozione generalizzata della fatturazione elettronica, il tutto anche nell'ottica della lotta alle frodi Iva.
Va in questa direzione la direttiva di riforma delle regole di fatturazione approvata dal consiglio Ecofin di ieri, che dovrà essere adottata dagli Stati membri. Gli operatori saranno liberi di adottare nuovi strumenti di autenticazione dell'origine della fattura. (..)
Anzitutto, la novella si propone di corrispondere alle istanze degli operatori economici, soprattutto le Pmi, che da tempo lamentano costi di compliance crescenti in ragione degli oneri amministrativi connessi al sistema di fatturazione in essere. In questa ottica, la direttiva realizza una sostanziale equiparazione di trattamento fra le fatture cartacee ed elettroniche, eliminando molti di quei vincoli che hanno finito per relegare a un ruolo di nicchia lo strumento della fatturazione elettronica.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 35

La proroga del Sistri è ufficiale

Ambiente. Pubblicato sulla "Gazzetta" il decreto con il rinvio al 1° ottobre

La proroga dell'avvio di Sistri è legge. Con il decreto ministeriale 9 luglio 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 161 di ieri, i termini per l'avvio della nuova procedura di tracciamento digitale del ciclo dei rifiuti sono posticipati al prossimo 1° ottobre.
Come anticipato la scorsa settimana su queste colonne, il nuovo termine equipara tutte le aziende e i soggetti interessati da Sistri: in sostanza, colpo di spugna sul decollo in due fasi (13 luglio per le aziende più grandi, 12 agosto per le imprese più piccole e per i destinatari a iscrizione volontaria), con partenza unificata il primo giorno di ottobre.
Allo stesso tempo, il provvedimento dell'Ambiente pubblicato ieri sera proroga anche la data per le procedure di ritiro delle chiavette Usb e per l'installazione delle black box, cioè dei dispositivi necessari per la funzionalità di Sistri; il nuovo termine, che cade il 12 settembre prossimo, solleva però già qualche preplessità tra le organizzazioni imprenditoriali, secondo cui meno di tre settimane per il "collaudo" delle nuove procedure - anche in relazione alle impegnative sanzioni previste per i ritardatari – sono un lasso di tempo troppo breve.

Il Sole 24 Ore - A. Galimberti - art. pag. 35

Paradisi fiscali in chiaro

Visto dal presidente. Sono sottovalutati i tempi di adeguamento dei software. Assosoftware al lavoro per gestire gli adempimenti

Le imprese, i professionisti e i loro consulenti fiscali (i commercialisti in primis, ma anche le associazioni di categoria e tutti gli operatori del settore fiscale) stanno valutando gli impatti organizzativi che comporterà l'obbligo di comunicazione all'Agenzia delle entrate dei dati relativi alle operazioni effettuate nei confronti di operatori economici aventi sede nei cosiddetti «paradisi fiscali».
Un adempimento che ricorda da vicino la soppressa trasmissione telematica degli elenchi clienti e fornitori e che dal punto di vista organizzativo risulterà, in alcuni casi, ancora più gravoso in quanto le tempistiche di trasmissione sono assai più stringenti e i dati da raccogliere potrebbero non essere presenti nei database dei propri sistemi informativi.
Le software house in questi giorni stanno sviluppando specifiche funzionalità nei propri gestionali che consentiranno agli operatori di adempiere all'obbligo in modo semplice e rapido. Infatti senza un allineamento tempestivo delle procedure gestionali non sarebbe possibile per gli operatori individuare le operazioni interessate in relazione alle quali sorge l'obbligo di effettuare la comunicazione (la ricerca manuale è possibile solo nei casi marginali).
Non si tratta della semplice realizzazione di un nuovo software per consentire l'invio telematico, ma un'operazione molto più complessa che coinvolge tutte le procedure di contabilità e fatturazione per l'individuazione e l'estrazione dei dati utili da inviare ai «software black list».

Italia Oggi - Bonfiglio Mariotti, Presidente Assosoftware - art. pag. 31

Alcool zero per i neo patentati e multe rateizzate, così cambia il codice della strada

Atteso per oggi il via libera della Camera, poi il passaggio al Senato per l'ok. Stretta in vigore da subito. Rate per multe superiori a 200 euro

Entreranno immediatamente in vigore il tasso alcolemico zero per neopatentati e conducenti professionali, il giro di vite su chi produce, commercializza o trucca le minicar per farle andare oltre i 45 km/h. Subito operative anche l'impossibilità di salire a bordo di un ciclomotore o di una macchinetta se la patente è revocata, l'obbligo di uso delle lenti sulle due ruote, le cinture sulle minicar.
Fra le novità approvate ieri nel corso dell'esame degli emendamenti in sede legislativa in commissione Trasporti alla Camera, infatti, sono state indicate le norme che correggono il Codice della strada che dovranno essere subito operative, senza attendere i tempi della vacatio legis.

Il Sole 24 Ore - N. Cottone - art. pag. 37

Mappatura per il redditometro

Manovra 2010. Annuncio di Orlandi (Entrate) al convegno organizzato ieri dalla Cattolica. Studio Sose sui nuovi beni. Restyling al via dai redditi 2009

Arriva la mappatura dei nuovi beni indice di maggiore capacità contributiva per gli accertamenti sintetici. Entro fine mese Sose consegnerà all'Agenzia delle entrate un primo studio statistico, elaborato su un campione di 833 mila contribuenti, suddivisi in 540 mila nuclei familiari nonché classificati per area geografica di appartenenza. Mentre il redditometro, profondamente rivisto dalla manovra, procederà a doppio binario: per le rettifiche relative agli anni d'imposta dal 2005 al 2008 si utilizzerà l'istituto previgente al dl n. 78/2010, mentre le novità saranno operative a partire dall'anno d'imposta 2009.
Ad annunciarlo è Rossella Orlandi, direttore aggiunto della Direzione centrale accertamento dell'Agenzia delle entrate, intervenuta ieri a un convegno sul nuovo redditometro organizzato a Milano dalla facoltà di giurisprudenza dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 21