Rassegna stampa del 27 luglio 2010
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

IL SOFTWARE PER LA COMUNICAZIONE BLACK LIST

Indagini sui conti di terzi senza automatismi

La Corte di Cassazione si pronuncia sull'estensione dei controlli ai familiari. Serve la presunzione di un legame con l'impresa

E' legittima l'estensione degli accertamenti bancari ai familiari del legale rappresentante di una società se ci sono presunzioni gravi, precise e concordanti tali da ricondurre tali rapporti all'impresa e se il contribuente non riesce a provarne l'estraneità.
A stabilirlo è la Corte di cassazione con la sentenza n. 17387 depositata il 23 luglio.

Il Sole 24 Ore - A. Iorio, F. Falcone - art. pag. 21

Patente più lontana per chi beve

Codice della strada. La novità nel provvedimento di riforma che sta per avere il sì del Senato

Il divieto "alcool zero" non scatta solo per i neopatentati, ma anche per i minori. I minorenni pescati al volante di minicar o alla guida di ciclomotori con un tasso alcolemico superiore a zero, ma inferiore a 0,5 infatti potranno conseguire la patente B solo a 19 anni. A 21 anni se il tasso alcolemico sarà superiore a 0.5g/l.
E' una delle modifiche al Codice della strada contenute nelle pieghe del ddl sicurezza stradale al rush finale al Senato.

Il Sole 24 Ore - N. Cottone - art. pag. 24

Utili tassati nel paese d'origine

Lo stabilisce il nuovo modello di convenzione fiscale approvato definitivamente dall'Ocse. Soltanto poche eccezioni per le stabili organizzazioni

Gli utili delle stabili organizzazioni dovranno essere tassati nel paese di origine dell'impresa. Salvo alcune, rare eccezioni. È quanto stabilito dal nuovo modello di convenzione fiscale approvato in via definitiva dall'Ocse dopo il via libera rilasciato il 22 giugno scorso dalla Commissione fiscale dell'Organizzazione di Parigi.
Le indicazioni sono contenute nel rinnovato articolo 7 della «Model tax convention» che mette nero su bianco una volta per tutte le regole che dovranno seguire, d'ora in avanti, i paesi firmatari delle convenzioni fiscali redatte secondo le indicazioni dell'Ocse. «I profitti attribuibili a stabili organizzazioni non possono essere soggetti a tassazione da parte del paese ospitante ma soltanto da quello di residenza dell'impresa», si legge nel documento elaborato dagli esperti di Parigi.

Italia Oggi - G. Frontoni - art. pag. 23

 

Entratel in tilt, numero dedicato

Imposte e tasse

Entratel ancora in tilt e l'Agenzia delle entrate tenta di porre rimedio. Dopo le prime misure assunte alla fine della settimana scorsa sarà attivo da oggi, a partire dalle 12, il terzo canale di emergenza messo in campo dall'Agenzia delle entrate per far fronte alla temporanea sospensione del canale Entratel (848836526), dovuta a cause non dipendenti dall'Agenzia.
Si tratta del numero 800 299940, attivato da Sogei, che osserverà i seguenti orari: da lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e sabato dalle 8 alle 14.
Il piano straordinario dell'Agenzia prevede anche il potenziamento dell'attività dei Cam (Centri di assistenza multicanale) al numero 848800444 - opzione 1 assistenza con operatore - opzione Area Tematica; la creazione di una casella di posta elettronica funzionale dedicata dc.sac.assistenzaentratel@agenziaentrate.it dove inviare i propri quesiti.

Italia Oggi - sabato 24 luglio - V. Stroppa - art. pag. 23

Rimborsi Iva, scadenza d'agosto

Pratica da chiudere al massimo sabato per compensare subito importi oltre 10 mila euro. Entro il 2 richiesta telematica per il secondo trimestre 2010

Scade lunedì 2 agosto, cadendo di sabato il 31 luglio, il termine per presentare, attraverso il modello TR da trasmettere esclusivamente per via telematica, la richiesta di rimborso/compensazione del credito Iva relativo al secondo trimestre 2010.
Per poter compensare importi superiori a 10 mila euro già nel mese di agosto, però, la richiesta va presentata entro sabato prossimo.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 24

 

Ok controlli senza comunicazione

Cassazione. Una sentenza sulle verifiche automatiche legittima l'iscrizione a ruolo. La condizione: niente incongruenze rispetto alle dichiarazioni

Legittima l'iscrizione a ruolo e la liquidazione dell'imposta anche quando al contribuente non sia stata data comunicazione dei risultati del controllo automatico e sempreché non ci siano incongruenze rispetto alla dichiarazione.
È quanto sancito dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 17396 del 23 luglio 2010, ha respinto il ricorso di una società presentato contro l'iscrizione a ruolo e la liquidazione dell'Iva.

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 25